Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FRANK AND CINDY

All'interno del forum, per questo film:
Frank and Cindy
Titolo originale:Frank and Cindy
Dati:Anno: 2015Genere: biografico (colore)
Regia:G.J. Echternkamp
Cast:Rene Russo, Oliver Platt, Johnny Simmons, Jane Levy, Marc Maron, Jessica Garrison, Claire Titelman, Fabianne Therese, Bennie the Cat, Miss Kitty the Cat, Nick Jones, Nicholas Loiacano, Joseph Oliveira, Matthew Tilley
Note:Aka "Frank & Cindy". Storia ispirata ai veri Cindy Brown e Frank Garcia (bassista degli Oxo), già portata su schermo dal documentario omonimo del 2007 diretto sempre da Echternkamp, il vero figlio dei due.
Visite:48
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: n.d.N° COMMENTI PRESENTI: 0
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/7/16 DAL DAVINOTTI
Come campare sulle stranezze dei genitori: G.J. Echternkamp, figlio dei veri Frank Garcia e Cindy Brown (perché la storia si basa su fatti reali), non pago di aver realizzato un documentario nel 2007 in cui mostrava al mondo i rapporti tra la madre e il patrigno, dirige pure un film, raccontando sempre gli stessi personaggi. Frank e Cindy quindi, ancora una volta, qui però interpretati da due attori di qualità come Rene Russo e Oliver Platt, effettivamente somiglianti all'ineffabile coppia. Realtà e fiction si fondono in uno sforzo metacinematografico che si appoggia, per colpire nel segno, all'eccentricità comprovata dei due: lui ex componente del gruppo Anni Ottanta degli Oxo (la copertina del vinile è davvero quella uscita al tempo, così come il videoclip del brano "Whirly girl"), ingrassato e semialcolizzato, lei ugualmente strampalata ma con la testa un po' più sulle spalle, unica lavoratrice in famiglia e decisa a smettere di bere nel momento in cui il figlio G.J. (Simmons) torna a casa dopo essersi laureato. Ma la convivenza non pare affatto facile e il ragazzo si sfoga dirigendo una sorta di documentario sulla coppia, che una volta passato in rete guadagna subito ampia visibilità. Ciò che noi vediamo è insomma la storia già raccontata nel documentario ma "romanzata", purtroppo penalizzata da una regia non all'altezza. Così, se da una parte è indubbio che i personaggi funzionino e che Platt e la Russo sappiano ispessirne i caratteri rendendoli interessanti, dall'altra si procede a fatica senza riuscire ad assemblare il materiale in modo godibile. Prese singolarmente molte scene divertono e convincono, infilate in sequenza evidenziano la povertà dell'insieme, centrato su una sceneggiatura che aggancia qualche buon momento, alcune frasi ad effetto, ma complessivamente delude. Johnny Simmons, ovvero l'attore che interpreta il regista (se si è capito il gioco delle parti), pur non demeritando particolarmente si ritrova a occupare le fasi più stanche, una canonica storia d'amore con la ragazzina dolce e perbene (Levy), impegnato a filmare Frank e Cindy e nel contempo a gestire un rapporto sentimentale tormentato. Il momento più divertente è forse quando torna a salutare il suo vero padre, che vive in una roulotte assieme ai suoi gatti, in condizioni persino peggiori di quelle in cui versano Frank e Cindy. Bislacco, simpatico, curioso ma anche ripetitivo e sfibrante.
il DAVINOTTI