Cerca per genere
Attori/registi più presenti

KINATAY - MASSACRO

All'interno del forum, per questo film:
Kinatay - Massacro
Titolo originale:Kinatay
Dati:Anno: 2009Genere: drammatico (colore)
Regia:Brillante Mendoza
Cast:Coco Martin, Maria Isabel Lopez, Julio Diaz, John Regala, Jhong Hilario
Visite:404
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/11/11 DAL BENEMERITO JOFIELIAS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 10/8/15 11:23 - 2248 commenti

Nel canicolare degrado umano-urbano filippino, la mdp si comporta come un geometra e rovista si infila perlustra ovunque, perimetra le aree; più tigmotattica di una blatta costeggia maniacalmente i muri i corpi gli anfratti gli angoli le luci le ombre e lo spazio tra esse, crea rapporto tra spazi o spazi per addizioni di porzione di spazio per raccontare di uno sgarro punito con il massacro del titolo sotto gli occhi di un aspirante poliziotto che episodi simili dovrebbe contenerli e punirli non fosse che tiene famiglia. Ma il balzo da Kinatay a Kinotay ha uno slancio di base affaticato. Nì.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 9/12/16 0:46 - 6835 commenti

Una mattinata da sogno, una notte da incubo. Questa in estrema sintesi la storia che ci racconta il filippino Mendoza che pur nel suo realismo e nella sua crudeltà, non gioca mai sporco e non tira mai, se non forse in un'occasione o due, colpi bassi e gratuiti nella pancia dello spettatore. E così anche noi ci immergiamo assieme al protagonista in un viaggio all'Inferno durissimo in cui la macchina da presa segue ciò che succede, pedinando il protagonista ed il suo sguardo con metodo che qualcuno potrebbe definire neorealista e zavattiniano. Non lascia indifferenti, ma è da vedere.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Pinhead80 5/2/19 21:09 - 3230 commenti

Nello stesso anno in cui gira Lola, Brillante Mendoza sforna quest'opera bestiale che nulla a che vedere con tenere nonnine. Un novello sposo si aggrega con un gruppo di malviventi e rapisce una prostituta, da li in avanti il delirio ha inizio. I ritmi sono lenti come ci ha abituato il regista ed è l'attesa che strenua lo spettatore, nella speranza che qualcosa ribalti la situazione. Fare le scelte giuste al momento giusto è il sogno di tutti, non avere scelta invece è un incubo senza fine. Un pugno allo stomaco ma ci si aspettava di più.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Mickes2 17/4/12 15:52 - 1550 commenti

Minimale e svuotata di ogni spettacolarizzazione, quella di Mendoza è un'inesorabile discesa negli inferi - passo dopo passo, luogo dopo luogo - avvolta nel buio. Il buio che tutto inghiotte e ammanta, che sistematicamente oscura i volti nascondendo l'animo (e la morale umana) di carnefici senza scrupoli. Peping come ultima àncora di salvezza, spartiacque di vitale importanza di una società divisa tra valori umani, etica, innocenza... e il baratro di un'esistenza votata al crimine organizzato. Durissimo e sconvolgente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il massacro della prostituta.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Greymouser 15/7/12 17:04 - 1441 commenti

Tanto lento e statico nel ritmo quanto orribilmente feroce e realistico nella rappresentazione di una notte di violenza estrema e meccanica, nella quale si intrecciano incestuosamente innocenza e brutalità, a comporre un quadro infernale e verminoso di una società corrotta che ingoia ogni più piccolo sentimento di umanità. La figura di Peeping, aspirante poliziotto e complice di stupratori assassini per denaro, novello sposo e amorevole padre, è indimenticabile nelle sue contraddizioni, sospesa fra ripugnanza e compassione.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Gestarsh99 9/2/12 23:27 - 1061 commenti

Resoconto zavattiniano e iperrealistico di una notte da incubo nei bassifondi metropolitani di Manila, scrutando con fatica nel buio il rude svezzamento al crimine del giovane Peping: lui, silente spettatore ("peeping", appunto) di un ritualistico blitz punitivo ai confini dell'orrore; lui ancora, snodo umano di una contiguità inconciliabile tra etica personale e amoralità delinquenziale. La regia modella con mano sicura i punti fermi del minimale e dell'improvvisazione ma spesso si accoccola su un dardennismo che nulla esclude, dai raccordi meno utili alle parentesi più prolisse.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fredda macellazione della prostituta torturata, stuprata e ripetutamente accoltellata; Peping che tenta infantilmente di filarsela su un bus fermo.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Jofielias 3/11/11 16:24 - 170 commenti

Dopo Ladri di Biciclette, arriva dalle Filippine "Assassini di prostitute". Se doveste sposarvi e vi servissero 2000 dollari, accettereste di partecipare a un omicidio? Raramente film così lenti - sembra girato in tempo reale - risultano così ricchi di pathos, di ritmo interno. Un dramma che agghiaccia come un horror e che non elide alcun passaggio disturbante in sede di sceneggiatura. E non lo fa per il gusto dello shock, ma per l'idea zavattiniana di smontare il meccanismo per comprenderne il funzionamento. Imperdibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio di Madonna.
I gusti di Jofielias (Fantascienza - Horror - Thriller)