Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NOVECENTO

All'interno del forum, per questo film:
Novecento
Dati:Anno: 1976Genere: drammatico (colore)
Regia:Bernardo Bertolucci
Cast:Robert De Niro, Gérard Depardieu, Dominique Sanda, Francesca Bertini, Laura Betti, Werner Bruhns, Stefania Casini, Sterling Hayden, Anna Henkel-Grönemeyer, Ellen Schwiers, Alida Valli, Romolo Valli, Bianca Magliacca, Giacomo Rizzo, Pippo Campanini, Paolo Pavesi, Roberto Maccanti, Antonio Piovanelli, Paulo Branco, Stefania Sandrelli, Donald Sutherland, Burt Lancaster
Note:A montaggio ultimato, vista la lunghezza, si decise di far uscire il film in due parti. Gli attori reclamarono, di conseguenza, il raddoppio del compenso.
Visite:5397
Il film ricorda:Baarìa (a Rocchiola), C'era una volta in America (a Rocchiola), Il gattopardo (a Rocchiola), La famiglia (a Rocchiola)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 23
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/6/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 12/6/07 0:27 - 4250 commenti

Bertolucci narra la vicenda di due ragazzini padani, l'uno "paisano", l'altro figlio di signorotti, all'inizio del Novecento, fino all'arrivo del Fascismo. Grande regìa e grandi interpretazioni (con l'eccezione di quella, eccessiva, caricaturale, di Sutherland), ma ben lontano dal capolavoro. Echi da Il mulino del Po, del 1949. Mingozzi in Profondo rosso fa l'agente Mingozzi: qui Fanfoni fa il camerata Fanfoni...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Scelta ovvia: la Casini che masturba Depardieu e De Niro.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 28/12/08 13:55 - 10611 commenti

Film monumentale, complesso ed ambizioso: Bertolucci ha la pretesa di unire il genere kolossal hollywoodiano con i film di stampo realista. Dirige così un opera godibile e certamente ben realizzata, il cui valore aggiunto è il magnifico (e ricco di star) cast impiegato, ma che pecca di una certa presunzione nell'affrontare certe motivazioni ideologiche e "pesantezza" narrativa. Da vedere, comunque.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 16/1/09 9:24 - 7064 commenti

Due uomini nati nel 1901: il padrone e il bracciante dall'infanzia alla maturità. Non è un film: è un poema epico in forma di film. Un importante pezzo di storia (e politica) italiana diventa una vicenda intensa di vividi personaggi nel pieno della loro energia. Il fluire maestoso (virgiliano!) della narrazione è sostenuto da un'ispirazione visiva capace di ricreare atmosfere poeticamente realiste ma anche pittoriche. Eccellenti interpretazioni. Il finale, retorico, dichiara esplicitamente la genesi (e la tempra) emotiva e mitica del film.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Tarabas 26/10/10 9:36 - 1524 commenti

Feulleiton marx-leninista, kolossal avanguardista (nel senso del proletariato in marcia verso il sol dell'avvenire), gigantografia di 45 anni di storia italiana. Di tutto, troppo. Personaggi tagliati con l'accetta, autentiche macchiette come il superfascista di Sutherland e la moglie di lui, lunghezze narrative insostenibili: il tutto forse aveva un senso diverso nel 76, oggi si può dire che è "ideologicamente ingenuo" (Brunetta) o meglio programmaticamente rozzo, tanto quanto visivamente raffinato grazie a Storaro. Da vedere, forse.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Rebis 31/5/09 16:02 - 2072 commenti

Bertolucci consegna ad ogni personaggio un aspetto, un carattere, un’ideologia del ‘900: ne ricava un affresco maestoso, un film fluviale, il cui didascalismo è più una peculiarità dell’estetica progressista che una scelta di stile. L’uso parsimonioso del montaggio, la concezione elaborata e maniacale del piano sequenza, s’innervano nel flusso continuo di stagioni e tempo, contrappunto ideale alle passioni e alle età dell’uomo. La retorica comunista di Olmo nel finale non relativizza il ruolo di Alfredo, che ha dovuto gestire il peso atavico di un’eredità assieme materiale e culturale. Epico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La camminata del piccolo Olmo sulla tavola; il bacio virile tra i due amici e il sesso a tre; il ballo nella stalla; stupro e uccisione di Patrizio...
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Vstringer 26/3/11 23:33 - 349 commenti

