Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL MOSTRO DELL'OBITORIO

All'interno del forum, per questo film:
Il mostro dell'obitorio
Titolo originale:El jorobado de la morgue
Dati:Anno: 1973Genere: horror (colore)
Regia:Javier Aguirre
Cast:Paul Naschy, Rosanna Yanni, Víctor Alcázar, María Elena Arpón, Maria Perschy, Alberto Dalbés, Manuel de Blas, Antonio Pica, Joaquín Rodríguez 'Kinito', Adolfo Thous, Ángel Menéndez, Fernando Sotuela, Antonio Ramis, Alfonso de la Vega, Sofía Casares
Note:Pare che i topi con cui deve vedersela il buon Naschy in una celebre scena siano veri (presi dalle fogne di Madrid!), così come alcuni cadaveri, presi in prestito da un obitorio autentico!
Visite:2070
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 18
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/1/08 DAL BENEMERITO DR.SCHOCK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 22/2/08 17:21 - 3875 commenti

Una trama delirante che somma ingredienti tipici dell'horror vecchio stampo (Frankenstein e La Jena) con inattesi squarci di violenza grafica - data l'epoca impressionante e, verosimilmente, realizzata su un corpo di cadavere - si chiude, inaspettatamente, sul tema dei Grandi Antichi lovecraftiani (in particolare, il Primordiale rimanda al cormaniano La Città dei Mostri). Altalenante e sinusoidale, per via di un inizio che tocca punte di lirismo romantico inframmezzato a scene di ferocia inattesa, vanta Paul Naschy in un ruolo memorabile.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 31/3/08 17:48 - 5737 commenti

Rivisitazione iberica di Frankenstein, sciaguratamente evasa dall’oblio a cui era stata a buon diritto condannata. Tutto è sorprendentemente sciatto, improbabile, ridicolo: la location, il trashissimo Naschy, lo psuedo-romanticismo mieloso da feuilleton di infima lega, le sequenze gore e d’azione, i grugniti del mostro assemblato dal mad doctor di turno. Nulla si salva, visto che non c’è neppure l’appeal di quell’estetica del brutto e del bizzarro che si riscontra nei nostri Polselli e Batzella. Da restituire all’oblio.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rebis 19/2/10 15:03 - 2068 commenti

Rozzo e puerile, con una sceneggiatura scombiccherata, il film di Aguirre (scritto dallo stesso Paul Nashy) si segnala per l’insistita e gratuita esposizione di scene splatter (piuttosto ben realizzate - considerato il budget - ma assolutamente innocue); vige lo spirito più melodrammatico, patetico e sensazionalista del cinema iberico, ma l’accumulo di clichè (Quasimodo, Frankenstein, Lovecraft) produce più assuefazione che empatia e il ritmo decelera irrimediabilmente. Gli interpreti sono sconfortanti; i dialoghi descrittivi, ma la regia non è del tutto priva di risorse.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 25/3/08 12:07 - 4660 commenti

Si respira aria di orrori Lovecraftiani, in questo bell'horror interpretato dall'icona del cinema del terrore iberico Paul Naschy. Romanticismo e dramma, ma soprattutto dosi eccessive e disturbanti (per l'epoca) di sangue (si dice adirittura che siano stati usati veri cadaveri!). Naschy è come al solito un ottimo interprete e il film si fa vedere piacevolmente.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Herrkinski 9/4/11 0:40 - 3848 commenti

B-movie nel tipico stile spagnolo del periodo, con protagonista l'altrettanto classico Paul Naschy nel ruolo di un gobbo stile Quasimodo. Per raggiungere il minutaggio (comunque scarso) e per ovviare ad una sceneggiatura limitatissima, nel film vengono inserite citazioni da un po' di tutto: Frankestein, Lovecraft, il gotico italiano anni '60... Per completare il quadro, qualche tocco grand-guignolesco e un'atmosfera sufficientemente macabra. Ma il ritmo latita, la fotografia è buia, l'approssimazione generale regna. Bizzarro, ma non basta.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Stubby 29/7/09 9:07 - 1147 commenti

