Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SHARK - IL PRIMO SQUALO

All'interno del forum, per questo film:
Shark - Il primo squalo
Titolo originale:The Meg
Dati:Anno: 2018Genere: animali assassini (colore)
Regia:Jon Turteltaub
Cast:Jason Statham, Bingbing Li, Rainn Wilson, Cliff Curtis, Winston Chao, Shuya Sophia Cai, Ruby Rose, Page Kennedy, Robert Taylor, Ólafur Darri Ólafsson, Jessica McNamee, Masi Oka, Raymond Vinton, Hongmei Mai, Wei Yi
Note:Soggetto dal romanzo omonimo dello scrittore di fantascienza statunitense Steve Alten pubblicato nel 1997.
Visite:693
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/8/18 DAL BENEMERITO DIGITAL POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/8/18
La fossa delle Marianne ha il doppio fondo! Chi se l'aspettava? Quello che sembrava il limite è solo una fitta nebbiolina: oltrepassata, ti apre gli occhi su un mondo sconosciuto e incontaminato. Sul batiscafo sono meravigliati quanto i colleghi che dalla piattaforma seguono via video l'esplorazione, ma i primi hanno un problema in più: si trovano davanti un megalodon, che se ancora non sapeste cos'è fareste bene a darvi una ripassata ai tanti shark-movie che lo vedono protagonista. Trattasi del grosso antenato dello squalo, ufficialmente estinto giusto da un paio di milioni di anni. Ma il cinema se ne frega di certe rigide datazioni e te lo fa ciclicamente riapparire sugli schermi come se niente fosse: basta rompere qualche barriera che li tiene prigionieri negli abissi e i meg spuntano come funghi. Niente di nuovo insomma: si sfrutta un'idea abusata condendola con gli elementi caratteristici del genere. Disponendo di un budget superiore alla media però, e si vede. Non si eccede in ferocia e sangue per concentrarsi sulla suspense e sulla resa visiva che le dimensioni (25 metri!) del megalodon offrono, tanto che le prime due volte in cui il nostro compare in scena sono entrambe studiatissime: la prima quando striscia sul batiscafo per un pezzo coprendo progressivamente alla povera Suyin (Li) l'intera visuale con effetto alla INDEPENDENCE DAY, la seconda quando si mostra d'improvviso sulla vetrata alle spalle di una bambina che passeggia in un tunnel sommerso. A dire il vero però ci vuole un po' prima dell'entrée ufficiale. Ci vogliono le solite discese in batiscafo con incidenti, ci vuole il duro della situazione (Statham) che salva qualcuno lasciando indietro qualcun altro con conseguenti accuse reciproche... Fumo negli occhi per prolungare l'attesa. Poi Turteltaub capisce che lo spettacolo lo fa il megalodon e organizza il film in modo che viva in funzione di esso, limitando gli scambi tra personaggi stereotipati di scarso interesse a qualche battuta di Statham, magari con la bimba sveglia o con la di lei seducente madre (Li). Nemmeno offre chissà quale spettacolarità negli attacchi o nelle trovate legate alla furia del megalodon, ma dirige con buon brio mostrando una bella capacità di fornire intelligente omogeneità alle scene. Abbandona ogni parvenza di plausibilità per andare a inseguire lo shark-movie classico sul suo terreno più tipico: l'attacco ai poveri bagnanti, che in questo caso affollano il mare in modo indecoroso, starnazzando a frotte confusi in un carnaio tale che una strage lì parrebbe quasi una necessaria selezione naturale. Pure in questo caso però la ferocia a cui siamo abituati latita: si predilige l'effetto raffinato (belle le riprese dall'alto che evidenziano le gigantesche dimensioni del megalodon) a conferma di una regia elegante ed efficace, punto di forza di un film per il resto costruito senza particolare estro. Coproduzione cinese che si sente nel cast, diretto diligentemente (Statham una spanna sopra a tutti per come sa prendersi in giro) e nelle location, sequenze subacquee di un certo fascino per quanto si esageri con le fughe in batiscafo. Gli amanti del genere potranno in definitiva dirsi moderatamente soddisfatti.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 11/8/18 1:28 - 4117 commenti

