Benvenuto a Marly-Gomont

Media utenti
Titolo originale: Bienvenue à Marly-Gomont
Anno: 2016
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "The african doctor". Soggetto ispirato ad una canzone rap scritta nel 2006 dal cantante francese Kamini in cui parla con toni umoristici delle difficoltà di integrazione della sua famiglia, originaria dello Zaire, trasferitasi negli anni '70 a Marly-Gomont, piccolo borgo rurale nella regione Hauts-de-France, dove il padre ha esercitato per molti anni la professione di medico del paese.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/11/16 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 5/11/16 12:28 - 9647 commenti

I gusti di Daniela

Sperando di ottenere così la cittadinanza, un medico zairese si trasferisce con la famiglia in un remoto villaggio della Francia del Nord. Ottenere la fiducia dei paesani, che non hanno mai visto un nero in vita loro, sarà impresa dura... Caso raro di film ispirato ad una canzone, una commedia simpatica, in cui vengono bonariamente presi in giro pregiudizi e diffidenze radicate, superabili grazie alla conoscenza reciproca e alla buona volontà. Sembra una favola, ma è una storia vera, edificante nel senso positivo del termine, con un epilogo dolce e malinconico nel segno della tenerezza filiale

Galbo 6/11/16 07:51 - 11452 commenti

I gusti di Galbo

Negli anni 70, un giovane medico congolese si trasferisce con la famiglia in un piccolo villaggio della campagna francese. Una commedia dedicata alla difficile integrazione culturale di africani in terra straniera. Il film mantiene quasi sempre un tono ironico e bonario, con solo vaghi riferimenti politici, ma nel complesso si tratta di una pellicola piacevole, che si avvale di una gradevole ambientazione e può contare su un gruppo di bravi interpreti e di personaggi ben caratterizzati dalla sceneggiatura. Finale toccante.

Xamini 5/04/17 10:24 - 1026 commenti

I gusti di Xamini

Ha i toni della favoletta un po' grezza a cui fanno da corredo situazioni piuttosto prevedibili ma simpatiche (medico congolese in una cittadina di campagna francese). Racconta tutto con una certa leggerezza che porta al sorriso e si porta appresso la magica dicitura "tratto da una storia vera". Niente di travolgente.

Kinodrop 27/09/17 17:13 - 1600 commenti

I gusti di Kinodrop

Una storia (vera) di ordinario pregiudizio ai danni di un medico zairese che con la propria famiglia tenta di esercitare la professione e integrarsi in un paesino nel profondo nord della Francia. E' interessante il tocco misurato che Rambaldi ha voluto conferire, senza indulgere né al drammatico e allo sguaiato né cadendo nel sentimentalismo buonista, affrontando un tema così forte e purtroppo persistente. Si sorride spesso e si apprezzano la freschezza della sceneggiatura, il tratteggio dei luoghi e la sequela di personaggi che punteggiano la vicenda.
MEMORABILE: L'invasione della pittoresca parentela nel "grigio" paesino; Il piccolo fenomeno calcistico della figlia; La pantomima teatrale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.