Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Chi tutto e chi niente: è il destino dei gemelli al cinema. Crescono insieme, di solito in un orfanotrofio come in questo caso, fino a quando uno dei due viene adottato. A quello la vita sorride (lavoro, casa, famiglia), all'altro no e medita vendetta. E' quanto capita a Kendra e Amber, con la prima che cresce negli agi e si sposa (bimbo in arrivo) e la seconda che si arrabatta come può rubando e sopravvivendo ai margini della legge. Quando Amber (Hartley), ormai cresciuta, riconosce in un giornale la sorella - premiata come miglior insegnante della sua scuola, perché la controparte buona dev'essere sempre bella, brava e intelligente - scopre con una certa facilità dove vive grazie ai registri dell'orfanotrofio...Leggi tutto (tornando lì ne approfitta per far fuori la direttrice, ancora la stessa di trent'anni prima, anche fisicamente!) e architetta un piano per sostituirla in tutto e per tutto. Un piano bislacco e approssimativo a dire il vero, poco conciliabile con qualsiasi mente criminale, che dovrebbe suggerire di agire in modo meno sciocco. Qui però la colpa è della sceneggiatura di Jenna Brister, ricca di incongruenze e ingenuità che rendono ben poco credibile la vicenda. E così, a dare sostanza all'ennesimo thriller televisivo raffazzonato e privo di fantasia, tocca alla star Lindsay Hartley (nel campo una delle migliori), che per una volta si concede pure una fugace scena di sesso in intimo nero che mette in risalto le splendide forme del suo corpo. Si sdoppia con buona vena, anche se si capisce come il suo ruolo ideale sia quello positivo, che le permette di lavorare maggiormente sull'umanità del personaggio e di interagire con l'unica figura maschile di rilievo della storia, il marito Dane (Cermak). Quella che proprio non funziona è la storia: l'espediente dei gemelli è da sempre uno dei più praticati dal "mystery" e solitamente mette alla prova la creatività degli autori; basti vedere come anche in un analogo prodotto televisivo italiano come GEMELLE venga utilizzato per spiazzare e promuovere interessanti colpi di scena. Qui no, tutto è prevedibile in ogni sua parte e non esistono sorprese in grado di smuovere le acque quel minimo che consentirebbe di sconfiggere la noia. Il tutto si risolve in azioni di stalkeraggio della gemella cattiva (inizialmente riconoscibile dal capello pettinato in modo diverso, poi nemmeno da quello), in un paio di omicidi cacciati dentro a forza e in qualche indagine a corollario, con il detective Mahoney (Flemming) che sciattamente butta lì qualche conclusione e la Hartley che alterna costantemente i registri: da impaurita e assennata a fredda e spietata. Si procede senza uscire un solo secondo dai binari del prevedibile cercando di far montare per quanto possibile un po' di tensione, ma non ce la si fa granché e soprattutto non si capisce perché né il detective né in banca, dopo aver visto un video rivelatore, non dicano chiaramente a Kendra come la donna che prende il suo posto è assolutamente identica a lei. Uno dei tanti buchi, per l'appunto. Seattle con la sua immancabile torre fa da anonimo sfondo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.