DISCUSSIONE GENERALE di Crawl - Intrappolati (2019)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Gestarsh99 • 17/08/19 17:53
    Vice capo scrivano - 20258 interventi
    Della serie "Kaya Scodelario: la bionica albionica".

    SPOILER SPOILER SPOILER

    Mentre i maxi-alligatori giocano allegramente all'acchiapparello con babbo e figlia alluvionati, l'inscalfibile protagonista finisce per ben due volte tra le fauci dentate dei rettiloni (pressione mascellare: 150 kg/cm²), riuscendo magicamente a preservare gamba e braccio azzannati e in pratica cavandosela con delle semplici lacerazioni da morso canino.

    Ipotesi: saranno alligatori gentili? saranno alligatori con la dentiera che balla?
    Risposta: no, manco p'o cactus!

    Dimostrazione: poco dopo, un morso identico ai precedenti stacca di netto un braccio al paparino. Proprio come accadrebbe in natura.

    Morale della favola: sì, Kaya Scodelario è una bionica albionica!

    SPOILER SPOILER SPOILER
    Ultima modifica: 2/12/20 19:08 da Gestarsh99
  • Herrkinski • 18/08/19 17:33
    Consigliere - 2471 interventi
    Hahaha, sì in effetti la totale sospensione dell'incredulità è d'obbligo...
    Dal film mi aspettavo qualcosa di meglio, comunque l'ultima mezz'ora è un buon esercizio di stile registico e mantiene una certa spettacolarità. Poi vabbè, io sono un fan incurabile di alligatori e coccodrilli e rispetto a certi abomini in CGI degli anni 2000 qui perlomeno sono fatti decentemente, anche se continuo a rimpiangere gli SPFX pratici dei tempi che furono.
  • Gestarsh99 • 19/08/19 17:54
    Vice capo scrivano - 20258 interventi
    Si, anch'io mi aspettavo molto ma molto di più, visti anche i trascorsi gloriosi del regista francese. Fa spettacolo, ok, ma se confrontiamo il film con alcuni prodotti affini, tipo certi squalo-movies recenti di buona fattura - formale e contenutistica - come Paradise beach (2016) o 47 metri (2017), il divario tecnico, qualitativo e spettacolare si fa sentire. Non so se hai presente quanti colpi di scena ben assestati e quante sequenze shock riuscitissime sfoggiano i due succitati film.

    D'accordissimo senz'altro sulla questione delle migliorie computergrafiche, imparagonabili alle oscene coccodrillate del decennio passato.