Passaggi tv di La taglia è tua... l'uomo lo ammazzo io - Film (1969)

IN TV/SATELLITE

12 post
  • Per segnalare il passaggio in tv seguite le istruzioni scritte nel modulo che si apre cliccando sul tasto qui sotto RISPONDI.
  • Digital • 10/07/15 09:48
    Portaborse - 3994 interventi
    Venerdì 24 LUGLIO ore 12:10 su RAI MOVIE
    Sorpresa! Un generoso mestierante come Mulargia (stakanovista del western a bassissimo costo) indovina un sorprendente - appunto - film che porta la nozione di antieroe (caratteristica dello spaghetti) a livelli raggiunti solo dal Grande silenzio. [Il Gobbo]
  • B. Legnani • 25/02/17 00:58
    Pianificazione e progetti - 14959 interventi
    Lunedì 27 FEBBRAIO ore 23:05 su RAI MOVIE
    Sorpresa! Un generoso mestierante come Mulargia (stakanovista del western a bassissimo costo) indovina un sorprendente - appunto - film che porta la nozione di antieroe (caratteristica dello spaghetti) a livelli raggiunti solo da "Il grande silenzio". [Il Gobbo]
  • Mco • 13/03/17 17:36
    Risorse umane - 9970 interventi
    Martedì 14 MARZO ore 02:35 su RAI MOVIE
    Così Matalo!: Forse la tomba dello spag è in questo film abbandonato a se stesso, immerso in una calura estrema, senza voglia di andare avanti se non verso la misoginia e pulsione di morte. Concepito da Woods e Fiorini sotto dosi di ganjia e lasciato dal regista in balia degli attori, con musiche da outlet morriconiano, sfronda il perbenismo leoniano svuotando la scena portando il manierismo alla rarefazione, quasi (in)volontaria parodia. Poco importano soggetto, budget e verosimiglianza. Imprescindibile per chi ama il genere. Woods inebetito è un Eastwood alla frutta.
  • Geppo • 4/03/19 09:50
    Call center Davinotti - 4285 interventi
    Giovedì 7 MARZO ore 12:20 su RAI MOVIE
    Così Matalo!: Forse la tomba dello spag è in questo film abbandonato a se stesso, immerso in una calura estrema, senza voglia di andare avanti se non verso la misoginia e pulsione di morte. Concepito da Woods e Fiorini sotto dosi di ganjia e lasciato dal regista in balia degli attori, con musiche da outlet morriconiano, sfronda il perbenismo leoniano svuotando la scena portando il manierismo alla rarefazione, quasi (in)volontaria parodia. Poco importano soggetto, budget e verosimiglianza. Imprescindibile per chi ama il genere. Woods inebetito è un Eastwood alla frutta.
  • Caesars • 18/10/19 09:00
    Scrivano - 16810 interventi
    Mercoledì 23 OTTOBRE ore 12:25 su RAI MOVIE
    Un generoso mestierante come Mulargia indovina un sorprendente film che porta la nozione di antieroe (caratteristica dello spaghetti) a livelli raggiunti solo dal Grande silenzio. Limiti di budget e di fattura negano il capolavoro, ma questo film attraversato da una violenza cupissima e da un'atmosfera di desolazione cui le ristrettezze per una volta giovano è una prelibatezza. [IlGobbo]
  • Caesars • 10/03/20 09:07
    Scrivano - 16810 interventi
    Venerdì 13 MARZO ore 05:00 su RAI MOVIE
    Mulargia indovina un sorprendente film che porta la nozione di antieroe a livelli raggiunti solo dal Grande silenzio. Limiti di budget e di fattura negano il capolavoro, ma questo film attraversato da una violenza cupissima e da un'atmosfera di desolazione, cui le ristrettezze per una volta giovano, è una prelibatezza. [IlGobbo]
  • Geppo • 9/06/20 09:34
    Call center Davinotti - 4285 interventi
    12/06/20 ore 12:25 su Rai Movie
    "Sorpresa! Un generoso mestierante come Mulargia (stakanovista del western a bassissimo costo) indovina un sorprendente - appunto - film che porta la nozione di antieroe (caratteristica dello spaghetti) a livelli raggiunti solo dal Grande silenzio. Limiti di budget e di fattura negano il capolavoro, ma questo film attraversato da una violenza cupissima e da un'atmosfera di desolazione cui le ristrettezze per una volta giovano è una prelibatezza. Da riscoprire (e magari editare non censurato). Da poco in odore di culto gay per una certa scena... "
    Il Gobbo
  • Caesars • 18/09/20 09:24
    Scrivano - 16810 interventi
    18/09/20 ore 17:30 su Rai Movie
    "Pesante ma riuscito, complessivamente. Lontano dal dinamismo e dall'ottimismo, qui si fanno i conti con il tempo delle colt e della lotta alla sopravvivenza. La storia conta poco anche se segue un ottimo stile e finisce in modo inaspettato. Trasgressivo e delirante, violento e senza quella patina artificiale che voleva il western come genere innocuo e per tutti. Qui siamo di fronte a un guerriero "drogato" che lotta contro i suoi fantasmi psicofisici e i suoi nemici materiali, pur supportato dalle sue donne e da un "piccolo Fioravanti".