Un romanzo storico a tesi sul rapporto fra padrone e lavoratore, con una base ideologica ben definita (l'antifascismo più tradizionale, con la sua retorica e i suoi limiti nella rappresentazione delle camicie nere guidate dal disumano Sutherland) e una certa perdonabile prolissità. Ma la forma cinematografica di Bertolucci è inappuntabile, la sceneggiatura è di ampio respiro, il cast assolutamente stellare: accanto ai soliti notissimi, svetta una memorabile Laura Betti nel ruolo della borghese sulfurea e rancorosa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il sit-in delle donne; Attila che uccide un gattino a testate.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Ciavazzaro 1/4/09 18:37 - 4666 commenti

Monumentale. Un cast davvero ottimo, un vero e proprio kolossal. Ottime scenenografie, bravissimo Depardieu, Lancaster. Kolossal anche per la lunghezza, che però non può non soddisfare lo spettatore. Davvero ben realizzato, non ci sono abbastanza parole.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 30/12/08 1:34 - 3024 commenti

Stupendo affresco di un periodo della storia italiana (dai primi del '900 fino a metà secolo). Più che nella canonica divisione in due atti, il cambiamento di toni e atmosfere risulta evidente tra le parti pre e post Prima guerra mondiale (nostalgico, descrittivo e molto attento ai paesaggi il pre Grande guerra, cupo, melodrammatico ed appassionante il post). Stupenda la fotografia, ispirata ai quadri realisti (titoli di testa su Il quarto stato), e affascintante e realistica (non mancano dettagli "forti") la regia. Cast e musiche eccellenti.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Enzus79 12/6/11 12:00 - 1540 commenti

Sulla carta sembra il solito polpettone storico, invece vedendolo sullo schermo mi è risultato più che convincente, con una buonissima regia e attori uno più bravo dell'altro (Depardieu una spanna in più sugli altri), non dimenticando il valore politico della storia. Bertolucci è sicuramente uno dei migliori registi italiani.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 15/2/18 16:52 - 5292 commenti

Epopea fiume di Bertolucci, che riesce a raccontare la prima metà del Novecento italiano con toni quasi hollywoodiani, sia per la sontuosa messa in scena che per il ricco cast impiegato. La sceneggiatura sa ben delineare i caratteri dei due protagonisti, divisi dalla società eppure amici, ed è sul loro rapporto che lo spettatore si coinvolge. De Niro monumentale, Depardieu adatto al ruolo, Sutherland canagliesco ai massimi livelli. Seconda parte più fluida, mentre nella prima il ritmo spesso rallenta troppo. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 25/3/16 20:27 - 4099 commenti

Ciò che più ho apprezzato in questa grande opera di Bertolucci è il grande omaggio che il regista fa alla sua terra e ai contadini che sopra ci hanno lavorato con grandi sacrifici, riuscendo anche a trovare momenti di felicità. Grande la cura e la perfezione dei particolari (non solo estetici ma anche nei comportamenti), che riesce a far apparire un americano come Sterling Hayden un perfetto paesano della bassa, ancor più del pur bravo Lancaster come padrone. Opera che racconta i momenti più significativi della Nazione Italia. Monumentale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la sequenza degli ultimi istanti di vita di Burt Lancaster; Il ritorno dalla guerra di Olmo; Il finale.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 27/4/10 17:43 - 3179 commenti

