Cerca per genere
Attori/registi più presenti

COLE IL FUORILEGGE

All'interno del forum, per questo film:
Cole il fuorilegge
Titolo originale:Cole Younger, Gunfighter
Dati:Anno: 1958Genere: western (colore)
Regia:R.G. Springsteen
Cast:James Best, Frank Lovejoy, Abby Dalton, Jan Merlin, Douglas Spencer, Ainslie Pryor, Frank Ferguson, Myron Healey, George Keymas, Dan Sheridan, John Mitchum
Note:Soggetto basato sul romanzo "The Desperado" di Clifton Adams, pubblicato nel 1950.
Visite:96
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/8/16 DAL DAVINOTTI
Un western come tanti, che dovrebbe avere nella star Frank Lovejoy (non certo avvezzo al genere) il principale motivo d'esistere; la verità è che non è in nemmeno lui il vero protagonista ma James Best, che nel ruolo del giovane Kit Caswell è un ribelle in fuga dall'oppressione dei "bluebellies", la polizia corrotta e tirannica del Governatore. Siamo nel Texas del 1873 e basta poco per far reagire male i blubellies: basta anche solo chiamarli così... E' quanto fa Kit il quale, portato assieme all'amico Frank (Merlin) al cospetto del capitano della polizia, non accetta di farsi maltrattare da questi finendo col contrattaccare picchiandolo. Costretto alla fuga con Frank dopo quanto accaduto, incontra lungo la strada il fuorilegge del titolo (per l'appunto interpretato dal divo Frank Lovejoy) arrivando a passare con lui molto più tempo del previsto, trovando poi il tempo di tornare in città e partecipare a uno scontro a fuoco al saloon. Si tratta dell'evento chiave del film perché a lasciarci la pelle saranno proprio due bluebellies, la qual cosa porterà a un processo con colpo di scena finale annesso. Lovejoy prova a tratteggiare un criminale un po' sui generis, senza mai salire sopra le righe e lasciando che gli si rubi pure la scena senza troppi problemi. E' Best a fare il film, dopotutto, con le sue crisi per la lontananza dalla ragazza che ama (la splendida Abby Dalton), la voglia di tornare in paese e qualche sparatoria imprevista in cui avrà modo di dimostrare una certa maturità. Piuttosto insolito il rapporto d'amicizia che lega lui e Frank, col quale avrà presto un diverbio che li porterà a dividersi, ma nel complesso siamo nei canoni del western più convenzionale, cui sicuramente manca qualcosa che lo possa rendere memorabile. Ci sarebbe il processo conclusivo, a dire il vero, unica fase in ci si stacca dall'anonima routine, ma è breve e non sufficiente a caratterizzare il film. Lovejoy non sembra molto a suo agio in un ruolo diverso dai suoi abituali, scenari e fotografia non lasciano tracce, la sceneggiatura non offre spunti di interesse. Un prodotto di fatto dedicato quasi esclusivamente ai veri amanti del genere.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Daniela 6/12/19 23:52 - 8456 commenti

Dopo la fine della guerra civile, gli animi sono ancora caldi e basta poco per cacciarsi nei guai con la legge. E' il caso di un giovanotto costretto alla fuga per aver difeso un suo amico che si rivelerà un mascalzone, a differenza di un bandito conosciuto durante la la latitanza, solo apparentemente cinico... Western di routine il cui motivo di interesse poteva essere costituito dalla presenza di un bravo attore come Lovejoy in un ruolo per lui inusuale, ma il suo personaggio, nonostante il titolo lo indichi come protagonista, ricopre una parte di fianco per quanto significativa.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)