Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BUONANOTTE BRIAN

All'interno del forum, per questo film:
Buonanotte Brian
Titolo originale:Deadtime Stories
Dati:Anno: 1986Genere: horror (colore)
Regia:[3e] Jeffrey Delman
Cast:Scott Valentine, Nicole Picard, Matt Mitler, Cathryn de Prume, Melissa Leo, Kathy Fleig, Phyllis Craig, Michael Mesmer, Brian DePersia, Kevin Hannon
Note:Aka "Buona notte Brian", "Dead time stories"
Visite:946
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/7/14 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 3/6/14
Ma che belle storielle che racconta lo zio Mike (Michael Mesmer) al nipotino che non riesce ad addormentarsi. D'altra parte basta sentire le scuse che adduce per non farlo (“Ora non posso... devo stirare il gatto e passare l'aspirapolvere sul soffitto”) per capire che tanto a posto non è. Ad ogni modo accetta il ruolo e comincia... tre storie a base orrorifica che tuttavia contengono spesso molti elementi comici (il terzo episodio è dichiaratamente demenziale, a dire il vero). Si comincia con due streghe zuzzurellone che dopo aver rapito un uomo e avergli mozzato la mano per mescolarla ai loro intrugli raggiungono con il loro giovane schiavo il luogo dov'è custodita la loro sorella Magog, ridotta a uno scheletro ma pronta ad essere resuscitata previo posizionamento di un cuore all'interno della sua cassa toracica. Il momento dell'autoricomposizione del corpo della strega (sorprendentemente ben assistito dagli effetti speciali) è il momento clou dell'episodio e forse dell'intero film, con una reincarnazione lenta e affascinante. S'è visto di meglio, certo, ma in un film di così poche pretese nemmeno così spesso... Peccato che per il resto l'episodio si barcameni tra battute puerili tra le due streghe, percorsi nel buio e l'innamoramento tra lo schiavo giovane e una ragazza sequestrata dalle streghe, con bacio finale che disgusta anche il piccolo Brian: “Nooo, troppo smieloso”. Detto fatto: lo zio Mike improvvisa un veloce finale diverso e meno “happy”. Quando il piccolo chiede allo zio di raccontargli Cappuccetto Rosso, questi ne confeziona una versione decisamente più pruriginosa, con la bella Rachele (Nicole Picard) pronta a una notte di fuoco col suo ragazzo. Prima però deve prendere le medicine per la nonna e in farmacia incontra un giovane, lì per avere le sue, di medicine. Il farmacista per errore le scambia e il ragazzo quella notte si trasforma, senza le sue pillole “calmanti”, in un lupo mannaro; proprio mentre la bella Rachele, ignara, se ne sta in un capanno di campagna impegnata a fare sesso col fidanzato (qui immaginiamo un Brian parecchio interessato, viste le “descrizioni” particolareggiate dello zio...). La chiusura è un forzato riavvicinamento alla favola di Cappuccetto Rosso, a conferma della natura pseudoumoristica del film. Ma è con l'ultimo episodio, raccontato dallo zio stremato dalle continue richieste del nipote, che ci si tuffa come detto nel demenziale: “Mamma Orso” arriva in manicomio in auto e si porta via “Papà orso” e il loro figlio tutto scemo. Cercando un posto dove stare, i tre finiranno nella casa di “Riccioli d'oro” (Cathryn de Prume), una bella serial killer con poteri telecinetici che li accoglie festante, non prima di averci regalato una scena di nudo sotto la doccia in pieno stile PSYCO. Tra accelerazioni da comiche, effetti speciali grossolani, moncherini e teschi sparsi qua e là si conclude anche l'episodio più fuori di testa, comunque frutto di una sceneggiatura modestissima anche dal punto di vista della comicità. Chiusura con Brian che finisce presumibilmente divorato da un pupazzo di camera sua e lo zio che dal salotto, sentendo le grida, pensa sia l'ennesima richiesta di una storia (che sia “Pierino e il lupo”?).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 27/1/15 16:37 - 2116 commenti

Per il grande concorso Se riesci a finirlo vinci un kit per il suicidio, ecco l’ennesimo figliastro di Creepshow che sta a King&Romero come lo Z.E.N. sta a Disneyland, girato e interpretato anche peggio di un anonimo porno casalingo, con episodi appassionanti quanto gli opuscoli della torre di guardia, f/x da reparto giocattoli e, tanto per non farci mancare alcun peggio, un inascoltabile doppiaggio da dermatite e coliche biliari che lo rende, ce ne fosse bisogno, ulteriormente invivibile e malgiudicabile. Buonanotte al secchio.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Herrkinski 20/7/14 15:26 - 3848 commenti

Creepshow ha reso popolari i film horror a episodi, ma ben pochi sono riusciti ad avvicinarsi al modello romeriano; questo film è l'esempio lampante di chi ha fallito nell'impresa, seppur con esiti non totalmente disastrosi. Brutto il primo capitolo sulle streghe, a parte qualche buon SPFX; discreto il secondo sulla licantropia, anche se lascia il tempo che trova; un po' meglio il terzo, demenziale e macabro, con una protagonista che sembra una Sheri Moon ante-litteram. Si segnala un'insistita componente sleazy disseminata per l'intero film.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Minitina80 25/3/15 10:18 - 1690 commenti

Tre episodi che non hanno alcuna speranza di essere salvati dal pubblico ludibrio per la loro mediocrità e ridicolaggine. Non solo le storie sono scontate e insipide, ma anche gli attori sono catatonici e impresentabili. Si inizia male con il primo episodio e si finisce peggio. Superfluo ed evitabile.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Rigoletto 14/4/15 17:08 - 1173 commenti

Le favole della nonna rivisitate dallo Zio Mike non lasciano il segno positivo nella casella delle preferenze. Un horror"a episodi malriuscito con atmofere più fantasy (chissà perché mi è venuto subito in mente Labyrinth) e con un cast praticamente inesistente. La vera chiave è che scontenta tutti quelli che cercano i brividi e questo fa decadere fin da subito la sua natura rendendolo ingiudicabile (ma, se vogliamo, persino inammissibile nella categoria). Se questo è un horror...
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Jena 23/5/15 13:18 - 859 commenti

Se si è appassionati del genere qualcosa di interessante sicuramente c'è: i bellissimi titoli di testa, una resurrezione del corpo di una strega nel primo episodio gustosamente artigianale (peccato che il finale sia pessimo), nel secondo una strana lettura della favola di cappuccetto rosso, il finale con un mostro dentuto nell'armadio del bambino. Pessimo il terzo episodio che è un pasticciato e confuso Carrie vs Riccioli d'oro. Effetti speciali poveristici, attori nulli. Da prendere per quello che è.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Anthonyvm 11/6/18 23:54 - 568 commenti

Horror antologico che unisce elementi da fiaba nera (in fondo gli episodi sono ispirati a fiabe famose o ne prendono personaggi caratteristici) ad altri demenziali e imbarazzanti. La prima storia è sciocca ma è forse la più favolistica del lotto; la seconda, ispirata a Cappuccetto Rosso e a tema licantropia (ma Neil Jordan sta altrove), è divertente e ha qualche scena riuscita; la terza è d'una comicità così infantile da far temere per la propria intelligenza, ma non è irritante. Buone le dosi di gore e di nudo. Filmetto anni '80 per soli fan.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)