Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MISSISSIPPI BURNING - LE RADICI DELL'ODIO

All'interno del forum, per questo film:
Mississippi Burning - Le radici dell'odio
Titolo originale:Mississippi Burning
Dati:Anno: 1989Genere: drammatico (colore)
Regia:Alan Parker
Cast:Gene Hackman, Willem Dafoe, Frances McDormand, R. Lee Ermey, Gailard Sartain, Stephen Tobolowsky, Michael Rooker, Pruitt Taylor Vince, Badja Djola, Kevin Dunn, Frankie Faison, Thomas B. Mason
Visite:1622
Il film ricorda:La caccia (a Buiomega71)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 23
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/10/07 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/10/07 6:02 - 10320 commenti

Nel 1964, nel sud razzista degli Stati Uniti vengono assassinati dal Ku Klux Klan tre attivisti di colore del movimento dei diritti civili. Valido film di Alan Parker molto efficace nel dipingere una certa società americana in cui molti sono complici di atti di razzismo. Sceneggiatura ben scritta (sebbene un po' scontata in alcuni passaggi) con alcuni momenti molto intensi (vedi la scena dell'impiccagione) interpretata da due bravi attori; molto efficace in particolare la prova di Hackman poliziotto dai modi rudi ma efficaci.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Homesick 24/9/10 10:42 - 5737 commenti

I retaggi schiavisti e razzisti degli Stati del Sud, impermeabili agli ideali di democrazia, uguaglianza e libertà sanciti dalla Costituzione americana, deflagrano negli atti di teppismo omicida del Ku Klux Klan e nella connivenza (ma più spesso attiva partecipazione) della comunità bianca e della polizia. Un'auto-critica cruda ed esplicita per un dramma di buona presa emotiva, forte di un manipolo di efficaci caratteristi – non ultimo Emery, indimenticabile sergente Hartman di Full metal jacket – e della vincente sinergia tra gli opposti Hackman, concreto e sbrigativo, e l’accademico Dafoe.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’FBI al contrattacco, con le stesse armi del Ku Klux Klan.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 14/2/09 19:23 - 6606 commenti

Discreto film di Alan Parker che pur facendo registrare alcuni squilibri (soprattutto il modo eccessivamente stereotipato di "dipingere" i personaggi), riesce comunque ad interessare e coinvolgere nonché a documentare una realtà dura da ammettere se si pensa che la pellicola è ambientata negli Stati Uniti verso la metà degli anni Sessanta. Buona la prova del cast.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 13/2/09 12:31 - 1491 commenti

Da una storia vera il racconto dell'inizio della lotta al segregazionismo negli stati USA ex confederati, attuata sottraendo la materia dei diritti civili alle giurisdizioni locali e attribuendola a quella federale. Cinema d'impegno civile, preciso nella ricostruzione, con qualche concessione spettacolare, che si giova di interpretazioni intense dei protagonisti e di una giovane McDormand. Può forse essere eccessiva e manichea la caratterizzazione, anche estetica, dei poliziotti locali corrotti.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 12/5/14 12:29 - 7062 commenti

Ispirata ad un fatto di cronaca degli anni '60, è la storia di una indagine condotta da due agenti FBI per far luce sulla scomparsa di tre attivisti dei diritti civili. Parker punta molto sul contrasto caratteriale fra l'agente anziano, pragmatico, pessimista, pronto ad usare ogni mezzo, e il suo partner, classico idealista inesperto che non vorrebbe sporcarsi le mani, ma la dialettica è troppo sbilanciata a favore del primo, per cui il risultato, pur interessante, non convince del tutto. Buono comunque il ritratto del contesto ambientale, superlativo Hackman, bravi gli altri.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 11/11/07 23:06 - 3391 commenti

Film ben girato, equilibrato e che sfrutta bene la prova di tutti gli attori. Primeggiano Hackman e Defoe, così diversi ma così determinati, a modo loro. Ma anche il casting dei loro nemici, il gruppo dei razzisti raccolti intorno allo sceriffo, è efficace. Come trama è un thriller dove trova spazio anche la denuncia sociale (vedi il processo-farsa, le interviste, le persecuzioni). Bello vedere anche il rapporto tra Hackman e la moglie dello vicesceriffo, chiave di volta per la risoluzione della vicenda. Colpevolmente non si trova in DVD.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La falsa rincorsa nei campi.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Daidae 25/3/09 0:50 - 2344 commenti

Tratto da una storia vera (l'omicidio di alcuni attivisti antirazzisti), rappresenta uno spaccato tra l'America del nord progressista e quella del sud segregazionista e razzista. A dare peso alla storia due personaggi (non so quanto veri e attinenti), uno anziano e dai metodi bruschi, l'altro giovane e fedele al codice, entrambi agenti del FBI. La storia non sarà realistica al 100% ma il film è tutto sommato buono.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Magnetti 20/9/10 11:49 - 1103 commenti

