Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN CONDANNATO A MORTE è FUGGITO

All'interno del forum, per questo film:
Un condannato a morte è fuggito
Titolo originale:Un condamné à mort s'est échappé
Dati:Anno: 1956Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Robert Bresson
Cast:François Leterrier, Charles Le Clainche, Maurice Beerblock, Roland Monod, Jacques Ertaud, Jean Paul Delhumeau, Roger Treherne
Visite:682
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/7/07 DAL BENEMERITO RENATO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Renato 1/7/07 22:40 - 1495 commenti

Splendido film di Bresson, uno dei suoi migliori... Definirlo film "carcerario" è ovviamente riduttivo, di certo narra della prigionia di un membro della resistenza francese durante l'occupazione tedesca nel suo paese. Poco parlato come tutti i film di Bresson, riesce con questa apparente secchezza stilistica a raggiungere vette emotive impensabili in qualunque "prison movie" tradizionale, e lo dico da amante del genere. Il finale è uno dei più belli che ricordi in assoluto. Guardate questo film, se non lo conoscete: sarà una splendida sorpresa.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 17/1/10 23:51 - 6896 commenti

Ennesimo capolavoro di Bresson che presenta tutte le caratteristiche tipiche del cinema del maestro francese: regia estremamente sobria ma profondamente attenta alla psicologia dei personaggi, sceneggiatura scarna così come pure i dialoghi e le scenografie che sono ridotte all’osso. Su tutto la solita semplicità nonostante la quale (o forse proprio per questo) il regista emoziona continuamente ed intensamente lo spettatore. Vedere per credere.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 9/12/08 10:11 - 3542 commenti

Un film emblematico della produzione di Bresson che, come suo stile, rifiuta ogni attitudine romanzesca ma allo stesso tempo sfianca lo spettatore con dettagli scarni e dialoghi scarni. L'atmosfera generale è pure claustrofobicam (siamo infatti fissi dentro al carcere), i personaggi sono intristiti e disperati ma dotati di quel minimo di determinazione che li porterà a contrastare il destino cinico e baro. Un'ambientazione plumbea e dannata, che Bresson avrà pure disegnato con estrema partecipazione ma che lo stesso effetto non fa allo spettatore.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Enzus79 12/10/11 15:06 - 1540 commenti

Capolavoro di Robert Bresson. Film molto introspettivo, dove i sentimenti e le "trame" di un condannato a morte sono ottimamente evidenziate. Attori non professionisti che comunque reputo bravi. Finale più che liberatorio. Uno dei migliori film del genere.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Pinhead80 23/5/19 22:16 - 3367 commenti

Seppur semplice, la storia raccontata da Bresson è coinvolgente e appassionante. Seguiamo la vicenda del protagonista, con le sue ansie, le sue paure, come se fossimo li con lui nella stessa cella. Dall'elaborazione del piano di fuga sino al tentativo vero e proprio, ogni scena è girata con grande maestria. La parte finale metterebbe in tensione chiunque, per come è curata bene. Un gran bel film, non c'è niente da dire.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Mickes2 25/2/11 9:46 - 1551 commenti

L’intero film si basa sul conflitto tra oppressione e libertà. L’oppressione è quella nazista, nello specifico quella del carcere. E’ un’oppressione onnipresente, ma non plateale, come i passi delle guardie o gli elmetti nazisti, neanche messi a fuoco, quando al mattino i prigionieri svuotano il secchio degli escrementi. L’ambientazione è angusta, squallida, claustrofobica. Anche le inquadrature amplificano l’oppressione: Fontaine e gli altri sono come rinchiusi in inquadrature molto strette con magnifici primi piani. Imperdibile.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Lythops 5/5/16 8:11 - 972 commenti

Bellissimo, asettico eppur partecipato affresco di un episodio della resistenza francese lontano anni luce dalla produzione italiana di genere analogo in cui spesso i toni melodrammatici fanno capolino in modo disturbante. La storia, "narrata senza ornamenti" come nell'introduzione ai titoli di testa, fonde la soggettiva della macchina da presa con gli occhi dello spettatore e diventa un tutt'uno con la voce fuori campo, i gesti, le parole. Cinema come arte del tempo e meditazione oggi impensabile.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)