The invasion of the spiders

Media utenti
Titolo originale: Spiders II: Breeding Ground
Anno: 2001
Genere: animali assassini (colore)
Note: Sequel di "Spiders".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/12/08 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 9/12/08 22:57 - 3331 commenti

I gusti di Markus

La pellicola di Sam Firstemberg è divertente e godibile pur essendo notevolmente ingenua, ma d’altronde da questo sottogenere e da un modesto b-movie non mi aspetto grandi doti artistiche. L’azione non manca e le scene sono piuttosto attanaglianti, pur nei limiti del budget (difetto che spesso ha caratterizzato questo genere). Il ragnone incazzato questa volta è su una nave!

Ccm66 1/03/09 09:40 - 18 commenti

I gusti di Ccm66

Quello dei ragni cattivi è un sottogenere che mi ha sempre affascinato. Questa pellicola, che viene salvata da una discreta recitazione (soprattutto della bella Niznik), patisce l'essere stata realizzata con effetti speciali da Z-movie. La Tarantola di Jack Arnold era molto più credibile per il periodo in cui è stato girato. Apprezzabile l'opprimente clima di finta salvezza e di cospirazione che aleggia per la prima metà del film prima che gli ottozampe si liberino. Il riferimento al Ragno/Alien e alla Alexandra/Ripley è evidente.

Undying 6/09/10 20:24 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Coppia di naufraghi è tratta in salvo da una nave-laboratorio, all'interno della quale il protagonista Jason (Greg Cromer) ha strane visioni: cadaveri che appaiono e scompaiono; infermiere portatrici di enormi aracnidi, e via delirando. Sequel di nome, ma non di fatto, di un film altrimenti interessante, questo Spiders 2 pecca di difetti non indifferenti: si comincia con un tono serioso e poco adatto al plot, per proseguire con effetti speciali - realizzati in CGI - particolarmente scadenti. Da noi è stato distribuito direttamente in DVD.

Puppigallo 22/02/11 22:25 - 4526 commenti

I gusti di Puppigallo

Ecco la versione ragnesca di Alien (gli esseri umani usati come incubatrici; e guarda un po', la scena della fuoriuscita del parassita dallo stomaco...). Detto ciò, la pellicola è parecchio noiosa; e nonostante gli attori non siano pessimi e i dialoghi non facciano sanguinare i padiglioni auricolari, risulta comunque difficile salvare qualcosa. E' tutto trito e le poche scene col ragnone e i suoi figlioli sono diluite in un mare di dialoghi tappabuchi e inutili tentativi del protagonista di aprire gli occhi alla sua fidanzata. Oltretutto, l'improvvisa Rambizzazione di quest'ultima è ridicola.
MEMORABILE: Il ragno che ogni tanto barrisce; La riserva umana di cibo nella ghiacciaia.

Kekkomereq 8/11/11 21:47 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Secondo capitolo della serie dei film sui ragni giganti assassini, anche se tra i due film non c'è connessione. Il classico prodotto che il canale telesivivo americano SyFy propone ai suoi spettatori: brutti effetti speciali, buchi nella sceneggiatura e pessima recitazione, sopratutto quella dei due protagonisti Stephanie Niznik e Greg Cromer. Le risate sono assicurate per tutta la durata, ma il finale è il peggio del peggio: guardare per credere!

Myvincent 14/03/12 07:23 - 2604 commenti

I gusti di Myvincent

Quando un film è fatto male già solo la visione della prima mezz'ora sembra un'eternità. I difetti sono tanti: una sceneggiatura "bollita", effetti speciali da scuola elementare, recitazione mediocre, ritmo insostenibilmente lento. Praticamente nulla da salvare. Quanta nostalgia per i ragni giganti in b/n di Jack Arnold! Un altro film da evitare accuratamente...

Anthonyvm 4/05/18 18:23 - 2137 commenti

I gusti di Anthonyvm

Sequel per modo di dire del divertente Spiders di Gary Jones; qui la storia è molto meno movimentata, almeno all'inizio. Ci sono i soliti esperimenti (con cavie umane e quindi più di un riferimento ad altri film più noti, Allucinazione perversa fra i tanti), il solito scienziato pazzo con battute da fumetto eccetera. La seconda parte si rivitalizza un po' con l'ingresso dei ragni giganti, anche se sono molto lenti e poco minacciosi. Da notare il brusco e risibile mutamento della protagonista, da biondina passiva a eroina in stile Ripley.
MEMORABILE: I ragni che escono fuori dai corpi delle cavie incubatrici con schizzi di sangue piuttosto copiosi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.