Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL PRANZO DI BABETTE

All'interno del forum, per questo film:
Il pranzo di Babette
Titolo originale:Babettes gaestebud
Dati:Anno: 1987Genere: commedia (colore)
Regia:Gabriel Axel
Cast:Bibi Andersson, Stéphane Audran, Jarl Kulle, Bodil Kjer, Thomas Antoni, Gert Bastian, Birgitte Federspiel
Visite:879
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/5/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 1/1/08 10:33 - 10688 commenti

Il bel racconto di Karen Blixen trova in questo bel film di Gabriel Axel la migliore trasposizione cinematografica possibile. La storia della cuoca francese profuga in Norvegia è diventata un film ottimamente girato, in un contesto naturale tanto affascinante quanto a volte ostile con una cura particolare per l'aspetto psicologico dei personaggi e un crescendo di sensazioni che culmina nel magnifico finale. Per una volta è forse meglio il film dell'opera letteraria da cui è tratto.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Il Gobbo 20/5/07 17:58 - 3010 commenti

Fuggita dalla natìa Francia per noie politiche, Babette ripara presso due babbione norvegesi, al cui servizio lavora in un paese che fa sembrare Cogne Disneyland. Ma quando vince alla lotteria... Sorpresa: come un oscuro regista di documentari, con la trasposizione di una novella di Karen Blixen, e pochi mezzi, possa regalare un piccolo gioiello, che parte in sordina e cresce fino a un finale delizioso, che riempie di gioia. Miracoli del cinema. Straordinaria Stephane Audran. Oscar come film straniero.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 5/9/08 8:08 - 7125 commenti

Cuoca francese di classe finisce a servizio da anziane signore norvegesi per le quali deve preparare un pranzo. In questo film tutto ha lo splendore della grazia. Bellissima la storia, bellissimo come viene raccontata, con sobrietà e poesia, bellissimi gli ambienti e la fotografia, perfetti gli interpreti. Le sequenze del fatidico pranzo entrano a buon diritto tra le più belle scene della cinematografia europea. Davvero un prezioso fiore, che va contemplato, odorato, e tenuto tra le piccole cose che mettono in pace con sé stessi.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 24/3/13 16:56 - 5737 commenti

Inutile dire che a far battere il cuore del film è la chef Babette della malinconica Stephane Audran: i suoi prelibati manicaretti francesi che riportano la pace in un gruppo di vecchietti litigiosi e bigotti e l’elogio finale della culinaria come Arte pura, scissa dal denaro e consacrata al Bello. Tutto intorno una serie di leziose lungaggini – specie quelle della prima mezz’ora -, rimpianti d’amore nella tarda età, canti corali e le grigie spiagge nordiche. Piuttosto freddino nella sua confezione di lusso e ingenuotto in sentimenti e conclusioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I commensali che scoprono le prelibatezze cucinate da Babette. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 21/4/14 22:25 - 6799 commenti

Piccola raffinata gemma danese di grande bellezza, tratta da un racconto della Blixen. Axel gira il film della vita riuscendo ad emozionare gli spettatori, scaldandone occhi, cuore ed anima. Semplice ed allo stesso tempo raffinato nella costruzione narrativa lineare e nelle inquadrature ben fotografate e dalle ascendenze pittoriche. Perfetti gli attori che hanno tutti le facce giuste per i loro ruoli. Bellissima tutta la parte finale: non solo, com'è ovvio, quella del pranzo ma anche e soprattutto la dichiarazione d'amore del vecchio generale. Peccato non abbia la fama che meriterebbe.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I meravigliosi manicaretti di Babette. La dichiarazione d'amore che fa il generale; "Ho vissuto con voi tutti i giorni della mia vita".
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 12/10/18 2:34 - 7439 commenti

Costretta a fuggire dalla Francia dopo la repressione della Comune, Babette trova rifugio presso due anziane sorelle danesi molto pie e morigerate... Celebrato per il banchetto finale che rappresenta una delle migliori rappresentazioni cinematografiche del piacere culinario, il film di Axel riesce a dare sostanza e sapore all'impalpabile racconto di Blixen grazie alla splendida ambientazione, l'attenzione per i particolari che ricorda la pittura fiamminga, la sottile ironia intrecciata ad uno spirito pudicamente romantico. Perfetto il cast scandinavo, meravigliosa Audran.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La dichiarazione d'amore .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 26/11/07 10:29 - 3470 commenti

