Io vi dichiaro marito e... marito

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: I Now Pronounce You Chuck and Larry
Anno: 2007
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "Io vi dichiaro marito e marito".
Numero commenti presenti: 16
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/11/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 25/09/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 28/11/07 18:48 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Pompiere rimasto vedovo con due figlioletti a carico finge un matrimonio gay con un suo collega al fine di ottenere un ingente sussidio dallo stato. Tipica commedia demenziale con Sandler diretta dall'ormai specialista Dugan. Questa volta si ironizza sull'omosessualità e tutti gli equivoci del caso. Pur essendo costellato da battute e situazioni volgarotte, è un film tutto sommato rispettoso e pure un pochino buonista. Però si ride davvero di gusto fino alla fine e la presenza di una Jessica Biel strepitosa è motivo più che sufficiente per vederlo.
MEMORABILE: Il lato B di Jessica Biel... e lo straordinario Ving Rhames in versione gay sotto la doccia.

Galbo 11/12/07 19:45 - 11694 commenti

I gusti di Galbo

Nonostante una sceneggiatura scritta dagli autori di Sideways, "Io vi dichiaro marito e marito" si rivela una commedia piuttosto deludente. Piuttosto che una divertente ed arguta opera sulle unioni civili, il film finisce per diventare una scontata raccolta di luoghi comuni (in parte parecchio razzisti) sui gay. I due attori inoltre non riescono a trovare il giusto metro recitativo ed appaiono più volte impacciati. Molto meglio la Biel e i comprimari come Rhames.

Magnetti 2/01/08 21:54 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che avrebbe tutti gli ingredienti per soddisfare gli amanti della commedia demenziale ma che alla fine delude. Insomma si ride poco, a volte non si riesce nemmeno a sorridere. Colpa della incapacità di inserire intorno alla trama situazioni in grado di sfruttare la personalissima comicità di A. Sandler e la straordinaria fisicità di K. James. Il film sarebbe trascurabile se non fosse per la presenza di una stupenda Jessica Biel.

Pigro 20/06/08 18:32 - 8513 commenti

I gusti di Pigro

Due vigili del fuoco decidono di sposarsi per permettere a uno dei due, padre vedovo, di far passare la propria pensione e l’affidamento dei figli (in caso di morte) all’amico, unica persona di cui si fida. Potenzialmente la commedia appare aperta su un tema attuale come quello dei diritti civili, ma in realtà sotto l’apertura spuntano spesso la stereotipizzazione e l’omofobia. Non bastasse questo, il film è decisamente stupidino e fa ridere solo a tratti.

Mascherato 26/06/08 18:45 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Sorprende vedere Alexander Payne accreditato tra gli sceneggiatori di questa commediaccia che nei '70 in Italia avrebbe avuto come protagonisti Montagnani e Vitali (Ma dove vai se il vizietto non ce l'hai?). Oltretutto è un conservatorissimo film contro le unioni di fatto che, come sempre nelle pellicole con Sandler, dietro una facciata politicamente scorretta (il ciccione della sequenza iniziale, il ministro del matrimonio - un Rob Schneider in versione Peter Sellers - ed il testimone alcolizzato) nasconde una sostanza moraleggiante.
MEMORABILE: Colpo di genio di casting: Richard Chamberlain presidente della Commisione d'inchiesta sull'autenticità del matrimonio tra i due protagonisti.

Capannelle 13/06/09 16:35 - 3926 commenti

I gusti di Capannelle

Parte bene e la coppia Sandler-James sembra funzionare, poi però il copione diventa stucchevole, troppo focalizzato su di loro e su una trama che si vorrebbe a difesa della diversità ma che è invece troppo sopra le righe, oltre che ricca di clichè. Nessuno si aspetta la commedia impegnata, ma gli spunti intelligenti sono pochini. Forse Rhames sotto la doccia e Buscemi che indaga tra i rifiuti.

Caesars 16/09/09 08:22 - 3036 commenti

I gusti di Caesars

Terribile commedia che cavalca temi attuali (i diritti degli omosessuali), con clichè visti e rivisti troppe volte sul grande schermo. Niente funziona in questo film, a partire dalla trama per proseguire con interpreti dignitosi e nulla più, se si esclude la presenza "fisica" della Biel. Se non si hanno troppe pretese si può anche vedere in una serata piovosa, ma non si può contare sul fatto che riesca a strappare più di due sorrisi, due. Se questo è quanto si riesce a fare oggi ad Hollywood, cento volte meglio la sexi commedia italiana anni '70.

