Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PROCESSO PER DIRETTISSIMA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/10/07 DAL BENEMERITO RENATO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 5/8/13 0:48 - 4656 commenti

La regìa si fa prendere la mano dalla passione politica e non sfrutta il buon cast che ha, nel quale solo Ferzetti (che può andare col pilota automatico) tiene fede al proprio nome. Sorprendono la prova minore di Adorf e il ridicolo personaggio di Pagni. La Furstenberg è fuori parte. Buon ruolo per il csc Oppedisano. Alcuni snodi del processo (ma il presidente - un Blier decisamente sprecato - non fa mai sgomberare l'aula?) sono assai forzati (la lavanderia e il confronto a tre). Ha, però, un buon ritmo, per cui guadagna la sufficienza.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 12/4/12 19:06 - 5737 commenti

Non convince troppo. Del cinema d’impegno civile legato alla cronaca (il caso Pinelli) fa propri l’ardimento e l’indignazione ma non il rigore cinematografico e la profondità narrativa, a causa di una regia dilettantesca tutta schematismi, vaghezze e flashbacks e di attori non sempre all’altezza del contesto: se alcuni (Ferzetti, Zouzou, Placido) recitano molto convincenti ed impegnati, altri sono improponibili (la Fürstenberg come giornalista pasionaria) o ridotti a stonanti caricature da film di genere (Merli, Adorf, Blier, Pagni). Le musiche sarebbero più gradite in un giallo sexy.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La foto della Fürstenberg in topless sul giornale scandalistico.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 12/10/07 22:43 - 1495 commenti

Un giovane anarchico muore in commissariato mentre viene interrogato a seguito di un attentato... si apre dunque il processo per stabilire cause e responsabilità. Il film di De Caro guarda a modelli abbastanza chiari (il cinema politico di Petri) e tutto sommato non sfigura. Buoni gli attori (sottotono Adorf), convincente il montaggio con il suo continuo ricorso al flashback. Chissà perché quest'opera è quasi scomparsa...
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Daidae 20/1/10 22:40 - 2707 commenti

Molto politicizzato e molto di sinistra... ma bello. Ottima prova degli attori (in particolare il sempre ottimo Ferzetti), bellissima la Fürstenberg che ci concede anche un topless. Film che si ispira molto alle atmosfere di quegli anni tra attentati, stragi, repressione poliziesca e morti. Da riscoprire.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 28/3/14 11:40 - 1463 commenti

Non mi è piaciuto. Non solo per l'approccio (antipatico) evidentemente parziale (ma messo in conto), ma anche e soprattutto per la scarsa efficacia della messa in opera. Il tema è forte, controverso e meritava di essere concretizzato in maniera più credibile, dotando del necessario spessore il ruolo dei partecipanti. Mi dispiace molto, ma il Ferzetti avvocato non mi ha proprio convinto. Va bene che in aula si fa un po' teatro, ma qui si esagera con la "messa in scena" e questo contrasta nettamente con la drammaticità dell'evento trattato.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 2/5/16 23:16 - 2982 commenti

Non male, dopotutto. La struttura per brevi flashback appassiona e la denuncia civile degli abusi della polizia è sempre attuale. Lo svolgimento processuale appare un po' tirato via (e abbastanza ingenuo), ma il punto debole risiede nella descrizione del quarto potere, invero semplicistico (scialbo il personaggio della giornalista). Ferzetti domina la scena a fronte di un Adorf gigione e di un Blier che sembra capitato lì per caso. Bravo Placido; Pagni caricaturale ma piacevole.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giùan 9/5/17 10:04 - 2814 commenti

Film che evidentemente "ci prova" senza posseder né adeguati mezzi cinematografici né strumenti di analisi socio-politica appropriati. Ne vien fuori un ibrido comunque decisamente insolito, come solo poteva accader alla nostra produzione cinematografica negli anni '70. E se De Caro imprime un ritmo narrativo discreto (aiutato dal montaggio di Olga Pedrini), a risultare invece estremamente raffazzonato è il progetto complessivo, indeciso (come testimoniano cast e musiche) tra denuncia e appartenenza di genere. Ferzetti ha gioco facile nel dar paga a tutti.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 28/6/17 19:45 - 2471 commenti

La morte di un operaio di estrema sinistra accusato di attentato smuove l'interesse di una attraente giornalista, sollevando un polverone politico che si può immaginare. Bella pellicola di genere giudiziario, consolidata da attori come si deve (dai protagonisti ai comprimari), in primis l'esuberante Gabriele Ferzetti, mai così bravo ed efficace. Un viaggio dentro ai codici, alle ambiguità e al linguaggio della giurisprudenza italiana, non solo di allora.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Fauno 13/3/10 11:23 - 1889 commenti

Film eccellente, ma tengo a puntualizzare che per me rasenta la morte misteriosa di Pinelli e la strage dell'Italicus del'74, mentre per quanto concerne il testimone recuperato in extremis, questo sì che ricorda alla grande la figura di un losco individuo doppiogiochista quale Mario Merlino o di altri infiltrati dei servizi segreti... Mi ha sconvolto la bravura di Ferzetti nel ruolo dell'avvocato, ma notevole anche Merli che è un altro come Silva o Rassimov... a lui si addicono solo i ruoli da cattivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le tre teorie enumerate sulla sparizione dell'ordigno.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 5/12/09 18:24 - 1884 commenti

