Dino Risi ricorda il finale del "Sorpasso"

17 luglio 2007

ATTENZIONE: si fa riferimento al celebre finale del SORPASSO, siete avvertiti...

 

Il critico del Corriere Maurizio Porro, rivolto a Risi: “È vero che ti sei giocato sulla meteorologia il finale de Il sorpasso”
Risi è ben felice di rispondere: “Ho fatto un film che terminava con una tragedia; Cecchi Gori era terrorizzato all'idea di quel finale; l'ultimo giorno abbiamo girato la scena a Calafuria.
Cecchi Gori mi ripeteva: 'non fa ridere nessuno. Ma falli finire su una strada con un clacson; non ci deve essere la morte in un film comico'. Mi disse: 'facciamo così; se domani piove, torniamo a Roma e non facciamo morire nessuno'. Io telefonai a quello là, quello del tempo, come si chiamava?, Bernacca. Mi rispose: 'non posso cambiare le previsioni, ma le garantisco che domani ci sarà il Sole'. E andò bene, fu una splendida giornata.”

Le risate questa volta toccano il culmine e Risi è costretto a interrompersi più a lungo; quando riprende non ricorda più cosa stava dicendo.
“Non ho memoria; pensate che un giorno ho trovato una scarpa nel frigo e ci ho pensato su diverse settimane: come poteva essere finita lì?
Alla prima del Sorpasso...”
Gli cade un foglio e Sgarbi glielo raccoglie e glielo porge; “lascialo giù” e lo getta a terra. Altre risate.
“Era una serata piena di donne vestite bene, uomini eleganti... un'ora e mezza senza una risata. Alla fine Cecchi Gori mi disse: 'Tu torni a fare il medico e io a dirigere i night'.
La seconda sera erano in 50 ma si divertirono tutti. La terza sera non si riusciva a entrare. La sera precedente avevano dato Anima Nera (di Rossellini ndr); una rottura di palle incredibile.”

 

INTERVISTA RACCOLTA DAL BENEMERITO XAMINI

(per leggere il reportage completo clicca qui)

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0