Bel film di denuncia, basato su una storia vera, da parte del sempre ottimo Alan Parker. Grazie a una scelta azzeccata delle location e agli attori in grande forma si riesce a dipingere una ambientazione che trasuda razzismo nelle sue forme più bieche e radicate in una paese dalle molte contraddizioni. Ottimi i dialoghi e un plauso agli attori che impersonano i membri del KKK che riescono a convincere. In questo caso menzione d'onore per la credibilità del personaggio interpretato da Michael Rooker.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Redeyes 16/4/14 14:15 - 1931 commenti

Sembra, in virtù della pluri utilizzata contrapposizione tra idealista e disincantato, l'ennesimo film perdibile, eppure Parker con bravura riesce a catturarci e farci arrabbiare. Ottimo il cast, con un Hackman una spanna sopra gli altri e cattiv, che, pur nel loro esser stereotipati, non deludono affatto. Di diritto fra le migliori pellicole che trattano questo tema. Da vedere.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Lovejoy 9/2/09 18:27 - 1825 commenti

Basato su una storia drammaticamente reale, una pellicola che inizia bene e finisce col fiato corto. Non basta l'abile regia di Parker a riscattare una pellicola che da metà film inizia a sfaldarsi nel ritmo, finendo per appiattire la vicenda e i suoi protagonisti. Hackman comunque è uno spettacolo e Dafoe è un ottima spalla. Solo per i due protagonisti, vale la visione.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Saintgifts 30/3/16 20:24 - 4099 commenti

Dal 1964 al 2009, con l'elezione di un Presidente di colore, qualcosa è cambiato negli Stati Uniti in 45 anni. Il film di Parker è notevole, così come lo sono le le interpretazioni, anche se Hackman fa qualche occhiolino di troppo. Evidenziata la debolezza delle leggi in certi frangenti, per cui il ricorso ad azioni "fuori regola" sembra l'unico modo per combattere il crimine ad armi pari; Hackman e Dafoe rappresentano le due facce dei tutori della legge in modo credibile. Rimane impresso il rimando alla Bibbia (Genesi 9 versetto 27) per fomentare l'odio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scandalosa sentenza del giudice, che trova giustificazioni ai razzisti criminali.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 3/6/10 17:20 - 2535 commenti

Valido più nelle intenzioni che nella realizzazione, nonostante le due prove convincenti di Hackman e Dafoe, affiancati da una giovane Frances McDormand. Quella che potrebbe essere un'acuta indagine sul razzismo si disperde invece in una rappresentazione troppo superficiale e manichea, il cui ritmo si sfilaccia nella seconda parte. Ricorrere agli stereotipi non è mai una buona idea, specialmente perché toglie credibilità ad una storia che è basata su eventi reali.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Piero68 18/8/11 9:49 - 2324 commenti

Da un fatto realmente accaduto un bellissimo film di denuncia che ha il suo piatto forte nel confronto-scontro tra le due personalità principali del film Dafoe-Hackman. Uno scoppiettante Parker, messo da parte i film musicali e reduce dal precedente Angel Heart riesce a mettere a segno un'altra grande lezione di cinema. Inutile dire che Dafoe e Hackman davvero si superano e si esaltano sotto la sua regia, dando vita a personaggi veri e credibili. Ma è tutto il contorno a cui il regista riesce a dare vita che è un grande esempio di cinema.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Myvincent 19/1/18 18:22 - 2001 commenti

Il tema del Ku Klux Clan è risaputo fino all'abuso e il rischio di cedere ai luoghi comuni sulle ingiustizie sociali nei paesi del sud degli USA negli anni '60, qui è più che reale. Gratificano il progetto due interpreti d'eccezione come Gene Hackman e Willem Dafoe, coi loro personaggi tagliati di sguincio e così differenti fra loro. Resta in bocca il sapore di un'opera che forse il tempo ha irrancidito un po'.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Buiomega71 15/9/14 21:37 - 1765 commenti

Il cinema di Alan Parker nel cuore nero dell'America, folle esaltazione xenofoba, profonda malvagità umana, viscerale odio razziale. Forse un po' manieristico e adombrato da una estrema presa di posizione (tutti i neri sono buoni e perseguitati, tutti i bianchi sono viscidi, psicopatici e assassini), ma si respira grandissimo cinema, notturno (le croci infuocate, i raduni del ku klux klan, la feroce e fulmimante esecuzione iniziale), umido, denso, profondamente vigoroso. Un intensità narrativa pari solo alla Caccia di Arthur Penn (di cui ha diversi punti in comune). Risoluto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non chiamarmi amico ebreuccio"; "Signor sindaco, signor barbiere"; La terribile (per noi maschietti) messa in scena dell'evirazione nel capanno.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Stefania 23/2/11 2:21 - 1600 commenti

