Pazzie d'amore - Film (2018)

Pazzie d'amore
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Thiller paratelevisivo che gira... E' già qualcosa. Non che offra granché, ma almeno è acconciato decentemente, senza voler strafare o cedere a quelle uscite sopra le righe che l'incipit sembrava presagire... Una ragazzina si presenta alla festa del suo ex e quello le fa capire che si tolga dalle scatole, visto che si son lasciati da mesi. Ma lei non ci sta, non vuol prenderne atto e davanti a tutti lo attacca al collo per strozzarlo. Come crescerà una tipa così? Non bene, ci si può scommettere.

Intanto passa del tempo (diciamo pure degli anni) e si racconta una storia apparentemente del tutto diversa, in cui Christa Bright (Sursok), una personal...Leggi tutto shopper, dimostra di saperci fare e di convincere abilmente le clienti del negozio Frocks & Rocks a rifarsi il guardaroba lì. La proprietaria (Feldman), grande amica di Christa, ne è felicissima, ma quando lì arriva Kat (Paige), una giovane dall'aria impacciata che chiede di essere vestita di tutto punto per non sentirsi più esclusa da tutti, le cose cambiano. Christa sembra la personal shopper perfetta, per Kat: le dà fiducia, la invita a provare ogni vestito possibile e sembra poterla far rinascere.

Tutto va per il meglio, si direbbe, per Christa, anche dal punto di vista sentimentale: innamoratissima del suo Jake (Perrow), programma una vita felice (lui le dice "faremo ottomila bambini"!) anche perché sa di poter contare su un mestiere per il quale sembra nata. Poi però si capisce che Kat è meno sprovveduta di quanto appaia e che - ahinoi - non è del tutto normale: reazioni inconsulte, rabbia, ossessione per i vestiti che indossa Christa (soprattutto per il suo bel vestito rosso, un modello unico comprato a Parigi). Lindsay si accorge delle paturnie della stramba cliente, ma tanto per cambiare sarà la protagonista a capire per ultima come stanno le cose.

Storia di una stalker come tante la quale tuttavia si pone un obiettivo un po' diverso, da scoprirsi solo nell'ultima parte (ammesso che senza troppe difficoltà non ci si arrivi prima). Un piccolo thriller con una sua discreta grazia, recitato degnamente dal cast quasi per intero tutto al femminile (ad esclusione del fidanzato di Christa, al solito oculatamente scelto in base a una forte inespressività di fondo) e che si perde solo nell'ultima parte, fin troppo convenzionale e girata goffamente, a tratti patetica...

La Paige è una pazzerella relativamente interessante, la Sursok il tipico esempio di eroina positiva in tutto e per tutto, osteggiata solo da una suocera che non può sopportarla e non lo nasconde. Ma sono personaggi secondari inseriti per riempire una vicenda lineare che non offre alcun guizzo, benché si lasci seguire senza troppi problemi. Tutto sommato però, mentre crescono le domande che ci si pone su Kat, qualche motivo per rimanere agganciati al film c'è, magari legato alla figura della proprietaria del negozio, che un po' per gelosia un po' per il sospetto che Kat sia parecchio svanita, qualche minima indagine la conduce. Si tira avanti con modestia e onestà nei confronti di un pubblico che, in fondo, per film così tanto di più non è abituato a chiedere....

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/04/24 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.