Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NEL PAESE DELLE CREATURE SELVAGGE

All'interno del forum, per questo film:
Nel paese delle creature selvagge
Titolo originale:Where the wild things are
Dati:Anno: 2009Genere: fantastico (colore)
Regia:Spike Jonze
Cast:Max Records, Mark Ruffalo, Catherine Keener, James Gandolfini, Chris Cooper, Catherine O'Hara, Paul Dano, Lauren Ambrose, Forest Whitaker
Visite:912
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/10/09 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/6/10 7:40 - 11140 commenti

Novello Peter Pan, il giovane Max fugge di casa incompreso dalla famiglia, per ritrovarsi su un'isola popolata da strane creature che altro non sono se non l'incarnazione di alcune delle sue paure. Molto bello lo spunto di questo film del regista Jonze. Il problema è che non è facile adattare un breve racconto (di Max Sendack) in un lungometraggio ed infatti il film soffre di qualche tempo morto di troppo ed alcune ripetizioni. E' tuttavia pregevole l'impianto generale con la costruzione del fantastico mondo dell'isola. Bella colonna sonora.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 17/3/20 10:12 - 7497 commenti

Jonze stira al massimo il brevissimo racconto per l’infanzia trasformandolo in un’epica avventura nell’insondabile labirinto delle emozioni, che come tale è rigorosamente fuori dagli schemi, disordinata, irrazionale. Il viaggio del bambino nell’isola dei mostri, che è poi il sé con cui fare i conti, è affascinante e disturbante al contempo. Bella idea di partenza, qualche sottigliezza visionaria, ma anche stanchezza narrativa e artificiose iniezioni di complessità psicologica adulta in un film per bambini (che quindi non è). A metà del guado.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 31/10/09 0:16 - 4424 commenti

Una buona pellicola, ben confezionata, ben diretta, con un convincente, giovane protagonista e un gruppo di mostri (rappresentano i suoi dubbi, le sue paure, le sue insicurezze, ma anche le gioie e la voglia di divertirsi) che di mostruoso hanno solo le fattezze, mentre le reazioni emotive sono decisamente umane, soprattutto la collera, l'invidia, la timidezza e così via. Una giusta colonna sonora accompagna il ragazzino nel cammino che lo porterà a una crescita interiore, alla consapevolezza di essere più fortunato di ciò che pensa. Come impostazione, diverso dalle solite minestre favolesche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dormire ammucchiati; "Nasconditi nella mia bocca"; All'uccello strappano il braccio e lui: "Era anche il mio braccio preferito".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 6/11/09 12:03 - 1495 commenti

Fiaba per bambini che procede un po' troppo a scossoni, sia per una sceneggiatura che zoppica (e certi dialoghi sono proprio mal scritti) sia per una regìa inutilmente frenetica. Con 20 anni di meno sulle spalle probabilmente lo avrei apprezzato di più, ma che posso farci... a fine proiezione (4 persone in sala contando anche lo scrivente) mi è restata l'idea di un prodotto mediocre, anche se i pupazzetti dei mostroni secondo me si venderanno benissimo. Spike Jonze si conferma un sopravvalutato, comunque.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Schramm 30/7/12 19:45 - 2409 commenti

Cristalloterapia alla mente, Jonze si imbarca e si incarta nell'impresa tanto oziosa quanto suicida di stirare a 100' un libercolo illustrato di circa 15 paginette senza minimamente curarsi di adottare un qualsivoglia punto di vista che filtri il salto nella tana del coniglio (è immaginazione? è super-reale?), tutto il resto è conseguenza: arido, statico e spento come i paesaggi, i personaggi e le situazioni che tratteggia senza che mai una sola volta lingua e linguaggio creino fenditure emotive o cortocircuiti razionali: ne va dell'Immaginifico, ben poco bambino e tutt'altro che selvaggio.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 8/4/11 23:09 - 7255 commenti

L'ho trovato semplicistico e scontato sia per ciò che riguarda la parte metaforica sia per ciò che riguarda quella narrativa. Mi è sembrato, infatti, che scegliesse sempre la via più semplice e, benchè il sottotesto risulti piuttosto chiaro, non vi ho trovato nemmeno particolare profondità. Inoltre non mi ha nemmeno "divertito", trascinato o coinvolto. Anzi ho faticato a portarlo avanti, trovandolo noiosetto e a tratti pretestuoso. Bando al politicamente corretto: il protagonista, pur avendo un "vissuto" non facile, è di rara antipatia.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 16/12/09 16:02 - 2075 commenti

Le 20 (sopravvalutate) pagine di Sendack riadattate in un poderoso spaccato dei paesaggi emotivi e delle pulsioni irrazionali che muovono l’infanzia. L’isola, nucleo primordiale identitario, libera espressione dell’io, è il galvanizzante rifugio dai conflitti generati dall’istituzione normativa familiare (il super io), ultimo approdo per la smarrita navicula del sé. Destinato a sfamare gli appetiti dello scalmanato bimbo che custodiamo dentro (casomai fosse sopravvissuto alle carestie e agli olocausti dell’età adulta) il corposo, elaborato film di Jonze, cattura e scuote. Splendido il sonoro.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 31/7/16 1:20 - 3166 commenti