Una lunga narrazione della storia italiana incentrata sulla figura di due famiglie, una di padroni, l'altra di braccianti al servizio dei padroni. Una accurata analisi realizzata da Bertolucci che scannerizza le personalità degli interpreti con buon mestiere. Cast stellare che vede uno splendido Lancaster, i luciferini Betti e Sutherland, un teatrale Valli, un'eterea quanto bella Sanda, un'impegnata e dolce Sandrelli e i monumentali De Niro e Depardieu. Da vedere, nonostante le 5 ore, tutto di un fiato.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Didda23 11/3/16 15:54 - 1947 commenti

Splendida epopea firmata da un immenso Bertolucci e fotografata da un meraviglioso Storaro, che corre il rischio "fortissimo" di far passare per semplicistica e superficiale la scelta narrativa di dicotomizzare le due anime che hanno contraddistinto il primo Novecento italiano (comunismo-fascismo), quando invece è una mossa perfetta per massificare le due ideologie. Bertolucci non teme nulla, mostra tutto e fa dire di tutto (bestemmie comprese). Grandissimo cinema, attori eccellenti e doppiaggio di qualità (eccezion fatta per Claudio Volonté, che dà la voce a Depardieu).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il trio; La coppia Sutherland- Belli; La caccia alle rane; Il piccolo Olmo che cammina sul tavolo; La morte di Lancaster.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Buiomega71 25/2/11 12:57 - 1818 commenti

Capolavoro assoluto, forse una delle più intense e fiammeggianti epopee mai filmate. Bertolucci non lesina in violenza e sesso, coralità e follia umana. Forse un po' troppo di parte, mostrando i fascisti (soprattutto l'Attila di Sutherland) come dei feroci mostri senza pietà, ma le cinque ore volano e non c'è un solo momento di noia. Grandissimo cinema, che mescola ambizione, storia d'italia e momenti exploitativi degni di nota. Straordinario sia il cast tecnico, che quello attoriale. Assolutamente da non mancare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo stupro e il feroce omicidio d'un ragazzino da parte di Attila; il linciaggio di Attila e della Betti; le donne che cantano davanti ai soldati nei campi.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Minitina80 17/2/18 22:21 - 1714 commenti

Encomiabile lo sforzo di Bertolucci di voler imprimere nella memoria collettiva un pezzo di storia d’Italia, approfittando di un cast superlativo e dei volti delle comparse che ben si adattano a dare fisicità alla classe contadina. Bertolucci cattura l’anima popolare dell’Italia dei primi del Novecento in cui emergono in maniera preponderante le divisioni sociali e l’estrema povertà della gente. Raramente ci si distrae, ma nel complesso resta un esempio di cinema indiscutibilmente valido a cui si può attribuire un valore storiografico.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Lythops 19/12/13 10:31 - 948 commenti

Megaproduzione in cui degli americani foraggiano abbondantemente un film marxista - leninista. Il risultato è schizofrenico, alternando il film momenti liricamente raffinati a rozzezze al limite del sopportabile, una colonna musicale e una fotografia assolutamente perfette che, in sequenze fortunatamente rare, sono asservite a un film che avrebbe potuto evitare la pura propaganda. Lo sforzo è notevole, a tratti leoniano e regala un finale che risarcisce la fatica della visione complessiva (nonostante la perfezione del recitato).
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Almicione 19/1/14 20:26 - 765 commenti

Bertolucci adempie in modo sufficientemente soddisfacente all'arduo compito di portare sullo schermo quattro decenni fondamentali della storia italiana. Adotta sagacemente una narrazione di individui, un po' come sarà in C'era una volta in America, per raccontare l'evoluzione sociale, anche se talvolta si perde in sequenze lunghe ed evitabili. La regia non è da premiare, così come il montaggio e la fotografia, ma la narrazione, la caratterizzazione dei personaggi e il cast sono senza dubbio lodevoli. Una pellicola non eccezionale ma buona.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Lo sciopero è una prepotenza intollerabile!"; La morte del bambino e la violenza dei fascisti; Anita che sul fieno narra esaltata la fine della guerra.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Vitgar 19/9/14 13:37 - 586 commenti

