Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Un'opera decisamente ambiziosa, questa di Giacomo Campiotti (che si occupa anche della sceneggiatura con Lucia Zei): una ricostruzione tra flashback lunghi e brevi (e incentrati su due periodi ben precisi, nella vita dei protagonisti) di una vicenda che viene a galla poco a poco, ricostruendo tessera per tessera il mosaico di una triste condizione familiare originata dalla lascivia di un padre (Giancarlo Giannini) troppo poco presente nella vita dei quattro figli. Chi rievoca in flashback la storia è Gabriele (il solito eccezionale Fabrizio Bentivoglio), il terzo e primo nato da una relazione del padre con un'altra donna (Valeria Golino). Ricorderà la morte della madre e il passaggio,...Leggi tutto col fratellino appena nato, nella casa "ufficiale", e i primi difficili rapporti con i "nuovi" fratelli. Campiotti vira questi flashback d'adolescenza in un suggestivo color seppia per “staccare", quindi passa ai ricordi più recenti tornando al colore. Il presente fa da ponte tra i flashback mostrandoci un Bentivoglio in viaggio da solo, ansioso di tornare dai fratelli (sul Lago di Como) dopo vent'anni di "esilio volontario" a Parigi. La verità si fa strada lentamente come in un "noir" d'altri tempi, puntellata da momenti importanti che fungano da cardine attorno al quale ruota la vicenda. La regia di Campiotti è sicura, convince nella scelta delle location ed è accompagnata da una colonna sonora a base pianistica che ben si addice ai toni intimisti scelti per la narrazione. Ottima la performance del fratello antagonista, riuscita anche la caratterizzazione di Giannini per un film insolito (al di là di un’idea di partenza non certo originale), condotto con perizia anche se piuttosto altalenante nella qualità dei dialoghi.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 21/02/08 10:16 - 12440 commenti

I gusti di Galbo

Interessante e purtroppo poco visto film italiano diretto dal bravo Giacomo Campiotti. Merito del regista (e della belle sceneggiatura del film) è quella di avere rappresentato con rara efficacia il mondo complicato e spesso ricco di sofferenza di alcuni adolescenti alle prese con famiglie disunite. Non da meno per sensibilità narrativa è la parte dedicata al protagonista adulto che trova in un bravo e raffinato attore come Bentivoglio il giusto interprete. Prezioso il contributo della Golino e di Giannini.

Nando 19/06/10 15:47 - 3833 commenti

I gusti di Nando

Una storia di un'infanzia infelice come frutto del peccato porta un uomo a cercare la vendetta nei confronti dei fratellastri. Un bell'affresco italiano con un buon cast in cui Bentivoglio emerge decisamente. Poetiche le scene adolescenziali più contorte quelle della maturità.

Panza 18/12/18 13:25 - 1864 commenti

I gusti di Panza

Bastano pochi minuti per entrare subito in empatia con il difficile passato del protagonista, uno stupendo Bentivoglio a cui basta solo lo sguardo per trasmettere le emozioni del suo personaggio, raccontate con delicatezza e pathos. Il discorso sul ritorno alle origini non è certo nuovo ma sono i caratteri dei personaggi anche secondari (il padre e il fratello minore) e la raffinata regia di Campiotti (notevoli le dolly messe al punto giusto) a colpire nel segno stupendamente incollando lo spettatore allo schermo. Da riscoprire.

Paulaster 30/03/21 09:57 - 4500 commenti

I gusti di Paulaster

Fratellastro si prende la rivincita verso chi non l'ha accettato. Lo svelamento dei fatti avviene pian piano continuando a insistere sui disastrosi rapporti all'interno della famiglia allargata. La cattiveria dei toni scava in un dolore profondo di cui Bentivoglio riesce a mostrare anche i più piccoli aspetti (il non sapere del funerale del padre, lui ergastolano). Il fratello più piccolo equilibra i toni, pure se non viene risparmiato (in moto in giardino). La conclusione è liberatoria. Regia migliore quando non cerca di essere autoriale per forza. Giannini di gran presenza.
MEMORABILE: La forchetta piegata a tavola; La truffa del vaso; Il postino che rincorre in moto.

Giacomo Campiotti HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Giuseppe Moscati - L'amore che guarisceSpazio vuotoLocandina Mai + come primaSpazio vuotoLocandina Il sorteggioSpazio vuotoLocandina Preferisco il Paradiso
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Mauro • 4/03/11 14:31
    Disoccupato - 12096 interventi
    Alcune riprese sono state effettuate alla "casa del pittore" di Casciago