Una rivisitazione del Frankenstein che ha come protagonista il servo, una sorta di mostro (ma nemmeno tanto) dallo spiccato romanticismo che fa di tutto per poter resuscitare la sua bella. Pellicola fatta con pochi mezzi ma piuttosto affascinante grazie alla bella atmosfera e alle suggestive location.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Orson 18/3/10 14:03 - 64 commenti

Orroraccio vecchio stampo, malsano e perverso, niente male. L'onnipresente tema romantico crea un bel contrasto con l'efferatezza delle scene splatter che si succedono con un buon ritmo. Il tutto è permeato da un maledettismo che funziona e da una figura come quella del Gobbo che rimane impressa. Anche se pieno di ridicolaggini trash (come i cadaveri che sembrano fatti di burro ogni volta che il Gobbo li amputa), il film tuttavia si lascia seguire con interesse e si impone come folle b-movie con una sua certa dose di originalità e coraggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I cadaveri sciolti nell'acido, l'innominabile creatura che cresce sempre di più dentro al vaso.
I gusti di Orson (Horror - Poliziesco - Thriller)

Myvincent 18/2/18 22:15 - 2073 commenti

Ricorda un po' la storia celebre del gobbo di Notre Dame, questa macabra storia dove un mostro deforme aiuta uno scienziato scriteriato a reperire cadaveri e pezzi anatomici per folli esperimenti. Le incursioni romantiche aleggiano qua e là in un'atmosfera gotica che non risolleva le sorti del film, destrutturando un racconto che alla fine farà esultare lo spirito manicheo salvifico, tipico di un'epoca che appartiene al passato (specie alla cultura spagnola, di cui è profondamente intriso). Con risultati più che deludenti.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 7/5/17 18:06 - 1952 commenti

Infimo pasticcio che ha, se non altro, il pregio del ridicolo. Il permaloso gobbo in questione, interpretato da un Naschy intenso come uno scopettone, si somma ad altre chicche: la vasca con l'acido, il Primordiale (una creatura lovecraftiana composta da liquami), il dottor pazzo à la Frankenstein, l'amore impossibile, i sotterranei con le torce (l'elettricità in un laboratorio, ma quando mai)... per tacere di goffi squartamenti e topi in fiamme. Uno dei nadir dell'horror.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 5/5/10 23:42 - 1600 commenti

E' il primo horror iberico "vecchia scuola" che mi capita di vedere, e forse non ho iniziato dal migliore! Mi è sembrato molto rozzo, sia nella trama, che nella recitazione, che negli effettacci speciali (chiamiamoli così!). All'inizio, comunque, è talmente assurdo da risultare affascinante, si saltella da un'ottava all'altra, dai palpiti romantici allo splatter, con aggiunta di reminiscenze gotiche... comunque si stecca. Nashy è un gobbo assolutamente finto, non ha la faccia da gobbo, e cammina come uno scimpanzé!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cadavere sfigurato dai topi.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Gestarsh99 1/4/12 18:07 - 1061 commenti

Horrorazzo assai rammendato e artigianale ma percorso da un triste afflato gotico-romantico, percepibile negli istanti in cui traspirano implicitamente i temi del diverso, dell'emarginazione e dell'amore impossibile. Naschy recita con più ardore che in altre sue prove "cartonate", abbandonandosi ad atti di necrofilia platonica e sottomissivo feticismo podale, mai fuori luogo in un film condito di accenni al sadomasochismo, al superomismo scientifico e alla teratologia lovecraftiana. Grezze pennellate spicce per una quadraccio exploitativo ben affisso alla parete scrostata dei cultoni iberici.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il blob organico che fagocita la testa mozzata; Il branco di topi intenti a pasteggiare sul cadavere della ragazza amata da Gotho...
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 20/2/11 18:18 - 869 commenti

Film dai personaggi stereotipati, già visti, come il gobbo poco intelligente e le donne che hanno compassione per lui (e anche qualche cosa di più), il dottore senza scrupoli e l'assistente buono. Però c'è una bella atmosfera macabra, nel laboratorio sotto antichi sotterranei e strumenti di tortura, e soprattutto scene splatter. Ma il bello è l'esperimento che nel finale ha risvolti inaspettati e affascinanti. Nel complesso non è un gran film, il sentimentalismo che da bambino mi colpiva adesso mi risulta in parte banale, grezzo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il riferimento al Necronomicon.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Ronax 11/3/18 0:08 - 726 commenti

