La rapina del secolo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: El robo del siglo
Anno: 2020
Genere: commedia (colore)
Note: Vicenda ispirata ad un fatto di cronaca avvenuto in Argentina nel 2006.
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Heist-movie made in Argentina che racconta la storia vera (per quanto romanzata, e si vede!) relativa a una clamorosa rapina compiuta a una banca di Buenos Aires nel 2006. Apparentemente niente di nuovo, visto che il genere è stato affrontato da ogni angolazione al cinema, ma in questo caso il senso del film lo si trova nella genialata alla base del colpo, nata quando Fernando (Peretti), primo organizzatore del tutto e mente sopraffina, gran cultore della marijuana, si accorge che non sa bene come forzare la cassaforte della banca. Alla richiesta pressante in tema di Mario (Francella), il più esperto del gruppo, gran professionista nonché vero finanziatore del piano, non sa come rispondere e finirà con l'aggirare...Leggi tutto il problema: la soluzione trovata prevederà un ribaltamento sostanziale di quanto siamo abituati a vedere ed è ciò che rende il film gustoso, soprattutto per chi conosce il genere e le sue dinamiche, tendenzialmente sempre molto simili. Non che anche qui non si segua l'iter classico, con la presentazione dei due personaggi principali (gli unici che riescano a ricavarsi uno spazio personale) e il successivo sviluppo delle fasi del piano che presto si trasformano nell'attuazione vera e propria con l'innesto di qualche flashback atto a chiarificare alcuni passaggi (a dire il vero le fasi più deboli e superflue). Piace comunque l'approccio disincantato alla missione, a metà tra la professionalità alla OCEAN'S ELEVEN e la semiparodia alla SOLITI IGNOTI. Siamo in una terra di mezzo meno frequentata del previsto in cui, per l'appunto, ottima rilevanza hanno le performance dei due protagonisti, pacati e lontani dai modi esagitati che tradizionalmente sono caratteristica di chi partecipa a colpi simili. Tutto viene studiato con calma e estro artistoide, dovuto solo in parte alla placidità derivata dalla marijuana. C'è lo spazio per qualche buona battuta (non moltissime, a dire il vero), ma è l'approccio ironico, volutamente leggero a inquadrare con chiarezza la direzione intrapresa dal regista Ariel Winograd, che da par suo dirige correttamente senza sbavature riuscendo ad alzare la tensione quando serve. In film così il gusto maggiore viene spesso dallo scoprire come si elude l'intervento della polizia, ma qui è anche il rapporto col negoziatore (Luque) a dare bel sale alla vicenda, soprattutto perché a trattare con lui è Mario, precedentemente recatosi a frequentare un corso di recitazione per esser certo di reggere bene il confronto nei termini utili alla banda. Sposando quindi una simpatica ironia di fondo all'azione tipica dell'heist-movie si è ottenuto un risultato brillante, coinvolgente, a tratti spassoso e comunque bizzarro, chiuso magari banalmente ma all'insegna di una coerenza di stile e un'omogeneità encomiabile. Nulla di trascendentale ma un passatempo gustoso, curioso e realizzato con quel disincanto e quel tocco vagamente surreale che conferisce personalità al film permettendogli di farsi ricordare anche per qualche buffo passaggio e per la buona vena del cast.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/07/21 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 1/07/22
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 12/07/21 21:08 - 11655 commenti

I gusti di Daniela

Nel 2006 una banda di 5 rapinatori improvvisati mise a segno uno dei più clamorosi furti in banca nella storia argentina. Il film ne ripercorre le fasi a partire dall'"illuminazione" da cui è colto l'ideatore del colpo fino all'epilogo della vicenda seguendo lo schema classico dell'heist movie. In questi casi il rischio della banalità è forte, ma viene evitato grazie ad una regia scorrevole, una confezione vivace e un paio di assi nel cast come i poliedrici Francella e Peretti. il risultato è una commedia molto piacevole che, se non dice nulla di nuovo, lo dice però molto bene. 

Kinodrop 15/07/21 20:47 - 2326 commenti

I gusti di Kinodrop

Un'ingegnosa e paziente organizzazione per un colpo da 15 milioni di dollari ai danni di una banca argentina, andata perfettamente a segno con armi finte e senza violenza. Il regista ricostruisce un fatto veramente accaduto con un'impronta da commedia e uno stile scorrevole, anche se non originale, lasciando all'immaginazione il compito di ricomporre alcune fasi dell'evento. Azzeccate le musiche nei momenti action alla Ocean's eleven, ma soprattutto è da rimarcare il ruolo del cast, che sembra divertirsi a ironizzare sull'aspetto ideologico della rapina, specie Peretti e Francella.
MEMORABILE: L'intuizione geniale di Araujo; La festa di compleanno improvvisata per l'anziana presa in ostaggio; La navigazione sotterranea; La moglie gelosa.

Puppigallo 11/06/22 14:47 - 4911 commenti

I gusti di Puppigallo

Simpatica e riuscita commedia che può contare su un cast affiatato e su due protagonisti (Fernando e Mario) in grado di suscitare una certa empatia in chi ne segue le vicende. La narrazione scorre piuttosto fluidamente, sia nella prima metà della pellicola, in cui la banda si prepara, tra ideazione del piano e sopralluoghi, e la seconda in cui viene attuato, con l'esatto contrario dello scopo di ogni rapina, ovvero fare in fretta. Anche i botta e risposta, leggeri ma quasi sempre piacevoli, contribuiscono al funzionamento del meccanismo, mantenendo viva l'attenzione dello spettatore.
MEMORABILE: Lo stato da cannabis; L'iniziale tuta antisensori termici; "Dov'è il procuratore, sta venendo con un triciclo?"; "Nutria 1 a nutria 2"; La fuga.

Guillermo Francella HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.