Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TESS

All'interno del forum, per questo film:
Tess
Titolo originale:Tess
Dati:Anno: 1979Genere: drammatico (colore)
Regia:Roman Polanski
Cast:Nastassja Kinski, Peter Firth, John Collin, Leigh Lawson, Rosemary Martin, Carolyn Pickles, Richard Pearson, Tony Church
Note:Dal romanzo "Tess dei D'Ubervilles" di Thomas Hardy. Vincitore di tre Oscar (fotografia, scene, costumi).
Visite:853
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/4/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 7/4/07 0:43 - 4202 commenti

Lento, noiosissimo film del grande Polanski, che piazza qua e là alcuni momenti di classe, la cui entità è purtroppo avvilita dalla stanchezza che colpisce lo spettatore. La Kinski è bellissima e non è un caso che tutti gli attori che ruotano attorno a lei spariscano immediatamente dalla memoria, umiliati dai suoi occhi e dalle sue labbra. Fotografia splendida, ma il film resta principalmente orchiclasta.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 25/8/09 16:49 - 10481 commenti

La vita di una giovane contadina cambia per sempre quando scopre di essere discendente di una nobile famiglia. Il film di Roman Polanski è totalmente dominato dalla figura della protagonista, una radiosa Nastassja Kinski, al massimo della sua bellezza e di bravura impeccabile, nei panni di un personaggio schiacciato da una società retriva. Il film ha il limite dell'eccessiva lentezza e il pregio di un'impeccabile ricostruzione ambientale (giustamente premiata da una serie di Oscar "tecnici").
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Brainiac 23/8/09 0:49 - 1081 commenti

Il motivo per cui questo film trasuda sofferenza è espresso dalle due parole della dedica che Polanski fissa sullo schermo. Ho dovuto combattere con la mia idiosincrasia per i film in costume, ma in quel nome ho trovato una dolorosa chiave di lettura che fa evolvere questo melò in qualcosa di intimo. Tess parla infatti di una ragazza abusata, che perde il figlio e subisce le angherie di una società retriva. Esemplare in tempi frivoli e poco etici come questi il fatto che rimunci agli agi per amore. Dedicato a tutte le donne, ma ad una in particolare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le due parole: "A Sharon".
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Saintgifts 12/11/13 19:06 - 4099 commenti

Gli Oscar vinti danno la giusta dimensione e l'esatto merito a questo film. La riduzione cinematografica doveva essere diversa. Spesso si critica la troppa manipolazione di un'opera letteraria trasformata in film, ma può essere vero anche il contrario. Le pagine di un libro sono una cosa, le immagini e il ritmo di un film devono necessariamente esserne un'altra. La regia è comunque ottima, la scelta della Kinski è vincente, meno quella di Peter Firth. Buono pure il giusto risalto dato al passaggio epocale dal valore nobiliare a quello borghese.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  20/8/09 2:24 - 2620 commenti

Semplicemente un capolavoro. Non ci sono parole per definire quanto grande sia questa pellicola tratta da "Tess dei d'Uberville" di Thomas Hardy e vincitrice di tre premi Oscar (fotografia, scenografia e costumi). La Kinski stupenda nella sua acerba bellezza, ha creato un personaggio ineguagliabile nella sua naturalezza. Per chi non si contenta...
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Myvincent 3/7/16 9:11 - 2055 commenti

La triste parabola di una contadina che scopre di essere nobile, andando incontro a un destino e a due uomini incostanti o insensati. Colpisce l'andamento morale melanconico di una donna votata all'inconcludenza, sbilanciata tra orgoglio, ostinazione e romanticismo. Bellissima Nastassja Kinsky che realizza ed esprime al meglio il sogno "polacco" di un regista ferito nei suoi affetti più profondamente personali. La seconda parte si sviluppa con irrazionale rapidità rispetto alla prima.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 21/3/18 8:20 - 1642 commenti

Un’opera impeccabile sul piano visivo le cui ambientazioni e i costumi abbracciano e immergono lo spettatore all’interno di contesti storici ormai andati. La mano è formale, irrigidita da un’impronta d’autore che non concede grossi sbalzi narrativi e inevitabilmente l’attenzione ricade sulle distorsioni di pensiero di una società bigotta che ancora vede nella donna la parte più debole e remissiva della comunità. Per apprezzarlo bisogna avere la pazienza di aspettarlo, anche se la durata eccessiva non sempre aiuta la visione.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Luchi78 31/1/14 10:01 - 1521 commenti

Polanski prende in mano la storia di una donna intrisa di dolore e la rende esteticamente sublime, trascinando lo spettatore in un turbinio di angoscia e compassione. La Kinski è bellissima e contribuisce enormemente alla riuscita del film, mentre una fotografia attenta e dai caratteri esclusivamente rurali completa il quadro di un'Inghilterra sulla strada dello sviluppo e dello sfruttamento lavorativo. Ben riuscito.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Giacomovie 8/10/11 18:08 - 1270 commenti

Il coinvolgimento della trama è discreto, ma la parte estetico-descrittiva è meravigliosa. Polansky confeziona un film da catalogare tra quelli in grado di rappresentare l'arte del cinema. La regia raffinata ha il gusto della finezza, con riprese che esaltano ad ogni scena la bellezza figurativa. Risaltano anche la bella fotografia, i bei costumi e la recitazione di classe. Un affresco d'epoca e della vita rurale che mette anche ben in luce il bigottismo culturale dell'Ottocento. Affascinante l'ultima scena presso i megaliti di Stonehenge.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "C'è un punto oltre il quale l'ostinazione diventa stupidità".
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Jena 17/12/16 14:47 - 845 commenti

Polanski filma in maniera meravigliosa i paesaggi della campagna inglese, con grande gusto pittorico, tanto che alcune scene sembrano dei quadri. Poi c'è la Kinski, di una bellezza sovrumana tale da "assorbire" tutto, facendo scomparire il resto del film e degli interpreti nei suoi occhi e nel suo viso. Non c'è solo la bellezza ma anche una straordinaria bravura per un'attrice che allora aveva 18 anni. Dura tre ore ma si seguono con grande piacere.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Xabaras 26/7/16 17:21 - 175 commenti

Non a caso il film è dedicato alla memoria della ex moglie del regista Sharon Tate barbaramente uccisa dieci anni prima dalla follia mansoniana: l'opera si svolge infatti come un monumentale apologo femminista dove la bellezza trasognata e tormentata della Kinski verrà mano a mano e sempre di più oppressa dai dettami di una società retriva e maschilista in cui l'asticella che funge da linea di demarcazione tra sacro e profano viene regolata a piacimento in maniera ottusa e ipocrita. Fotografia d'eccezione giustamente premiata con un Oscar.
I gusti di Xabaras (Gangster - Horror - Western)