Un film simpatico e girato con pochi mezzi, vincitore dell'Oscar come film straniero. Soggetto particolare, sceneggiatura sobria come l'atmosfera che pervade il paesino danese nel 1871. Le "convinzioni" religiose dei devoti vengono messe a dura prova dalla spontanea creatività di Babette. Molto belle le scene della preparazione della cena e, come contraltare, la riunione dei fedeli che giurano di mangiare sì, ma senza concedersi commenti lussuriosi. Peccato per l'assenza di commenti musicali adeguati.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Saintgifts 24/9/09 23:28 - 4099 commenti

Karen Blixen era famosa per saper raccontare storie che incantavano chi le ascoltava. Anche questo film tratto da un racconto della Blixen inizia con una voce narrante femminile che subito, assieme alle immagini di grande sapore che sanno ben tradurre l'atmosfera nordica fredda ma anche calda di tramonti e albe, attrae l'attenzione e si resta incollati allo schermo. Oltre a questo gli attori offrono una recitazione pacata ma efficace frutto di una ottima regia. Poi c'è la storia molto originale che fa capire molto sull'essere umano e la religione...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il discorso del Generale durante il pranzo, forse non capito dagli altri commensali. Bella anche la figura del cocchiere che pranza in cucina.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 15/7/12 0:04 - 3197 commenti

Una chef francese si ritrova in terra norvegese al servizio di due anziane bigotte. Una narrazione intrigante con grande analisi introspettiva in cui si evidenziano le perplessità dei locali contrapposte alla grazia della protagonista. Eccellenti le scene culinarie e validissimo l'affresco generale.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Paulaster 16/2/18 12:08 - 1984 commenti

Due zitelle danesi prendono in casa una francese in fuga ma è una chef. Racconto della Blixen narrato come un libro, con voce morbida fuori campo a dettare gli eventi e con le atmosfere a ricreare gli umori. Sentimenti come l’amore, la condivisione, l’altruismo e la religione presentati come prelibatezze da gustare e non per sopraffare. Parte iniziale con diverse arie cantate solo per creare l’intermezzo tra i diversi eventi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pensiero che i buoni piatti possano portare sfortuna; “Un artista non è mai povero”.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Disorder 11/10/16 9:44 - 1378 commenti

Una piccola grande storia sospesa nel tempo, un po' alla Ermanno Olmi, quella raccontata dalla Blixen e ben trasposta dal danese Axel. Si intuisce anche perché sia piaciuto tanto a Jorge Bergoglio: il simbolico pranzo di Babette sa molto di rivincita papista sull'austero "integralismo" dei protestanti nordeuropei. Eccellenti la confezione e la regia; un po' troppo lenta la prima parte ma dall'inizio del pranzo in poi è davvero grande cinema. Buono.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Rocchiola 10/10/18 11:01 - 369 commenti

Un’opera il cui piacere si rinnova a ogni visione come un gustoso pranzo. E’ un film fortemente spirituale che tocca molti temi come la gratitudine, il destino e l’etica. Ovviamente è anche un inno all’arte culinaria vista come espressione attraverso la quale donare felicità e piacere al prossimo. Magnifica la fotografia, che sfrutta le luci naturali passando dal grigiore predominante negli esterni ai caldi colori caldi delle scene in interno. Un film lieve ma coinvolgente, che fa bene all’anima.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La preparazione del pranzo; Le espressioni di stupore e godimento del Generale di fronte ai piatti e alle bevande; "Un artista non è mai povero".
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Zio bacco 7/2/16 16:01 - 225 commenti

Commedia ben realizzata, superiore al libro d'ispirazione. Cambia l'ambientazione, ma il risultato è lo stesso grazie a una recitazione corale di livello e a una buona Audran. Molto ben riuscita la descrizione del piccolo villaggio, in cui la devozione corale lascia via via spazio a ingenui risentimenti. Se il pranzo è l'evento principe del film, la prima parte è fin troppo verbosa e rende forse in parte prevedibile il finale. Peccato per l'assenza di musiche. Buon film ma, visti i contendenti, non so se valesse l'Oscar di quell'anno.
I gusti di Zio bacco (Comico - Commedia - Drammatico)