The liability - Film (2012)

The liability
Media utenti
Titolo originale: The liability
Anno: 2012
Genere: gangster/noir (colore)
Note: Presentato in concorso al 30° Torino film festival.
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/12/12 DAL BENEMERITO COTOLA
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 3/12/12 20:40 - 9134 commenti

I gusti di Cotola

Tra noir e commedia nera, un buon film che parte bene ed intrattiene piacevolmente fino all'epilogo. Gode di un buon ritmo, di una bella colonna sonora (con tanto di sorpresa d'epoca per noi italiani) e di un sceneggiatura ben scritta per quanto a tratti un po' troppo ammiccante e ruffiana e con alcuni "debiti". Belle prove di Roth e di Mullan, ma anche il giovane protagonista ha la faccia giusta (da schiaffi). Quel che si dice un buon film ed un discreto intrattenimento.

Daniela 27/02/13 11:17 - 12731 commenti

I gusti di Daniela

Per sdebitarsi nei confronti del protervo patrigno, un ragazzotto accetta di far l'autista ad un tizio che deve eseguire un "contratto"... Mi capita talvolta si vedere un film "al buio", affidandosi solo ad uno o due nomi del cast, in questo caso Roth e Mullan, convincenti entrambi secondo le attese, mentre colpisce la naturalezza del giovane O'Connell. Il risultato è una commedia nera piuttosto riuscita, che riscatta alcune falle narrative con la piacevole imprevedibilità degli eventi (a parte il vero oggetto del "contratto"), alcune sequenze spassose, una colonna sonora che riserva sorprese.
MEMORABILE: L'attacco con il primo omicidio in auto, in sottofondo "Una rotonda sul mare" di Fred Bongusto

Capannelle 16/11/13 23:23 - 4438 commenti

I gusti di Capannelle

Discreto film che riempie la serata rimasticando personaggi tutto sommato consueti in modo abbastanza coinvolgente. Gli manca qualcosa per diventare un buon film ma gli attori girano bene (Roth fa un po' da chioccia e Mullan è un gran bastardo) e il tono da commedia noir tiene senza prendere solenni cantonate o diventare una brutta copia di altre opere. Buono il doppiaggio.
MEMORABILE: "Non sono tuo figlio". "No, ma sei un mio problema".

Galbo 3/05/14 15:06 - 12438 commenti

I gusti di Galbo

Un noir non esaltante ma nel complesso godibile questo diretto da Craig Viveiros. Più che la sceneggiatura, in alcuni punti non chiarissima, funzionano le atmosfere da tipico film del genere e la recitazione degli attori, con un grande Tim Roth e una prova più breve ma incisiva di Peter Mullan. Se la cava discretamente anche il giovane protagonista. Buona la colonna sonora, con la curiosa presenza nei titoli di testa di un evergreen italiano, Una rotonda sul mare.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina The VanguardSpazio vuotoLocandina Dieci piccoli indianiSpazio vuotoLocandina Rillington PlaceSpazio vuotoLocandina Sonatine
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.