Welcome to the Rileys

Media utenti
Titolo originale: Welcome to the Rileys
Anno: 2010
Genere: drammatico (colore)
Regia: Jake Scott
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/12/12 DAL BENEMERITO PAULASTER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 6/10/14 17:05 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Alla sua seconda regia cinematografica il figlio di Ridley Scott adatta un soggetto d'alta drammaticità - il lutto, l'agorafobia, la crisi esistenziale, la surrogazione degli affetti perduti - da lui diretto per sottrazioni ed ellissi, svelando a poco a poco i segreti, le pene e la pietas dei tre personaggi. Gandolfini recita flemmatico e sommesso, dando forma ad un meraviglioso, commovente ritratto maschile; lo completano le irrequietezze della Leo e le impulsività adolescenziali della Stewart. Nessun improbabile lieto fine, né patetici semplicismi da cinema mainstream. Umano.
MEMORABILE: Gandolfini che trattiene un dollaro dalla pigione dovuta alla Stewart ogni volta che lei pronuncia la parola "stronzo".

Paulaster 23/12/12 19:45 - 2869 commenti

I gusti di Paulaster

Coppia matura distrutta dalla perdita della figlia adolescente riemerge grazie ad una stripper. Cast di livello che interpreta ottimamente le parti: la Leo intensa nei silenzi pesanti, Gandolfini opera in un ruolo già consono alle sue corde e la Stewart che conferma il suo innato talento. Qualche eccesso di melodramma, specialmente nelle scenografie, non inficia un girato colmo di speranza. Regia misurata che forse si perde nell’epilogo.

Daniela 30/08/19 18:40 - 9651 commenti

I gusti di Daniela

Otto anni dopo la morte della figlia adolescente, due coniugi vivono da separati in casa: lei si è autoreclusa, lui cerca in altre donne quel calore che non trova più fra le mura domestice, fino a quanto si imbatte in una spogliarellista sedicenne... Un altro film sulla difficoltà di elaborare un lutto devastante: questo può contare su una sceneggiatura equilibrata, anche se a tratti troppo elusiva, e su valide prove del cast: Stewart in parte, Leo intensa, Gandolfini in grado di far trasparire tutta la fragilità e il dolore del suo personaggio dietro l'aspetto massiccio e l'aria burbera.

Galbo 21/01/20 19:21 - 11452 commenti

I gusti di Galbo

L’elaborazione del lutto per la perdita della figlia da parte di una coppia della middle class americana. A fronte di una trama non molto originale, è evidente un “approccio” alla vicenda particolarmente attento alle psicologie dei personaggi principali, che trovano nell’occuparsi di una giovane in difficoltà una catarsi emotiva che li riavvicina. Il film offre una bella prova di recitazione del cast, con Galdolfini e la Leo particolarmente ispirati e una prova intensa anche di Kristen Stewart. Finale non scontato e realistico.

Claudius 11/10/20 07:52 - 432 commenti

I gusti di Claudius

Toccante dramma che affronta il tema dell'elaborazione del lutto (il più straziante che possa capitare). Scott figlio scava a fondo nella psicologia dei personaggi cercando di evitare scivoloni gratuiti (qualche scena si poteva evitare, comunque) e temi come l'agorafobia, lo sbando emotivo e il prendersi cura di una giovane difficile (vedendo in lei un'altra figlia) sono ben resi. Splendido il cast: eccellente Gandolfini ma intensi anche la Leo e la Stewart (sexy, selvaggia e sboccata come non mai ma anche fragile). Vale una visione.
MEMORABILE: Gandolfini che insegna come rifare il letto e il bel finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.