Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE PIACEVOLI NOTTI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/9/07 DAL BENEMERITO SKINNER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 10/9/12 0:28 - 4374 commenti

Curioso film, che va in crescendo. L'episodio con Tognazzi, ad esclusione dell'incontro conclusivo, è un po' stentato e molto prolisso. Quello con la Lollo va via accettabilmente, specialmente nella parte dell'accampamento e nei monologhi di Celi. La parte migliore è quella con Gassman: quanto manca, però, la vera voce di Gigi Ballista. Ambientazioni spettacolari (Pienza, Certaldo, San Gimignano - incredibilmente storpiata in "San Geminiano" nei crediti finali - Montepulciano).
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 23/5/13 18:13 - 10829 commenti

Commedia "boccaccesca" in costume ad episodi, che riesce a divertire solo a tratti. La sceneggiatura è infatti piuttosto lacunosa e, salvo qualche momento divertente, il ritmo latita assai. Buone l'ambientazione e la prova del cast ma gli attori sono sprecati in una pellicola del genere. Mediocre.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 20/9/09 9:58 - 3875 commenti

Predecessore del Decameron e relativo lotto di derivati, offre un cast stellare e una narrazione, pur se non del tutto segmentata, divisa in tre episodi dove a farla da padrone è un ineguagliabile Tognazzi, che tutto fà per arrivare tra le braccia di Magda Konopka, segregata dal vecchio e geloso marito. Maria Grazia Buccella, nei panni di Lucrezia Borgia, è nel mirino di Gassman. Ma a dispetto di presenze eccellenti (Gassman, Lollobrigida, Celi, Proietti e Ballista: questi ultimi doppiati!) il film si dilunga (quasi due ore) tra asfissianti, inutili e manieristici dialoghi.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 4/4/13 17:37 - 5737 commenti

Commedia goliardica in costume che si qualifica per il cast di prima grandezza, una ricca ambientazione medievale con tanto di scherzosi riferimenti storici (Borgia, Este, Giulio II) e i rutilanti quadri cromatici del trio Barboni-Menczer-Pogàny. Ligi alle consuetudini dell'erigendo decamerotico - mariti cornuti e mogli con gli amanti sotto il letto – i primi due episodi sono piuttosto ordinari e svaniscono dinanzi alla sequela di beffe a catena messe a punto, nel terzo, dal mattatore Gassman spalleggiato dal complice Colli. Il reparto femminile non concede nudi, ma è discinto quanto basta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tognazzi finto venditore ambulante; la burla del “nano sfregione”; la biancovestita Galli in posa; il madrigale vergato sulla schiena della Buccella. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Caesars 28/9/12 10:37 - 2434 commenti

Precursore dei molti decamerotici che seguiranno, si avvale di ottimi attori che risultano peraltro sprecati al servizio di tre episodi che non riescono a divertire. Pur non essendo granchè, il migliore è forse il primo, in cui Tognazzi s'ingegna per arrivare alle grazie della Konopka. Il peggiore è sicuramente il secondo, che coinvolge anche il grande Celi, dove, oltre alla protagonista, anche il povero spettatore rischia di dormire. Ci si risolleva, ma non più di tanto, con l'episodio finale con Gassman e Ballista (doppiato, purtroppo). *!
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Rambo90 5/6/13 2:25 - 5639 commenti

Uno dei primi esempi di commedia boccaccesca, non particolarmente riuscita ma guardabile grazie al cast particolarmente ricco e ispirato. I primi due episodi sono alquanto scialbi e lenti, ma almeno nel primo c'è un simpatico Tognazzi, mentre l'ultimo episodio è di gran lunga il più divertente, sia per una storia non troppo prevedibile sia per un Gassman in splendida forma istrionica. Niente di che la regia, buono il cast femminile.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 15/6/15 17:08 - 4099 commenti

Un simile cast e un'ambientazione toscano-turrita così curata meritava una sceneggiatura migliore. A me è piaciuto particolarmente Tognazzi in versione monocolo spagnolesca, senza nulla togliere a un Gassman che sciorina tutto il suo istrionismo, nella fase migliore. Contemporaneo de L'armata Brancaleone, ne condivide il linguaggio stile medioevale e l'accoppiata Gassman/Buccella, ma niente altro. Bellezze femminili capeggiate da una Gina Lollobrigida sulla soglia dei quaranta ma sempre fascinosa. Evidenti intenzioni da botteghino.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Rufus68 28/7/16 17:37 - 2457 commenti

Boccaccesco senza alcun sugo. Piatti ed evitabili i primi due episodi; un Gassmann scatenato ravviva, per fortuna, l'ultimo segmento (ed è solo merito suo) - una storia di beffe che attinge alla ricca letteratura del Quattrocento (La novella del grasso legnaiuolo, a esempio). Poca roba, in fondo: difficile mettere in relazione questo scialbo filmucolo colle future prove thriller del regista di Macchie solari. Meravigliose le location toscane.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Dusso 1/2/12 19:58 - 1533 commenti

Decamerotico Anni Sessanta con attori "di serie A" quindi, visto il periodo, privo delle volgarità e dei nudi che caratterizzeranno il filone dei primi Anni Settanta. 3 episodi in qualche modo legati tra di loro (dotati di una bella fotografia, quello con Tognazzi non è male ma il duello tra lui e il vero "amante" è una stupidaggine della sceneggiatura). La Lollobrigida è protagonista del secondo episodio, quello meno riuscito, ma è lei la più bella (almeno in questo film). L'episodio con Gassman è il più divertente, senza dubbio. Concludo che doppiare Ballista è un delitto!
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

R.f.e. 16/6/09 18:25 - 819 commenti

Insieme a Una vergine per il principe di Festa Campanile e a L'arcidiavolo di Scola, uno dei migliori boccacceschi Anni Sessanta, in qualche modo antisignani (ma più raffinati, maggiormente curati come scenografie e costumi e con protagoniste femminili mediamente più avvenenti) del successivo filone "decamerotico". L'episodio migliore è il 3°, con Vittorio Gassman, ma anche gli altri due si lasciano vedere. Incredibile il clan d'attori coinvolto, oggi quasi impossibile da mettere insieme in un solo film. Piacevolissimo.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Ronax 22/4/19 1:56 - 801 commenti

Nel 1966 le maglie della censura italiana erano ancora molto rigide, ma poco il male: le fuggevoli schiene scoperte della Konopka, della Buccella e della Lollobrigida risultano alla fine più stimolanti del profluvio di nudi e amplessi esibiti nei decamerotici del decennio successivo di cui questo film è comunque sicuramente un precursore. Tognazzi e soprattutto Gassmann dominano la scena, rendendo complessivamente gradevoli gli episodi di cui sono protagonisti, aiutati da bravi caratteristi, dalla cura scenografica e dalla bella fotografia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La finta esecuzione di Gassmann e il risveglio al funerale.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Skinner 3/9/07 10:50 - 595 commenti

La vera origine del filone decameronico: commedia ad episodi che narra di Toscana boccaccesca, beffe e corna e sfrutta da par suo le capacità trasformistiche di Tognazzi e Gassman. Molto piacevole e divertente, episodio minore quello della Lollobrigida, tenuto su dall'ottima verve di Adolfo Celi e da un'ottima schiera di comprimari (Proietti, Vargas...)
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)