Horroraccio iberico dei vecchi tempi, tanto grottescamente truculento quanto infantile nel suo sviluppo logico e narrativo, che scomoda persino i miti lovecraftiani (il Necronomicon e i Grandi Antichi) per mettere in scena l'ennesimo mad doctor alle prese con la costruzione della solita "creatura" qui più ridicola e repellente della media. Tecnicamente infimo, riesce a suscitare qualche briciolo di interesse sia per la bizzarria dell'operazione, sia per l'interpretazione di Naschy, un gobbo infelice, assassino e romantico nello stesso tempo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I topi in fiamme.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Anthonyvm 22/6/18 22:42 - 567 commenti

Non bello né elegante, ma a suo modo fascinoso questo violento horror spagnolo interpretato da uno dei volti più emblematici del cinema di genere iberico: Paul Naschy. Fra stilemi più che classici (i sotterranei popolati da ratti, il mostro innamorato della bella, lo scienziato pazzo e il suo assistente gobbo) si dipana una storia non elettrizzante (siamo dalle parti del Frankenstein movie, ma ce ne accorgiamo solo a metà film), ma che fra effettacci gore e bellezze dell'epoca si lascia guardare più che piacevolmente. Merita una riscoperta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Paul Naschy che combatte contro un'orda di topi; Il massacro in ospedale; I cadaveri fatti a pezzi e mostrati senza vergogne alla mdp.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Corinne 5/12/11 22:52 - 378 commenti

Horror vecchia maniera che mescola sapientemente melodramma romantico e splatter, sicuramente datato e prevedibile ma nel complesso godibile. A compensare una sceneggiatura assolutamente lineare, i dialoghi banali e un sentimentalismo che oggi potrebbe strappare più di una risata, troviamo un'atmosfera azzeccata tra riprese notturne, un sotterraneo macabro e le suggestive rovine di un'abbazia. Naschy non è brutto come vogliono farci credere ma efficace nel ruolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La creatura.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

John trent 3/4/15 16:14 - 326 commenti

Folle horror spagnolo anni '70 totalmente delirante con un Naschy (truccato da gobbo) in gran forma. Le sue nefandezze al servizio di uno scienziato pazzo che ha bisogno di cadaveri per nutrire una creatura mostruosa hanno come base l'amore per una sventurata ragazza, morta precocemente: c'è della poesia in tutto questo! E pazienza se il buon Naschy alterna con disinvoltura il cogliere rose per la sua defunta amata con il fare a fette coloro che lo deridono o che servono ad alimentare il mostro. Quando avevo 8 anni mi terrorizzò a morte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I topi che saltano quasi come canguri addosso a Naschy; Lo studente soffocato con i fiori in bocca; La vergine di Norimberga.
I gusti di John trent (Commedia - Horror - Thriller)

Dr.schock 9/1/08 9:35 - 83 commenti

Tipico esempio di cinema a bassissimo costo anni '70, popolato da volti ben noti del bis spagnolo (il mitico Naschy/Molina, Dalbes, la bella Yanni) e girato senza tante masturbazioni mentali. Tutto ruota attorno ad un mad doctor che promette a Naschy di resuscitargli la donna tanto amata in cambio di cadaveri freschi: sarà pure grezzo e non proprio originale ma funziona alla grande, specie quando Naschy entra in azione. Ovviamente si astengano benpensanti e pseudocinefili di serie A.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Naschy alle prese con i topi (veri!) che si stanno "cibando" della sua amata.
I gusti di Dr.schock (Fantascienza - Horror - Thriller)

Max renn 27/3/12 19:42 - 80 commenti

Interessante guazzabuglio iberico, il film di Aguirre mescola sfacciatamente orrori lovecraftiani, pseudofantascienza da neurodeliri, amori impossibili in stile “Notre Dame de Paris”. Su tutto spicca l’intensa interpretazione del gobbo Naschy, il quale si impegna a mozzare teste, trasportare cadaveri, guerreggiare con ratti, fare a pugni con ributtanti creature primordiali. Il budget è all'osso ma ci si diverte ugualmente.
I gusti di Max renn (Fantascienza - Horror - Western)