Rambo90 3/05/10 22:32 - 6855 commenti

I gusti di Rambo90

Il film è la solita commedia con Sandler protagonista (affiancato per l'occasione dal simpatico Kevin James), ma questa volta le risate ci sono e pure tante. Le gag si susseguono a ritmo velocissimo e sotto c'è anche una morale, risaputa ma che non sfigura in quel contesto. Molto buono il cast di contorno, dal mitico Dan Aykroyd ancora spassosissimo a Ving Rhames. Un po' banali alcune gag e battute sui gay ma comunque un film buono e divertente.

Puppigallo 3/09/10 09:18 - 4676 commenti

I gusti di Puppigallo

Pellicola che alterna momenti abbastanza divertenti a scemenze assortite e che, punto a sfavore, vuole anche fare la morale (ma per piacere! In un film così!). Sandler se la cava e anche il suo rubicondo compare si dimostra una discreta spalla, ma la sceneggiatura è tirata all'inverosimile; e se nella prima metà il tutto può persino funzionare, con i problemi creati dalla situazione a dir poco particolare, nella seconda si finisce nel vortice delle gag risapute e la grana, già grossa, tende a trasformarsi in macigno. Comunque, abbassando le pretese, un'occhiata gliela si può anche dare.
MEMORABILE: Sandler vede il super ciccione che devono salvare dalla casa in fiamme: "Neanche se gli attacchiamo un razzo al culo riusciamo a portarlo fuori".

Scarlett 4/01/13 01:34 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Commedia molto divertente, tra le ultime con protagonista Sandler dove effettivamente ci sia un buon contorno e una storia che non risulti troppo scontata, stucchevole, e/o demenziale. C'è un buon ritmo che trascina fino alla conclusione e l'accoppiata con Kevin James alla fine è azzeccata. Merita almeno un'occhiata.
MEMORABILE: Il Conte Succhiola.

Dennis Dugan HA DIRETTO ANCHE...

Redeyes 13/01/14 07:56 - 2268 commenti

I gusti di Redeyes

Dugan-Sandler ormai sono un connubio e sono i veri mariti, quasi. La storia poggia sull'amicizia, scimmiotta senza offendere l'omosessualità, ma parallelamente senza lasciare il segno. Sandler porta il compitino a casa con le solite smorfie forte di una faccia decisamente simpatica e lo stesso dicasi per James; a questi si aggiunge la Biel, non femme fatale ma in un ruolo alla Alba. Alcuni momenti suscitano sorrisi, altri meno, ma nel complesso è una gradevole commedia.
MEMORABILE: Buscemi con l'improponibile marsupietto star & Stripes.

Deepred89 3/04/15 01:19 - 3405 commenti

I gusti di Deepred89

Commediola che trova il suo massimo punto di forza in alcune battute di spassosissima volgarità, ma che cade in una visione stereotipata del mondo omosex annacquata con buonismi e situazioni degni di un qualsiasi Banfi-movie (la donna che involontariamente provoca il tormentato finto-gay). Una visione tutto sommato piacevole (anche grazie ai due simpatici protagonisti) ma senza guizzi particolari e registicamente abbastanza opaca.

Almicione 14/03/16 02:04 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Se c'è Sandler il film è probabilmente infantile, ma se alla regia vi è Dugan allora la situazione è tragica. James non tiene il ruolo e la coppia con il suo compagno non funziona (in tutti i sensi). La storia non è proprio granché, ma non si è riusciti ad arricchirla con qualche battuta veramente spiritosa – solo Sandlers ne tira fuori qualcuna efficiente e riguarda principalmente le prese in giro degli stereotipi su gay. Alcune situazioni, poi, sono troppo sciocche per essere tollerate (la badante, Schneider). Si ride poco.
MEMORABILE: "You said, 'Whoo!'. Is that right?"

Hackett 9/10/16 19:08 - 1807 commenti

I gusti di Hackett

Commedia che gioca facile, sfruttando gli equivoci che nascono da una coppia di amici che si fingono gay. Ovviamente in questi casi lo stereotipo è sempre dietro l'angolo, ma a tenere le redini di una commedia tutto sommato gradevole troviamo fortunatamente attori ben rodati e un ottimo cast di contorno con nomi come Aykroyd e Buscemi.