L'abusata contrapposizione tra il giovane idealista e inesperto (Dafoe) che conduce le indagini secondo le regole, e la vecchia volpe (Hackman), ex-sceriffo, che predilige metodi meno ortodossi e non disdegna i colpi bassi, potrebbe risultare, in altri contesti, fastidiosamente schematica. Ma questo film è realistico, viscerale, sanguigno: sembra di sentirlo, quel silenzio assordante di una comunità impaurita, quel clima vischioso di sopraffazione che colpisce non solo i "negri", ma i soggetti deboli in genere. L'anima buia dell'America, in un gran bel film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Uccidere un negro non mi darebbe più pensiero che strangolare un gatto...".
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Minitina80 26/11/17 10:44 - 1590 commenti

Nella venefica regione del Mississippi gli Anni Sessanta non sono facili per la gente di colore e Parker ce lo ricorda ispirandosi a un fatto di cronaca realmente accaduto. Sceglie di non apporre filtri mostrandoci il razzismo come un purulento parassita ormai conclamato che le istituzioni più alte in grado faticano a contenere. Qualche concessione cinematografica non manca, ma Parker è aiutato da una compagine di attori a cui si può rimproverare poco. A volte dà l’idea di ripetersi, ragion per cui poteva durare qualcosa in meno.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Luchi78 18/10/11 11:09 - 1521 commenti

Mi aspettavo molto di più, visto il palmares di premi raccolto dal film, ma ci si può accontentare vista la drammaticità del tema trattato e l'interpretazione notevole di Dafoe ed Hackman. Non suscitano tanta impressione gli episodi di raccapricciante violenza narrati e realmente accaduti, quasi considerati normale prassi nel profondo sud americano; si segue invece con più attenzione il lavoro dei due investigatori per scardinare le cosiddette radici dell'odio. Tensione costante per tutto il film ma senza picchi. Leggermente sopravvalutato.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Greymouser 1/5/10 16:44 - 1441 commenti

Da un regista bravo e forse sottovalutato come Alan Parker, ecco un film crudo e solidissimo, sicuramente fra i più autentici e sentiti sul tema del razzismo nella provincia americana. Supportati da una sceneggiatura di ferro, Hackman & Dafoe si rivelano i grandi mattatori della vicenda, formando una coppia tanto eterogenea quanto alchimisticamente affiatata. Ma una menzione d'onore va anche al bravo caratterista Brad Dourif, in un ruolo non facile ma magistralmente interpretato. E' un film che non si dimentica.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Magi94 29/9/17 23:11 - 419 commenti

Un ottimo poliziesco basato sulla vera storia dell'uccisione di tre attivisti per i diritti degli afroamericani nel 1964 (!). L'atmosfera è forse la cosa più riuscita in assoluto: si respira l'aria pesante, il razzismo e la violenza che si nascondono dietro ogni stelo d'erba del Mississippi e l'intero stato viene messo sotto accusa. Forse è un po' troppo sbilanciato (verso una direzione ambigua tra l'altro) il confronto tra i due poliziotti, ma la recitazione di Gene Hackman è perfetta e crea un personaggio più che realistico.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Rullo 14/4/14 21:29 - 388 commenti

Un discreto film che rappresenta nella sua cruda violenza il sud degli States negli anni sessanta, che però purtroppo finisce per perdersi un po' per strada. La sceneggiatura perde presto di mordente a causa forse di un eccessivo martellamento sulla "posizione" dei personaggi, tanto da renderli quasi degli stereotipi ambulanti. La vicenda presenta alcuni passaggi un po' forzati e poco "coraggiosi". Fortunatamente l'abilità di Parker è quella di dirigere con grande maestria, complici un ottimo Hackman e un buon Dafoe. Molto belle le musiche.
I gusti di Rullo (Avventura - Commedia - Drammatico)

Neapolis  22/2/15 18:26 - 167 commenti

Mi piace il modo di far cinema di Alan Parker, per il modo forte e diretto con cui affronta la denuncia sociale del razzismo nella società americana. Non ci sono sconti per nessun bianco né tantomeno per le istituzioni locali, accusate di calare un muro di omertà sui responsabili dell'assassinio di tre attivisti civili del Mississippi. Gene Hackman agente dell'FBI, conoscitore delle dinamiche della gente del luogo, riuscirà con i propri metodi spicci ad arrestare i responsabili. Capolavoro di Parker assieme a Fuga di mezzanotte e Angel heart.
I gusti di Neapolis (Drammatico - Horror - Thriller)