Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PAZZI DA LEGARE

All'interno del forum, per questo film:
Pazzi da legare
Titolo originale:Armed and dangerous
Dati:Anno: 1986Genere: commedia (colore)
Regia:Mark L. Lester
Cast:John Candy, Eugene Levy, Robert Loggia, Kenneth McMillan, Meg Ryan, Brion James, Jonathan Banks, Don Stroud, Larry Hankin, Steve Railsback, Robert Burgos, Tony Burton, Robert Gray, Larry Flash Jenkins, Stacy Keach Sr.
Visite:228
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Una commedia tipicamente americano-catastrofica che si colloca a metà strada tra SCUOLA DI POLIZIA (nella prima parte) e i polizieschi pseudodemenziali alla Dan Aykroyd nel suo sviluppo. Al centro della storia ci sono i due poliziotti privati John Candy ed Eugene Levy (una bella sorpresa, dal punto di vista comico), di estrazione diversa (Levy è più intellettuale, essendo un ex avvocato pasticcione) ma egualmente impacciati. La parte più riuscita è sicuramente la prima, in cui l’apporto in sede di soggetto e sceneggiatura dell'ottimo Harold Ramis è evidentemente più sostanziosa. Le scene al tribunale, gli approcci con l'accademia e i colleghi mezzo scemi, il rapporto con l'istruttrice Meg Ryan e i superiori sono sviluppate con intelligenza, ritmo e un buon senso dell'umorismo. Purtroppo il film non mantiene poi le interessanti premesse e finisce per invischiarsi nel solito prevedibile spreco di macchine incidentate, inseguimenti scanditi da musiche pop-rock e gag molto meno studiate. La vicenda, ampiamente scontata, si evolve seguendo i canoni prestabiliti e, dovendo dare spazio soprattutto ad essa, lo humuor perde di mordente confondendo il film nella desolante media delle commedie fracassone d'oltreoceano. C'è ancora qualche trovata simpatica (Candy che ferma le auto per strada per montarvi e passare all'inseguimento ricevendo solo insulti e prese in giro), ma nel complesso tutto diventa routine e la regia di Mark Lester si perde abbandonandosi a uno spettacolarismo di facciata di nessun interesse. Peccato, perché la coppia funzionava e, almeno all'inizio, produceva belle gag.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 1/9/11 9:15 - 4362 commenti

Certo che al povero Candy davano spesso dei copioni...Probabilmente non avevano quantificato il suo livello di talento, che era piuttosto elevato (l'aspetto non deve ingannare). La pellicola è una sorta di montagne russe, con rovinose discese e qualche decollo, quasi sempre attribuibile alla vena comica di Candy (Fufi; Squalo preso a revolverate) e ad alcuni buoni momenti col compare, l'avvocato delle cause perse. Purtroppo, col passare dei minuti si calca sempre più la mano, con gag di grana grossa e un po' troppe scemenze. Meg Ryan è al massimo della forma (fisica). Vedibile e nulla più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sull'imputato: "Hanno trovato in casa sua dei tappeti fatti di capelli umani!". E l'avvocato: "Beh, vostro onore, il cattivo gusto non è un crimine".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Lovejoy 27/12/07 23:56 - 1825 commenti

Discreta commediola ben scritta da Harold Ramis e ben messa in scena dal bravo Lester. Ha il suo punto di forza in un buon ritmo, alcune gag molto divertenti e sopratutto in un cast eccellente. La coppia Candy/Levy è eccezionale; peccato che siano stati poco sfruttati insieme, perché qui sono molto affiatati e divertentissimi. Una giovane Meg Ryan non ancora impegnata in ruoli sentimentali, è deliziosa. E nel ruolo dei cattivi di turno, memorabile il terzetto Robert Loggia/Brion James e Jonathan Banks. Da riscoprire.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)