Un ritratto appassionante e appassionato di un periodo della storia italiana, il più drammatico e ricco di avvenimenti, scandito dalle vicende di vita dei due protagonisti, Olmo e Alfredo, che diventano vecchi insieme. Probabilmente è una delle migliori regie di Bertolucci, supportata da una fotografia perfetta e da ambientazioni azzeccate. Attori di ottimo livello, motivati dall'eccellente sceneggiatura, danno spessore ai loro personaggi. Sicuramente un cult della cinematografia italiana.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Magi94 26/6/17 13:41 - 471 commenti

Chi cerca in Novecento un film storico si sbaglia. Novecento è un meraviglioso inno all'antifascismo, esagerato, sfacciatamente di parte, caricaturale nel personaggio di Sutherland e proprio per questo un capolavoro. Vederlo è come cantare "Bella ciao" il 25 Aprile. I continui riferimenti alla falce e martello non devono trarre in inganno chi non votava PCI. Quello celebrato non è il leninismo, ma il socialismo rurale della rinascita delle masse italiane, intrinsecamente antifascista, elemento fondante e condiviso della Repubblica Italiana.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Verdi è morto!"; I giochi da bambini; "Sebben che siamo donne"; De Niro e Depardieu masturbati; Il finale.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Rocchiola 20/5/16 9:53 - 312 commenti

L'attrazione di Bertolucci per il kolossal si manifesta per la prima volta con questa opera fluviale, nella quale le esigenze spettacolari di stampo hollywoodiano non sempre ben si amalgamano con quelle autoriali di matrice europea. Pur con difetti e ridondanze (un'ideologia socialista fin troppo esibita e alcuni personaggi eccessivi come il Fascista Attila che sfocia nell'orrorifico), resta un'opera da vedere non fosse altro che per la splendida fotografia di natura pittorica firmata da Storaro e un primo atto dal respiro epico e maliconico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena iniziale del giorno della liberazione con l'uccisione di Attila; La morte del Patriarca Lancaster; Il taglio dell'orecchio; Il finale.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Ercardo85 23/12/08 13:00 - 81 commenti

Dopo alcuni bellissimi film (Prima della rivoluzione, Il conformista, Strategia del ragno) Bertolucci si fa prendere la mano dall'ambizione e realizza un tronfio e bolso polpettone ideologico a metà strada fra il melodramma e il kolossal hollywoodiano; ad alcune pagine decisamente notevoli seguono altre dimenticabili. Deludente il finale ma, anche per merito delle interpretazioni di Lancaster, De Niro e Depardieu, il film merita la visione.
I gusti di Ercardo85 (Commedia - Gangster - Western)

Blsabbath 27/4/10 14:05 - 46 commenti

Mastodontica opera di Bertolucci sulla prima metà del '900 italiano; agiografica, didascalica e dall'estetica tipica del realismo socialista (i primi piani, le donne sui covoni.. ecc). La degenerazione in polpettone ideologico è evitata in extremis grazie al finale. Stelle hollywoodiane giovanissime ed inarrivabili, film notevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La perenne lotta di classe simboleggiata dai due vecchi.
I gusti di Blsabbath (Documentario - Drammatico - Fantascienza)

J.d.s. 19/7/17 12:54 - 20 commenti

Bertolucci dirige consapevolmente un film politico militante, di parte, con i buoni da una parte e i cattivi dall'altra. C'è un po' di retorica? Certo. Ma è una scelta. Il parterre di attori è talmente magnifico che non necessita di particolari commenti, parla da solo. La scelta di ambientare quasi esclusivamente le scene nelle campagne "rosse" è coerente con l'impostazione ideologica del film. Le musiche di Morricone, commoventi, emozionano fin dalla sigla iniziale. Da vedere sicuramente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La contadina sul carro di fieno che rimanda a certa iconografia comunista; La cena a casa di Alfredo; Il suicidio del nonno di Alfredo.
I gusti di J.d.s. (Drammatico - Fantascienza - Sentimentale)