Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MUTE

All'interno del forum, per questo film:
Mute
Titolo originale:Mute
Dati:Anno: 2018Genere: fantascienza (colore)
Regia:Duncan Jones
Cast:Alexander Skarsgård, Paul Rudd, Justin Theroux, Seyneb Saleh, Robert Sheehan, Daniel Fathers, Nikki Lamborn, Noel Clarke, Robert Kazinsky, Levi Eisenblätter, Rosie Shaw, Caroline Peters, Laura de Boer
Note:Il regista ha presentato il film come "sequel spirituale" di Moon (2009) anche se fra i due film non esiste alcun legame, a parte l'ambientazione futuribile - Prodotto e distribuito dalla piattaforma Netflix.
Visite:359
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/2/18 DAL BENEMERITO DANIELA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 20/8/18 10:31 - 11149 commenti

Barista muto appartenente al gruppo degli Hamish cerca la fidanzata scomparsa nella Berlino del futuro, città di confine tra oriente e occidente. Il tentativo di Duncan Jones di realizzare una fatascienza “adult oriented” poggia su basi narrative originali. Purtroppo la sceneggiatura è decisamente inconsistente e l’ambientazione troppo debitrice a Blade runner per essere davvero apprezzabile. Anche il ritmo latita, specie nella lentissima prima parte. Discreta la prova degli attori.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 24/7/18 1:20 - 7260 commenti

Il tentativo di non fare il solito film usa e getta tutto botti e scoppi e dai ritmi inutilmente adrenalinici è apprezzabile: ma qui purtroppo si eccede e l'interesse latita a causa di uno script che non riesce ad avvincere poiché si perde in troppe cose inutili. Si parte male, con circa venti minuti di melensaggini che vengono prestissimo a noia. Per il resto la marcia dell'interesse non viene mai ingranata e si procede a fatica fino al finale che fa cadere le braccia. Troppi i personaggi poco ispirati. Evitabilissimo. I brividi e le emozioni li regala l'autobiografismo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La dedica finale.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 25/2/18 22:21 - 8731 commenti

Nella Berlino del 2052, un barista armish muto ed allergico alla tecnologia si mette alla ricerca della sua donna scomparsa... Prometteva bene il ritorno di Jones alla fantascienza degli esordi dopo la parentesi videogamica ma il fumo dell'ambientazione bladerunnizzata al neon non basta a mascherare la pochezza del plot né la bizzarria di alcuni personaggi, come i due chirurghi americani clandestini al soldo della malavita, evita la sensazione di trovarsi di fronte ad un opera poco ispirata, a parte la dedica finale che sorprende e commuove ma per motivazioni extrafilmiche.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Minitina80 29/11/19 12:21 - 2208 commenti

Sembra la tipica storia d'amore che sboccia quando meno te lo aspetti, mentre in sottofondo si nota qualcosa sull'essere genitori e sull'affetto parentale. Purtroppo si fatica a percepire il messaggio nascosto tra le righe perché viene diluito in sequenze apparentemente superflue che fanno perdere il filo. Manca, infatti, di concisione e le ambizioni che palesa non possono di conseguenza essere soddisfatte. Impossibile non percepire quelle sensazioni che rimandano a Blade runner, confinante a un discorso di estetica e poco più.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Taxius 4/4/20 15:58 - 1563 commenti

Un barista muto alla ricerca di una fidanzata scomparsa nel nulla e un piccolo criminale con figlia a seguito vedranno i loro destini paralleli scontrarsi l'uno con l'altro. Il ritorno del figlio di David Bowie alla regia di un film di fantascienza si rivela essere una mezza delusione e questo per via di una trama pesante che, soprattutto nella prima parte, si perde in inutili annacquamenti utili solo ad allungare il brodo. Bella l'ambientazione della Berlino futuristica ma sembra copiata spudoratamente da quella di Blade runner. Mediocre.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Franty 6/7/18 2:29 - 5 commenti

Thriller dall'appagante aspetto fantascientifico con una struttura narrativa "alla America oggi". Consapevolmente ermetico quanto un testo dei Nirvana. Le citazioni, intese come strumento di sintesi per veicolare concetti, qui sono molto intime all'autore (classe 1971) e per questo meno efficaci di quelle (più maliziose?) che hanno reso generalmente importante Moon. Giudicare i segreti conservati nell'altrui scatola a forma di cuore?... Tre pallini nel caso dovessi fare i conti con il karma (!)
I gusti di Franty (Avventura)