La vergine sotto il tetto

Media utenti
Titolo originale: The moon is blue
Anno: 1953
Genere: commedia (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/05/10 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 22/05/10 08:54 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Rielaborazione di una fortunata pièce di Broadway in una commedia d’appartamento ove Preminger supera la ristrettezza del set con dialoghi svelti, vivaci e alquanto arditi nei loro espliciti riferimenti alla sfera sessuale (verginità e amori facili) e con il sostegno dell’affiatato terzetto Holden-Niven-McNamara; l’esito è al di sotto dei consueti standard del regista – certo più a suo agio nel dramma – ma contribuisce a rafforzarne competenza e professionalità. L’origine teatrale persiste fin dalla scenografia introduttiva, che sostituisce con un poster la veduta dall’Empire State Building.

Mickes2 22/11/13 12:22 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Questa commedia di Preminger osò in modo tanto intelligente da scalfire (dopo tuttavia non poche peripezie) il super-ermetico codice Hays. Punti di forza sono i dialoghi pungenti e ritmati intrisi di doppi sensi, personaggi interessanti (tutti per motivi diversi) dove emerge la sbarazzina, intrigante e iperattiva MacNamara e la capacità di interessare lo spettatore a suon di sghignazzi. Ma dal maestro austriaco ci si aspetta sempre qualcosa in più che qua non c’è, quindi “solo” un film piacevole e discreto.

Daniela 6/05/17 22:43 - 9522 commenti

I gusti di Daniela

Una vergine scaltra, un giovane architetto e il padre dell'ex fidanzata di lui: un triangolo in cui si intromettono altri personaggi con funzioni di disturbo: da un successo di Broadway, una commedia sofisticata che con il passare del tempo ha perso l'aura di scandalo, ma ha conservato una piacevole frizzantezza. Merito di dialoghi in punta di penna e soprattutto del cast, con Niven perfettamente a suo agio nel ruolo di maturo dongiovanni, Holden attraente e volenteroso, la minuta esordiente McNamara che ricorda la grazia di Audrey Hepburn.

Faggi 3/05/18 13:19 - 1507 commenti

I gusti di Faggi

Teatrale e spigliato, audace (per l'epoca) e quasi osé (i dialoghi, nemmeno così velati nei continui riferimenti alla sfera sessuale); leggero e scanzonato, professionale (un solido successo di Broadway alla base, attori dal preciso aplomb, un maestro dietro la macchina da presa). Tuttavia, visto oggi, piace ma non fa cadere in deliquio dei sensi e l'iperattività verbale della giovane protagonista potrebbe insinuare perplessità. Infine: tutto troppo in ordine, nessuna sorpresa visuale che magari ci si aspettava dell'artefice Preminger.

Rigoletto 16/10/20 11:03 - 1604 commenti

I gusti di Rigoletto

Commedia amorosa che ruota attorno a tre personaggi: lui, architetto rampante, lei, ingenua e chiaccherona, e l'altro, quasi suocero del primo, irrefrenabile don giovanni. Una tresca portata avanti dalla bravura degli attori (inclusa l'esordiente McNamara) che consentono al film un discreto risultato, per quei tempi. Dialoghi gustosi e tempi narrativi corretti lo rendono un prodotto che senza fare sfaceli si muove con dignità e grazia su un rasoio morale rischioso.
MEMORABILE: L'arrivo del padre della ragazza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 6/08/17 08:55
    Segretario - 3038 interventi
    Dvd Golem disponibile dal 11/10/2017.