LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/05/13 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 23/05/13 17:27 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Un anno dopo la Conferenza di Pace del 1947, che assegna la città di Pola alla Jugoslavia, si gira questo film che parla delle migliaia di famiglie italiane che là vivevano, "costrette" a tornare in Italia. Qualcuno però decide di restare confidando nel nuovo governo. Dopo una prima parte dedicata alle partenze, dove anche i chiodi diventano preziosi, la seconda parte, più personale e ricca di relazioni, seguendo le vicissitudini di un padre di famiglia ricrea bene il clima creatosi verso gli italiani. Qualche punta retorica, ma dignitoso.

Zampanò 6/06/20 12:39 - 143 commenti

I gusti di Zampanò

L'Istria è titina, parte l'esodo degli italiani. Ma l'operaio Berto decide di restare a Pola, salvo immediato disincanto. Il film, surrettiziamente politico, ruota sul rimorso. L'errore fatale del "noi credevamo" che pregiudica scelte future. Tosi e la marziale Dowling sono affiatati e ben descritti in poche mosse i personaggi ancillari (la moglie, il prete). Davvero dolente perché asciutta e non grottesca è la messa in scena del lager rieducativo. La festa slava e gli ottoni anticipano di 50 anni l'orchestrina pazza di Bregovic in Underground.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.