Cerca per genere
Attori/registi più presenti

QUANDO LE DONNE SI CHIAMAVANO "MADONNE"

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/5/07 DAL BENEMERITO FABBIU

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 7/8/12 22:23 - 4274 commenti

Ambientato nel 1395, è fra i meno disprezzabili del genere decamerotico (pur se resta sotto la sufficienza: *½) si avvale di un cast niente male nelle prime linee, ma pure con qualche sorpresa nelle seconde (da notare la sorprendente espressività della Careddu nella sua "scena madre") e di ottimi nomi nel cast tecnico. Soffre di una certa ripetitività nella seconda parte, che causa lentezza ed una certa noia. Spettacolosa la Fenech. Curiosa la presenza della figlia di Vitaliano Brancati. Si toscaneggia benino, ma si usano a vanvera "codesto" e "affatto".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 10/1/08 23:24 - 3875 commenti

Coproduzione con la Germania (co-sceneggia, infatti, Dieter Geissler), terra nella quale è possibile rinvenire pellicole d'esordio per la poco più che ventenne Edwige Fenech. Il film si colloca sul filone, in piena fioritura, aperto dal Decameron pasoliniano e frequentato (piuttosto male) dal siciliano Aldo Grimaldi solo in quest'occasione. In realtà l'opera è prettamente italiana, come denota la (bella) musica curata dal grande Giorgio Gaslini (sì, quello di Profondo Rosso) e la notevole scenografia, frutto del grande Giuseppe Bassan.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 21/10/11 18:48 - 5737 commenti

Decamerotico sopra la sufficienza, gioca le carte vincenti del ripudio della volgarità - di solito invece parte integrante di numerose pellicole congeneri - e dell'allegria che anima familiari scenette di concupiscenze, travestimenti, libertinaggio e adultèri. La Fenech, pure in vena di comizi femministi, si prodiga con classe in nudi e amplessi multipli consumati insieme al mandrillo Don Backy sotto lo sguardo attento del giudice Caprioli, mentre Carotenuto, con inedito accento toscano, disegna un arpagone ingenuo e geloso. Un po' di stanchezza verso il finale. ** abbondante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I commenti al tour de force sessuale Fenech-Backy: «Certo che questa ce l'ha di ferro»; «E lui, d'acciaio».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Tarabas 31/3/09 18:48 - 1536 commenti

Decamerotico protofemminista e ho detto tutto. La Fenech è bellissima, lo spunto non sarebbe nemmeno malvagio, con la gara tra il marito e l'amante per dimostrare che la moglie fedifraga ha pur sempre le sue ragioni. Ma non si ride veramente mai e arrivare alla fine è arduo. Solo per enciclopedici del genere e per fan di Edwige.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Fabbiu 10/5/07 11:53 - 1852 commenti

Tipico decamerotico boccaccesco italiano che, con la scusa del suffragio e della rivolta delle donne (a partire dal discorso della Fenech al rogo) presenta un'accozzaglia di scenette di letto, corna e poco altro. Non si ride molto, ma si apprezzano la scenografia, i costumi, Carotenuto che una volta tanto esce dal personaggio romanaccio e qualche piccola particolarità. La cosa più simpatica sono i vari processi giuridici esercitati contro le donne. Simpatici i giudici e l'avvocato prete, ma per molti versi noioso.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Mco 20/2/11 19:45 - 1991 commenti

Nel genere che passa sotto il nome di decamerotico spesso di eros tout court ve n'è poco, a discapito di qualche fugace scena di nudo e doppi sensi triviali e spinti anzichenò. L'opus grimaldiano con una maramaldeggiante Fenech non sfugge alla premessa ed offre sicuro riparo per chi cerca la coltre dei loci communes e qualche bellezza discinta. Ci si affeziona anche al Carotenuto in costume ma si resiste più per stoicità che per altro...
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Nando 19/2/11 8:59 - 3190 commenti

Pellicola boccaccesca in cui emerge un bagliore femminista, anche se in seguito tutto scivolerà nella solita narrazione becera fatta di accoppiamenti e situazioni da prurito sessuale. La Fenech irradia sensualità in ogni fotogramma e Carotenuto si ritaglia una parte simpatica che riesce a strappare qualche raro sorriso.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Rufus68 18/8/18 11:07 - 2134 commenti

Boccacciata non infima anche se siamo nei pressi del monopallino. Il regista gira col freno a mano tirato (se si vuol osare, lo si faccia sino in fondo, perbacco!) e l'impressione generale è quello del vorrei, ma non posso. Il cast si contiene nella decenza e va riconosciuto alla sceneggiatore il tentativo di definire autentiche prurigini da fine Medioevo (più dalle parti del Liber facetiarum di Poggio Bracciolini che del Boccaccio). Poco al di sopra della media (rasoterra) del genere.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 5/12/10 19:28 - 1600 commenti

Solare e stuzzicante decamerotico, curato nelle musiche e nelle ambientazioni (molto belli anche gli esterni bucolici), recitato degnamente, con dialoghi niente affatto sciatti o volgari. C'è una particolare attenzione alle figure femminili, o meglio, chiaramente, alla sessualità femminile, colta in varie sfumature (il desiderio, il pudore, la civetteria, l'audacia, la furbizia). Tutto abbastanza superficiale, ma divertente e non grossolano. Ottimo il personaggio di Carotenuto, che allegramente "toscaneggia".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fierezza da "pasionaria" della Fenech durante il processo. Poi, apre il vestito e mostra i suoi migliori argomenti!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Giacomovie 9/12/13 17:27 - 1294 commenti

La pellicola si mette i costumi giusti per avvicinarsi al clima medioevale e sa far emergere il gusto boccaccesco della variegata trama. Risulta meno sprovveduta di pellicole analoghe nonostante l'umorismo e l'erotismo non siano rimarchevoli. Edwige Fenech (che si erge a femminista contro le leggi fatte dagli uomini senza riguardo per le donne) è sempre un belvedere. Simpatiche le frasi in latino maccheronico.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Darkknight 20/12/15 16:06 - 330 commenti

Strano decamerotico, non a episodi, ma con due trame parallele, la seconda delle quali si divide a sua volta in tre sottotrame. Meno volgarità e nudi più innocenti del solito. Ritmo e divertimento latitano (il film sembra più lungo di quanto sia in realtà) ma l'ambientazione è buona, le musiche di Giorgio Gaslini graziose e i caratteristi (Mario Carotenuto in primis) reggono la baracca. Insomma, noiosetto a tratti ma ideale per chi cerca un film più garbato ed elegante rispetto alla media del genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Carotenuto che parla toscano; Il carnevale a sessi invertiti; Le prodezze di Don Backy a letto con la Fenech.
I gusti di Darkknight (Animazione - Horror - Western)