"Aiutami Hope" stagione per stagione

2 settembre 2013

LA PAGINA DEGLI ESPERTI

In questa pagina sono raccolti i commenti pervenuti sulle singole stagioni di questa serie. Chi volesse contribuire commentando un'unica e precisa stagione non ha che da CLICCARE QUI e farlo, scrivendo nel forum il proprio commento e facendolo anticipare dal numero della stagione (es. STAGIONE 2) e dal relativo pallinaggio. Il commento verrà prelevato “automaticamente” (per via umana, cioè da me) dal forum e trasferito in questa pagina nel punto esatto.


STAGIONE 1 (2010)

***! Dopo la brusca interruzione di My name is Earl, Garcia inventa una nuova storia, che per un po' di episodi fatica a planare ma poi si mantiene su livelli medio alti di un umorismo fresco, alternativo e piacevole; con ambientazioni e stile di battute simili al mondo di Earl, così come anche simili sono gli incastri temporali narrativi; i personaggi sono solo pazzi (spicca la nonna con l'Alzheimer, ma non c'è nemmeno un personaggio normale) e le situazioni decisamente sempre piu assurde. Non male come prima serie, vedremo in seguito. (Fabbiu)

STAGIONE 2 (2012)
***! Per buona parte della seconda stagione la serie sembra volersi mantenere sui soliti standard, ma nella seconda metà qualcosa cambia: la situazione sentimentale di James e Sabrina, i profili caratteriali di tutti i personaggi (approfonditi di molto i secondari) ma anche la presenza e le origini "segrete" di Hope-Byonce. Garcia è un regista originale, coerente nel suo stile, gli sceneggiatori dimostrano una padronanza umoristica a metà tra il satirico e l'umanistico. Certo non tutti gli episodi si mantengono allo stesso livello qualitativo, idem per le battute (a volte qualcuna è di grana grossa), ma le strutture narrative degli episodi e le infinite invenzioni (numerosi riferimenti e omaggi a My Name is Earl, a sequenze di vecchi episodi della serie stessa, per non parlare dell'episodio "speciale" che parodizza la moda "reality" dei network americani) rendono il tutto ritmato e piacevole. (Fabbiu)

STAGIONE 3 (2012)
*** Aiutami Hope si è dimostrata per lungo tempo una serie tv dinamica, in grado di diversificarsi costantemente grazie ad alcune simpatiche trovate stilistiche. Si può dire lo stesso solo per una metà di questa terza stagione, che si concentra meglio su alcuni personaggi come la nonna, il direttore del supermercato e il collega di Jimmy capellone e psicopatico. Tra i momenti migliori l'episodio-parodia del film Una notte da leoni, ma anche quello in cui la famiglia visita gli studios televisivi di Hollywood; e soprattutto la bellissima puntata che omaggia il film Ritorno al futuro e che vede la partecipazione dell'attore Christopher Lloyd; ancora non mancano i continui riferimenti a My name is Earl (che si riconfermano puntualmente); passata la prima metà della stagione però, sembra quasi che le idee inizino a mancare, lo stesso umorismo scende di livello e le trame dei singoli episodi vanno via via appiattendosi in storielle ben sotto la media. Insomma: la famiglia di pazzi di estrazione sociale bassissima alle prese con una bambina nata da una serial killer inizia a mostrare evidenti limiti: evidentemente non era possibile elaborare ancora tante idee in grado di sfruttare il semplice soggetto (la bimba protagonista oltretutto diventa grandicella) e cosi, a differenza delle altre stagioni, non c'è una conclusione e gli episodi finali non mostrano colpi di scena in grado di annunciare un rinnovo della serie. Eppure sembrerebbe che una quarta stagione sia in cantiere, sebbene senza la partecipazione di Garcia come showrunner e sceneggiatore. (Fabbiu)

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0