Premesso che, se si vuole parlare di uno squalo realmente esistito, come il megalodon, non bisognerebbe però raddoppiarne le dimensioni, visto che era già enorme, si deve comunque ammettere che, come popcorn movie, la pellicola funziona abbastanza bene, con discreto ritmo e buoni effetti. Dialoghi leggeri, battute facili, ammiccamenti e sorrisetti fanno poi da condimento leggero, tra un megalodontico attacco e l’altro. Ovviamente, i caduti sono selezionati con cura, per evitare di urtare troppo lo spettatore (solo morti autorizzate dal ministero della famiglia).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Là fuori c'era un mostro...e mi guardava"; Tentativo quasi riuscito di ingoiare la gabbia trasparente; Megalodon 2, l'enorme vendetta. .
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 28/9/18 18:51 - 7398 commenti

Un goffo pesciolone di oltre 100 tonnellate contro 80 kg di testosterone concentrato: ovvio che non c'è partita ma non è l'originalità che si cerca in un block-buster estivo, anche se magari qualcuno degli stereotipi più vieti poteva essere risparmiato (la bimba!). Sarebbero bastati un poco più di estro nella regia, qualche risvolto meno prevedibile nella trama, un paio di morti inaspettate e dialoghi meno pedestri per farne uno spettacolo piacevole, nonostante la CG modesta, ed invece bisogna accontentarsi di ammirare quei pregevoli 80 kg in azione: film vedibile ma deludente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In negativo: lo stereotipo alto un palmo, con gli occhioni, il vestitino rosa e le alucce attaccate dietro le spalle, ovvero la BIMBA in pericolo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Markus 11/8/18 10:15 - 2619 commenti

Un team di ricercatori subacquei s'imbatterà in uno squalo di notevoli dimensioni che pareva estinto da millenni. Ricca co-produzione cinese che unisce il più classico degli stilemi dello shark-movie a quelli di un "action" destinato alle famiglie. Turteltaub rinuncia a spargimenti di sangue per dirottare il suo film in direzione di una tensione in taluni punti palpabile e con un ritmo narrativo che, nonostante la banalità del soggetto, risulta spesso assai coinvolgente. Statham protagonista è di fatto un valore aggiunto.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

124c 16/8/18 1:09 - 2575 commenti

Jason Statham, per salvare alcuni colleghi ricercatori subacquei, si trova ad affrontare un gigantesco squalo preistorico che affonda le navi e terrorizza i bagnanti di un'affollata spiaggia cinese. Siamo lontani dai temi tragici dello Spielberg di oltre quarant'anni fa; questa è un'imprevedibile, divertente e "caciarona" avventura estiva, dove c'è anche posto per il lato romantico, grazie alla presenza della brava Bingbing Li, che rivaleggia spesso molto bene con Statham. Giocattolo adatto a staccare il cervello per due ore.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rambo90 10/8/18 20:15 - 5317 commenti

Divertente blockbuster estivo che non si prende quasi mai sul serio, riuscendo anche a creare qualche sequenza di discreta tensione. Inizia bene, ha alcune forzature lungo il percorso, l'ironia non sempre riesce ma intrattiene per tutta la durata. Cast in palla, con Statham meno a suo agio degli altri. Buoni gli effetti e quasi tutte le sequenze con il Meg, leggermente carenti invece i dialoghi. Non male.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Piero68 22/8/18 10:56 - 2427 commenti

