Cerca per genere
Attori/registi più presenti

COME FU CHE MASUCCIO SALERNITANO, FUGGENDO CON LE BRACHE IN MANO, RIUSCý A CONSERVARLO SANO

All'interno del forum, per questo film:
Come fu che Masuccio Salernitano, fuggendo con le brache in mano, riuscý a conservarlo sano
Dati:Anno: 1972Genere: comico (colore)
Regia:Silvio Amadio
Cast:Romano Bernardi, Giulio Donnini, Giorgio Favretto, Vincenzo Ferro, Dorit Henke, Piero Lulli, Emilio Marchesini, Barbara Marzano, Gianni Musy, Antonio Scardina, Carmen Silva, Silvio Spaccesi, Melu Valente, Enzo Veronese, Anna Lina Alberti, Giampiero Arrigo, Adolfo Belletti, Fernando Cerulli, Vinicio Dimanti, Isabella Biancini, Ferruccio Fregonese, Rina Franchetti, Annarosa Garatti, Vittoria Di Silverio, Luigi Antonio Guerra, Maria Tedeschi
Note:Aka "Come fu che Masuccio Salernitano fuggendo con le brache in mano riuscý a conservarlo sano". Vagamente ispirato al "Novelliere" di Masuccio Salernitano.
Visite:1421
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/1/10 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 16/1/10 23:30 - 4452 commenti

Non malissimo. C'Ŕ una cura lessicale nettamente superiore ai prodotti consimili e c'Ŕ pure, tranne alcune eccezioni, un accettabile livello recitativo (Spaccesi e Musy su tutti). Nel cast femminile spiccano il davanzale di Barbara Marzano, l'inettitudine recitativa della Henke e il bel musetto di Mel¨ Valente. Il film non entra neppure nella storia del cinema minore e non vale certo il migliore del filone decamerotico, ma ha almeno qualche citazione letteraria e operistica: lo si pu˛ guardare.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 10/7/16 18:43 - 3875 commenti

Due briganti si occupano di allietare le notti di giovani amanti o di racimolare qualche moneta gabbando uomini di Chiesa. Sviluppata in quattro episodi di modesta tenuta narrativa e sorretta da una valida colonna sonora opera di Pregadio (che con il cognome del regista realizza un duetto nomen omen non indifferente), la pellicola appare ben diretta e recitata a discapito delle ingiuste critiche d'epoca. Dialoghi non banali e nudi contenuti, oggi da educande, fanno da contorno a un plot - questo sý - anticlericale. Superiore alla media dei coevi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un frate bussa alle porte del convento per dare la buonanotte annunciando: "Ricordati che devi morire!". Replica: "Dopo di te, grazie...".
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 11/7/17 15:33 - 5737 commenti

Il titolo e la canzoncina sui titoli di testa restano certo pi¨ impressi dei cinque fiacchi racconti tratti da "Il Novellino". Un vero peccato, in quanto Amadio sa girare, riduce al minimo la volgaritÓ gratuita che spesso impesta i film decamerotici ed ottiene una buona resa da parte del cast, in particolare le colorite caratterizzazioni di Musy, Spaccesi e Lulli e la teatralitÓ dell'arcigno Donnini. Sul versante femminile, si fa notare il petto procace della Marzano, starlet feticcio del genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Marzano che, con la complicitÓ del frate esorcista Piero Lulli, si finge indemoniata .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Panza   31/5/15 14:00 - 1413 commenti

Decamerotico solo d'ambientazione ma non per la fonte (questa volta si cita il "Novelliere" di Masuccio Salernitano), di cui mi ha colpito qualche battuta che indubbiamente va a segno. Purtroppo, nonostante i goderecci nudi che appaiono nel corso della pellicola, non ci si eleva da una semplice operina d'imitazione che si fa particolarmente noiosa nel secondo tempo. Simpatico Spaccesi. Il wertmulliano titolo ha fatto indubbiamente storia.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Pessoa 21/6/17 9:33 - 1003 commenti

Decamerotico nella media che si distingue solo per il suo titolo chilometrico, giocato sugli astuti inganni che i due protagonisti mettono in atto in cambio di denaro (e non solo). La vicenda pesca spunti qua e lÓ sviluppati da una sceneggiatura ricercata ma spesso priva di sostanza con un linguaggio forbito che esalta la scarsa predisposizione di alcuni attori. Le donne mostrano le loro grazie, la Marzano ci aggiunge anche delle buone doti di attrice. Un film nella media del genere che comunque riesce a strappare pi¨ di una risata a chi gradisce il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ego me absolvo in nomine patris...".
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)