Film di denuncia datato nella confezione, ma attualissimo per le tematiche affrontate. Chiaramente ispirato al caso Pinelli, pur non lesinando critiche a polizia e magistratura, nelle conclusioni risulta meno partigiano di quanto si potrebbe pensare. Regia minimalista, ma lodevole nell’utilizzo del flashback. A dir poco stravagante la scelta di affidare alla principessa Ira Furstenberg il ruolo di una cronista d’assalto che dovrebbe ricordare Camilla Cederna, però il resto del cast funziona. Musiche (bruttine) di Cipriani.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la parte processuale è buona.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 8/3/11 23:25 - 1721 commenti

Notevolissimo, strutturato come un legal-thriller (impagabile l'avvocato impegnato del "sommo Ferzetti", anche se durante il processo cammina avanti e indietro come fanno gli ammericani) con sapiente flashback e accenni vari alle cronache calde: il fermo del Pinelli (Placido ancora acerbo, ma adatto), la bomba all'Italicus, l'Espresso contro Calabresi (la Furstenberg con capello corto e impermeabile è la giornalista cazzuta e radical-chic); sotto la patina storica è però ancora attualissimo: tanto da far pensare al caso Cucchi (finale a parte).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arringa finale di Ferzetti.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Gestarsh99 4/9/12 12:52 - 1303 commenti

Prende avvio come un normale poliziesco per poi spostarsi sull'inchiesta giudiziario-civile, striandosi nitidamente dei foschi riflessi del caso Pinelli. Nei limiti della sua semplicioneria, il film acquisisce pregi per la secchezza espositiva e per l'estrema concisione negli sviluppi, grazie a un rapidissimo montaggio di trasparente fruizione. Funzionale lo staff di volti noti (Ferzetti, Adorf, Placido, Furstenberg) su cui si eleva l'arcignità imbronciata di Adalberto Maria Merli. Rincresce che un film tanto accessibile e "sillabato" sia pressochè sconosciuto rispetto a certe opere meno immediate di Damiani e Petri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "volontesco" Eros Pagni acconciato come un perfetto Calabresi; "Del resto in Italia è così, i processi per diffamazione si ritorcono quasi sempre contro il querelante".
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 15/5/17 3:46 - 1019 commenti

Robusto film inchiesta di De Caro, ispirato al caso Pinelli, il cui valore di denuncia civile è testimoniato da avvenimenti recenti di una somiglianza impressionante alla vicenda del film. Grandi interpreti (Ferzetti, Adorf, un raffinato Blier) garantiscono qualità e ritmo a una storia sceneggiata con molta efficacia. La regia, pur se piena di entusiasmo, paga la mancanza di esperienza con alcune situazioni che appaiono leggermente forzate. Resta comunque un documento importante per capire la nostra storia recente di cui consiglio la visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "A sentirvi parlare si capisce perché ci chiamano il quarto potere..." (la Fürstenberg ai colleghi in questura).
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Alex75 31/3/20 16:28 - 652 commenti

Questa "morte accidentale di un compagno nel clima della strategia della tensione" si colloca non senza autorevolezza nel contesto politico del suo tempo, anche se la passione civile riesce a tradursi con adeguatezza solo nel sia pur forzato processo, dopo una verbosa e confusa prima parte, anche grazie alle prove rigorose del cast (più equilibrato Ferzetti, troppo puntigliosi Adorf e Pagni, onesto Placido). Nota stonata: la Furstenberg, troppo chic e fin troppo antipatica per il suo ruolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il piglio burocratico di Pagni; Le amare constatazioni sui processi per diffamazione; Il recupero dei vestiti di Baldini.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Alex1988 1/7/18 17:55 - 618 commenti

Lucio De Caro, già co-autore del precedente La polizia ringrazia, stavolta scrive e dirige una storia dal taglio giudiziario, ispirata a fatti di cronaca inerenti al periodo (nella fattispecie la strage dell'Italicus e la morte di Giuseppe Pinelli). Per un'ora e mezza il ritmo non cala mai e, tra flashback e colpi di scena, seppur "telefonati", si finisce per apprezzare il prodotto. Buona anche la scelta del cast.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Motorship 31/8/13 17:05 - 567 commenti

Bel film di denuncia che fa ben capire cosa succedeva negli anni di piombo e ispirato a un caso vero di quegli anni. Un caso come quello Pinelli oggi come oggi si è ripetuto più di una volta, ergo la riflessione è d'obbligo su quello che sono i mostruosi limiti delle forze dell'ordine ecc. Ottimo e ben impiegato il cast: in particolare Ferzetti, ma bravi anche Michele Placido, così come Adalberto Maria Merli, Eros Pagni e la Furstenberg. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La parte processale; L'arringa finale di Ferzetti.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Mark 8/5/08 21:02 - 264 commenti

Film barricadero, interamente immerso nel clima cupo e stragista dei primi anni settanta, con un giovanissimo Michele Placido che ripropone microscopicamente le vicende dell'anarchico Pinelli, alle quali il film è dichiaratamente ispirato. La seceneggiatura parte con intenzioni lodevoli ma finisce ben presto per arenarsi tra le secche dello stereotipo, il montaggio appare piuttosto raffazzonato, infatti per esigenze di realismo quasi documetaristico, nella scena dei funerali di Placido vengono montate le scene di una funerale realmente avvenuto: quello di Giangiacomo Feltrinelli. Restano comunque le intenzioni dignitose.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)