Deludente ma divertente. Nel senso che chi si aspetta il classico film su animali assassini resterà deluso visto che morti sanguinolente o attacchi violenti ce n'è davvero pochi o nessuno e che l'aspetto ironico è sempre dietro l'angolo. Insomma più un film avventuroso dove Statham fa la solita parte del duro che non si prende mai sul serio. Qualche citazione sparsa qua e là (non solo al capolavoro di Spielberg ma anche a film sci-fi) e CG troppo deludente in alcuni contesti. Godibile nel complesso ma con un 3D poco efficace e a volte confuso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bambino con il gelato; Il meg arpionato tira la barca all'indietro: citazione da Lo squalo.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Jandileida 24/8/18 14:19 - 1051 commenti

Al 150simo squalo della storia del cinema, si entra in sala più per godere del privilegio dell'aria condizionata che per reale voglia di azione. Per fortuna, invece, il languido torpore agostano è lavato via da una storia per nulla originale ma sicuramente ben congegnata che si discosta, almeno in parte, dalle già viste peripezie dell'uomo vs. pescecane. Statham poi ha ormai l'aura da ultimo dei mohicani dell'action ragion per cui l'aficionado si rallegra appena lo vede. Il finale troppo diluito e la mancanza di una certa vena ironica abbassano il giudizio.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Digital 10/8/18 14:28 - 830 commenti

Il mare cinematografico è infestato da un numero esponenziale di squalo-movie, il che rende complicato inventarsi qualcosa di originale. Malgrado ciò la pellicola di Turteltaub riesce mirabilmente a intrattenere tenendosi costantemente in equilibrio tra il serio e il faceto: un minuto prima si ride a crepapelle, subito dopo arriva lo squalo a far salire esponenzialmente il battito cardiaco. Altro punto a favore sono gli ottimi effetti in computer grafica e il cast, ben assortito. Un popcorn-movie che diverte anzichenò. Tanta roba la Bingbing Li.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Jurgen77 29/8/18 8:28 - 572 commenti

Pellicola sponsorizzata e "customizzata" per il mercato cinese. Quindi poco sangue, zero violenza e nessun effetto splatter. Se l'idea è trita e ritrita (vedi la miriade di pellicole targate "Asylum"), con il cast e il budget a disposizione, ci si aspettava di più. Effetti speciali non eccezionali per una trama che tutto sommato, seppur con qualche piccolo spunto decente, non coinvolge e non attira (magari invece ai cinesi farà un altro effetto). Se volevate passare una serata estiva tra coca e popcorn, dirottate su altro...
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Rikycroc77 12/8/18 13:37 - 43 commenti

Il romanzo Meg vede la luce sul grande schermo e il risultato è uno dei migliori shark movie dopo l'inarrivabile Lo squalo. Grazie a una premessa tanto semplice quanto affascinante (la scoperta dell'ignoto), Turteltaub imbastisce un'avventura vecchio stile grazie a un perfetto connubio di ironia, tensione e romanticismo. Effetti speciali spettacolari, tante citazioni e uno Statham in ottima forma completano il quadro. Punti deboli la colonna sonora, piuttosto anonima e la parte centrale un po' troppo dilatata. Spassoso ed entusiasmante!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'esplorazione sottomarina, visivamente abbagliante; La rivelazione del secondo Meg; "Zitto e nuota"; Il bambino col ghiacciolo; Statham vs squalo.
I gusti di Rikycroc77 (Animali assassini - Fantascienza - Horror)

Hiphop 4/9/18 12:23 - 17 commenti

Delusione di dimensione grossa come il bestione! La storia è la solita storiella tipica di quasi tutti i monster-movie. Scienziati rompiscatole risvegliano, in questo caso liberano, creatura preistorica che giustamente si arrabbia e cerca di vendicarsi. Il tutto però con ritmi in moviola, scarsità assoluta di scene memorabili, personaggi dimenticabili dopo un minuto scarso. Anche Jason, privato di decenti battute ironiche, sembra svogliato e fuori ruolo.
I gusti di Hiphop (Animali assassini - Documentario - Drammatico)