Una sorta di Storia infinita in versione indie, che riesce ad affascinare nonostante la mancanza di una storia originale e di una fotografia all'altezza del resto della confezione. Viste le premesse l'impatto è quasi miracoloso: una buona tecnica e i dialoghi giusti al momento giusto riescono a umanizzare le creature selvagge e a prendere per mano lo spettatore conducendolo all'interno del loro mondo, mentre le eccellenti musiche regalano al film un'anima vera e propria, un calore che lo fa emergere tra i tanti prodotti dello stesso genere.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Brainiac 30/12/09 0:30 - 1081 commenti

Smesse le velleità d'esser Mr.Malkovich Spike Jonze decide di riviversi l'infanzia, prendendo per mano il bimbo frustrato che era ed accompagnandolo in una comune di Teletubbies anarcoidi, pupazzoni-teneroni che si faranno da genitori complici. In questo racconto formativo lo si segue volentieri, nonostante la sua faccia da schiaffi e sempre che si sia disposti a liberare quell'ostinata lacrima trattenuta da eoni. Film personale, quindi anfiteatro gremito di debolezze (quali una certa pretenziosità), ma talmente puro nell'offrire una spalla sui cui piangere che andrebbe proiettato nelle scuole.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Enzus79 31/7/10 16:26 - 1663 commenti

Credevo di assistere a qualcosa di simile ad Alice in wonderland, ma devo dire che questo film del buon Spike Jonze mi ha stupito in positivo, dato che non ci "regala" la solita melassa per bambini. La colonna sonora è appropriata alla storia. Simpaticissime le creature.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 31/7/10 10:52 - 635 commenti

Spike Jonze anche se si dà al genere per ragazzi non si allontana da un campo prettamente psicologico. Siamo nel classico momento della maturità del bambino, quando comincia a capire i momenti e le situazioni. Jonze è un ottimo regista e lo dimostra, il ragazzino è bravo davvero e con pochi effetti speciali (rispetto a molti prodotti contemporanei) il film riesce a ottenere un buon risultato.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Belfagor 12/6/15 11:50 - 2610 commenti

Passare da un racconto breve a un cortometraggio è sempre un'operazione rischiosa. Jonze non riesce a evitare completamente i tempi morti, anche se la durata non è proibitiva, ma il versante favolistico sorprende positivamente. Il merito è dei mostri, adorabili pupazzoni ottimamente animati che riescono ad attirare lo spettatore nel mondo della fantasia infantile. Invece la parte realistica è poco soddisfacente, vuoi per un protagonista piuttosto fastidioso, vuoi perché i problemi familiari non sono nulla di nuovo.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Didda23 11/12/10 16:11 - 2216 commenti

Spike Jonze è un regista di talento ed apprezzo moltissimo la sua filosofia sul set cinematografico (consiglio di vedere i contenuti speciali del Dvd) e soprattutto riesce sempre a girare dei buoni film. "Nel paese delle creature selvagge" ha il merito di essere un film profondo che analizza l'animo umano senza essere retorico e didascalico. Colonna sonora eccellente firmata da Karen O leader del gruppo newyorchese "Yeah Yeah Yeahs" ed ex-fidanzata di Jonze. Da vedere e rivedere.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Mickes2 7/3/11 15:45 - 1552 commenti

Prima parte molto buona ed interessante, spazi e tempi ben gestiti; ma nel prosieguo ho avvertito la mancanza di qualcosa: la sceneggiatura inizia a zoppicare, alcuni dialoghi sono scritti non benissimo e la regia è abbastanza anonima. Per il resto, la filosofia di Jonze non m'ha colpito, il fattore sentimentale nemmeno e verso l'ora di visione è sopraggiunta un po' di noia. Tuttavia la storia viene narrata senza la solita melassa ed eccessi di retorica.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Ishiwara 2/7/11 21:18 - 214 commenti

Visivamente piacevole ed interessante, ha il difetto di essere troppo vuoto per essere un film per adulti e troppo pieno per essere un film per bambini. Tempi alquanto dilatati - forse troppo - compensati da alcune buone sequenze. Lascia la strana sensazione che ci sia più di quanto appare, ma che tuttavia qualcosa manchi. Più intimista ed evocativo che non descrittivo, è nell'insieme un buon film che merita anche una seconda visione. Forse un protagonista diverso avrebbe giovato...
I gusti di Ishiwara (Animazione - Commedia - Drammatico)

Burattino 2/11/10 10:12 - 101 commenti

La nuova fantasy assume aspetti sempre più oscuri; Jonze, ormai regista maturo, impiega dieci anni per tradurre su grande schermo un libro che è poco più di una filastrocca e lo fa con grande efficacia. L'inquietudine del bambino che fa i conti con sè stesso è palpabile, i personaggi ben caratterizzati e il finale riesce a non perdersi in inutili melancolie famigliari. Esemplare film di formazione.
I gusti di Burattino (Animazione - Erotico - Horror)

Mike00void 6/11/09 19:08 - 8 commenti

Un poroso e dolcissimo viaggio nella fervida immaginazione di un bambino in fuga da una triste realtà familiare. Una storia semplice, ma tuttavia calda e commovente, capace di farci ricordare cosa significhi emozionarsi per le piccole cose. Film piacevole, forse più per adulti nostalgici che per bambini, dall'estetica gradevolmente imperfetta. Sulla scia di pietre miliari come Labyrinth e La storia infinita o della produzione di Guillermo del Toro.
I gusti di Mike00void (Azione - Fantascienza - Horror)