Domino86 7/05/20 11:35 - 571 commenti

I gusti di Domino86

La commedia usa la scappatoia di un matrimonio gay (seppur non reale) per salvare il portafogli di uno dei due protagonisti. Si ride ma non troppo; se si vuole c'è ampio spazio alla riflessione soprattutto per quanto riguarda la discriminazione a seguito delle proprie scelte di vita privata. Ci sono anche tanti stereotipi riguardati il mondo omosessuale; insomma, un calderone non troppo ben riuscito.

Taxius 28/05/20 14:33 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Due pompieri amici decidono di sposarsi per frodare lo stato e ricevere un contributo economico che non gli spetterebbe; questo innescherà tutta una serie di gag più o meno divertenti. La classica commedia con Adam Sandler protagonista, in questo caso affiancato da un sempre simpatico Kevin James. La storia ovviamente gira tutta intorno alla finta omosessualità dei due protagonisti e agli equivoci che ne seguiranno. Film che tratta temi importanti senza mai essere volgare o eccessivo. Non male...
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Caesars • 18/09/09 10:10
    Scrivano - 13744 interventi
    Devo dire che, a parte della bruttezza filmica del prodotto, non ho ben capito lo volgimento della trama. Cioè i due pompieri si sposano perchè così in caso di morte del padre dei bambini, l'altro erediterebbe tutto e potrebbe pensare al sostentamento delle creature. Perchè questa cosa genera tutta una serie di indagini governative? Dove starebbe la truffa ai danni dello stato (in varie recensioni si legge che i due otterrebbero un sussidio, ma mi pare che di ciò non si accenni nel film)? Forse l'edizione italiana ha stravolto alcune cose rispetto a quella originale? Sono io che non capisco nulla ed invece è tutto chiaro? C'è qualcuno che riesca a chiarirmi sta cosa (che comunque non smuove di una virgola il mio giudizio sul film)?
  • Discussione Pigro • 18/09/09 12:54
    Consigliere avanzato - 1527 interventi
    Giudizio a parte, che - come vedi - condivido, la trama è in effetti un po' complicata vista dall'Italia, e anch'io ho fatto un po' di fatica a capire quello che un pubblico americano dà, evidentemente, per scontato.
    Praticamente, se ho capito (e se ricordo) bene, c'è in effetti una questione di sussidio sia immediato (assegni familiari che si percepiscono se si hanno bambini a carico) sia eventuale (la pensione di reversibilità che il vedovo percepirebbe nel caso di morte del coniuge). Quindi, le indagini si svolgono per accertare che in effetti il matrimonio tra i due non sia una copertura per frodare, visto che si svolge (se ricordo bene) poco prima del termine ultimo per potersi risposare e mantenere così i figli (e i sussidi) che altrimenti finirebbero a qualcun altro.
  • Discussione Caesars • 18/09/09 13:40
    Scrivano - 13744 interventi
    Grazie della spiegazione. Credo che la cosa, nell'edizione italiana, risulti comunque molto nebulosa. Ovviamente non ha grande importanza, visto lo svolgimento della trama, ma mi chiedevo se fossi io ad essermi perso qualcosa o meno.
  • Discussione Capannelle • 18/09/09 15:26
    Scrivano - 2646 interventi
    E' come dice Pigro, forse velocemente ma viene detto quando c'è l'incontro tra il pompiere vedovo e un impiegato (del comune? del sindacato?) che gli spiega come stanno le cose.
  • Discussione Caesars • 18/09/09 16:33
    Scrivano - 13744 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    E' come dice Pigro, forse velocemente ma viene detto quando c'è l'incontro tra il pompiere vedovo e un impiegato (del comune? del sindacato?) che gli spiega come stanno le cose.

    Grazie mille anche a te, evidentemente ero un attimino distratto.
  • Curiosità Ciavazzaro • 7/10/09 16:01
    Scrivano - 5624 interventi
    David Dobkin doveva inizialmente dirigere il film.

    Fonte:Imdb
  • Curiosità Puppigallo • 3/09/10 16:08
    Scrivano - 503 interventi
    Aykroyd, capo dei pompieri, non crede che i due siano omosessuali: "Se quei due sono gay, io sono un pappagallo zoppo; e per caso mi avete visto con un bastone e un cracker?". E rivolto a Sandler: "Se il temperino che ho sulla scrivania avesse la gonna, con te in giro lo nasconderei".