Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA CORSA DELLA LEPRE ATTRAVERSO I CAMPI

All'interno del forum, per questo film:
La corsa della lepre attraverso i campi
Titolo originale:La course du lièvre à travers les champs
Dati:Anno: 1972Genere: gangster/noir (colore)
Regia:René Clément
Cast:Jean-Louis Trintignant, Robert Ryan, Lea Massari, Aldo Ray, Jean Gaven, Tisa Farrow, Nadine Nabokov, André Lawrence, Don Arrès, Louis Aubert
Visite:1148
Il film ricorda:Grissom Gang - Niente orchidee per miss Blandish (a Buiomega71)
Filmati:
Approfondimenti:1) LA MOSTRA PERMANENTE DEI 45 GIRI DI LUCIUS
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/1/08 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 2/1/08 1:01 - 4264 commenti

Film di grandi facce (la Massari, Trintignant, Ray, Gaven), col grandissimo Robert Ryan un anno prima della morte. Tisa Farrow quasi al debutto. Lento, lungo, non facile, curatissimo. Nell'ultima mezzora prende ritmo, ma senza dimenticare di dare adeguata attenzione agli aspetti psicologici, pure un poco eccessivi per la vicenda che narra. Immagini e musica (Lai) talora struggenti. Non si è, alla fine, completamente soddisfatti del tutto, ma, pensandoci, ne valeva la pena, perché è discreto e perché rappresenta un'esperienza anomala.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La saltellante discesa finale delle biglie.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Daniela 13/9/18 17:56 - 7396 commenti

La sequenza d'apertura mostra un bambino che vorrebbe giocare con altri ragazzini sconosciuti ma viene da essi respinto: qui va cercata la chiave di lettura di questo film affascinante, mix fra noir onirico e commedia grottesca. Divenuto adulto ma solo nell'aspetto, Ranocchio nella sua fuga verrà rapito/adottato da una "famiglia" criminale in cui troverà finalmente qualcuno con cui giocare, compreso un padre orco severo ma autorevole ed una madre orchessa premurosa. Grande cast con Ryan superlativo in una delle sue ultime interpretazioni, finale indimenticabile, bella colonna sonora.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Daidae 19/5/10 15:58 - 2420 commenti

Ecco un noir fatto come si deve, nonostante le ristrette ambientazioni (praticamente tre) gioca molto sulla validità del cast (Ryan e Trintignant su tutti) e sulla accuratezza. Bella la scelta di inserire fotogrammi della strage colposa del pilota e i ricordi d'infanzia poco prima di morire. Lungo quanto bello.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La palla da biliardo.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Lucius  1/2/15 0:06 - 2625 commenti

Nonostante il finale reciso, trattasi di un classico intramontabile, di matrice verista. Uno di quei film in grado di compenetrare lo spettatore. Una volta visionato non lo si dimentica più, passassero pure cent'anni. Questo vuol dire che è intriso di quel quid filmico che lo rende evergreen. Attori di razza, sceneggiatura calibrata come nei migliori noir. Un poliziesco che, come il vino d'annata, può risultare col tempo solo più saporito. Un'occasione per rivedere anche una grande attrice italiana: Lea Massari.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 2/11/13 7:20 - 2469 commenti

Chi s'aspettasse un ritmo cinematografico alla Fratel Coniglietto in fuga per i boschi, si ritroverà di fronte piuttosto a un vecchio orso zigzagante sulle strisce pedonali. Il difetto principale di questo eccentrico noir sta in effetti nella sua insistita ponderatezza, in una esibizione tramortente di crasi cinematografica (thriller e gangster movie, Melville e Huston) talora suggestivo ma fondamentalmente anodino, trascinato invece che trascinante. Clement è sempre stato un ottimo professionista mentre nel cast multillingue svetta un grande Bob Ryan.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 17/3/17 19:52 - 2108 commenti

Un parigino tombeur des femmes pare continuamente in fuga perseguitato da loschi personaggi che solo verso la fine del film si riveleranno. Un gran cast internazionale di forte impatto per una storia piena di risvolti psicologici che scolpiscono personaggi di sicuro fascino cinematografico. Il volto francese di Trintignant si sposa alla figura snella di Lea Massari e al volto rugoso di Robert Ryan.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 5/7/17 23:05 - 2059 commenti

Lentissimo (ma l'unica vera scena d'azione - la sparatoria - è perfetta nella sua essenzialità) e molto giocato sulle psicologie dei vari personaggi (che non convincono del tutto). Solo alcuni brandelli di storia sono pienamente perspicui (la grande interpretazione di Ryan, il finale, i fulminei flashback) e nell'aria si avverte la sensazione che gli snodi narrativi importanti rimangano incompiuti o allo stato di abbozzo. Bene la Massari, ordinario Trintignant, un po' anonimo il resto del cast.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 3/8/12 0:57 - 1827 commenti

Inizia come Giochi proibiti, omaggia Leone, diventa una specie di Grissom Gang con la simpatica family di delinquenti, si trasforma in un kammerspiel, poi via via diviene qualcosa di unico e originale, con sparatorie, vendette e un finale grottesco quasi simile a quello di Piccoli omicidi. Clèment si dimostra regista a dir poco straordinario, attento alla psicologia dei suoi interpreti (dolcissima la Farrow, sensuale la Massari). Bellissimo il commento di Francis Lai. Un amalgama di generi messo insieme con note bizzarre e dolenti. Da riscoprire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mattone e l'incontro al parco con la "medium" Isola; L'incipt coi bimbi e le biglie; Ryan e Trintignant che sparano fuori dalla finestra nel finale.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Lythops 3/10/15 19:05 - 956 commenti

Opera impmegnativa da gustare dimenticando l'orologio e concentrandosi come se si stesse per studiare un trattato che, come il film, scava nel passato dei protagonisti, nel perché dei loro comportamenti, nell'immutabilità dei riti e delle cose. Trintignant e la Massari soprattutto conferisono ai loro personaggi l'esatto tono drammatico sorreggendo una storia basata tanto sulla fotografia che sulla potenza del ricordo. Location perfette, contemplazioni e tensioni sempre lì, magari nascoste, pronte ad aggrefirti all'improvviso. Ansiogeno.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 23/1/17 6:50 - 737 commenti

Clement firma un noir tutto di testa, costruito come una tragedia greca, dove ognuno dei personaggi attende la propria nemesi quasi rassegnato. La fuga di Tony, soprattutto da se stesso, si interseca con il sogno di un gruppo di criminali sui generis. La vicenda è accattivante, sebbene alcuni passaggi sembrino in po' forzati mentre il cast di livello conferisce spessore alle esili trame narrative del maestro francese. Un bel film, ma non un capolavoro. Fra gli interpreti segnalerei Trintignant e la Massari, grande attrice del nostro cinema.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Silenzio 14/1/11 0:43 - 59 commenti

Un noir affascinante e anticonformista, di notevole acume psicologico, pervaso da uno struggente senso di morte (genialmente reso nel suo incombere dalla minacciosa e fantasmatica presenza degli zingari) contrappuntato da dosi di àcro humour nero. Clément sembra trovare nelle dimensioni del gioco e dell'infanzia la risposta al nullismo che ammanta le vite dei suoi personaggi: Trintignant dorme in una culla e si diverte a far su torri di sigarette, Gaven usa come arma una palla da biliardo, Ryan scherza la Mietitrice con un ultimo tirassegno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo zingaro con il flauto; il finale.
I gusti di Silenzio (Gangster - Horror - Western)