    MEMORABILE: Il duello; Il finale."
    Trivex
  • Geppo • 27/02/21 14:45
    Call center Davinotti - 4285 interventi
    5/03/21 ore 15:40 su Rai Movie
    "Forse la tomba dello spag è in questo film abbandonato a se stesso, immerso in una calura estrema, senza voglia di andare avanti se non verso la misoginia e pulsione di morte. Concepito da Woods e Fiorini sotto dosi di ganjia e lasciato dal regista in balia degli attori, con musiche da outlet morriconiano, sfronda il perbenismo leoniano svuotando la scena portando il manierismo alla rarefazione, quasi (in)volontaria parodia. Poco importano soggetto, budget e verosimiglianza. Imprescindibile per chi ama il genere. Woods inebetito è un Eastwood alla frutta.
    MEMORABILE: La morte della Neri, L'abito di Berti, l'ondivagare di Woods, l'unico ad aver bisogno delle donne."
    Matalo!
  • Caesars • 23/07/21 08:52
    Scrivano - 16810 interventi
    23/07/21 ore 14:00 su Rai Movie
    "Pesante ma riuscito, complessivamente. Lontano dal dinamismo e dall'ottimismo, qui si fanno i conti con il tempo delle colt e della lotta alla sopravvivenza. La storia conta poco anche se segue un ottimo stile e finisce in modo inaspettato. Trasgressivo e delirante, violento e senza quella patina artificiale che voleva il western come genere innocuo e per tutti. Qui siamo di fronte a un guerriero "drogato" che lotta contro i suoi fantasmi psicofisici e i suoi nemici materiali, pur supportato dalle sue donne e da un "piccolo Fioravanti".
    MEMORABILE: Il duello; Il finale."
    Trivex
  • Caesars • 22/06/22 08:19
    Scrivano - 16810 interventi
    22/06/22 ore 15:50 su Rai Movie
    "La mancanza evidente di soldi induce il regista a una messinscena scheletrica, ai confini dell'involontario sperimentalismo. La trama non esiste e i radi avvenimenti vengono stiracchiati dilatandoli all'inverosimile: ne risulta un western curioso, punteggiato da stramberie nella definizione dei personaggi anche se la povertà delle soluzioni alla fine si fa sentire (la insistite morriconate, il finale meschino)."
    Rufus68
  • Geppo • 30/03/24 10:25
    Call center Davinotti - 4285 interventi
    3/04/24 ore 15:45 su Rai Movie
    "Sorpresa! Un generoso mestierante come Mulargia (stakanovista del western a bassissimo costo) indovina un sorprendente - appunto - film che porta la nozione di antieroe (caratteristica dello spaghetti) a livelli raggiunti solo dal Grande silenzio. Limiti di budget e di fattura negano il capolavoro, ma questo film attraversato da una violenza cupissima e da un'atmosfera di desolazione cui le ristrettezze per una volta giovano è una prelibatezza. Da riscoprire (e magari editare non censurato). Da poco in odore di culto gay per una certa scena... "
    Il Gobbo