Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN BATTITO D'ALI DOPO LA STRAGE

All'interno del forum, per questo film:
Un battito d'ali dopo la strage
Titolo originale:Le fils
Dati:Anno: 1972Genere: gangster/noir (colore)
Regia:Pierre Granier-Deferre
Cast:Yves Montand, Lea Massari, Marcel Bozzuffi, Frederic De Pasquale, Germaine Delbat, Philippe Paulino
Visite:1114
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 3/4/07 19:15 - 3005 commenti

Bellissimo e insolito polar di Granier-Deferre, pervaso fin dall'inzio da un'incombente atmosfera di morte. La grande idea Ŕ l'ambientazione in Corsica, in un villaggetto dove Yves Montand, gangster che Ŕ diventato qualcuno negli USA, torna per assistere la madre moribonda, e per scoprire chi ha ucciso suo padre. Ma dei sicari sono sulle sue tracce... Dolente, essenziale, da non perdere. Cast eccellente, fra gli sceneggiatori taluno indica Enrico Vanzina (!)
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Tarabas 5/12/09 0:37 - 1530 commenti

Un boss della malavita torna in Corsica da New York, rivede la madre malata e la ragazza che amava, sposata al fratello, rimasto a casa a fare il pastore. Il padre Ŕ morto in circostanze poco chiare. Pensa alla vendetta, ma rinuncia, disorientato dalle emozioni provate al contatto con la vita semplice della sua infanzia. Intanto due killers lo aspettano al varco. Noir intimista di Deferre, non uno specialista del genere (e si vede), con un bravo Montand e una intensa Massari. Lento e malinconico. Il finale Ŕ un po' debole.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 17/9/18 21:01 - 7404 commenti

Rientrato in patria per vedere un'ultima volta la madre malata, un malavitoso corso emigrato anni prima negli USA ritrova la donna amata in giovent¨ sposata con suo fratello e scopre la veritÓ sulla morte del padre... Difficile sbagliare del tutto un film potendo contare su uno spunto risaputo ma sempre efficace come il ritorno del figliol prodigo, splendide ambientazioni naturali ed attori come Montand e Massari, ma Granier-Deferre lo narcotizza girando con un ritmo sonnacchioso, in linea con una sceneggiatura evanescente e poco grintosa. Il titolo italiano Ŕ un puro parto di fantasia fumata.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Daidae 28/7/10 14:12 - 2422 commenti

Mi aspettavo di meglio. Troppo melanconico, romantico, buonista... la violenza Ŕ ridotta ai minimi storici per un noir. Ottimo il cast, stupende le ambientazioni in Corsica; alla fine, nonostante la lentezza, direi che non Ŕ un cattivo film, anche se in parte ha tradito le aspettative.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Myvincent 7/4/17 15:46 - 2108 commenti

Un boss malavitoso muove da New York al suo natio paesello corso per assistere la madre in fin di vita, ma il vero moribondo sembra essere lui, col suo passato scottante e il suo presente di pochi scrupoli. Due volti d'altri tempi, Yves Montand e Lea Massari, riempiono lo schermo dentro a un racconto scabro, lento, implacabile. Finale un po' affrettato rispetto al resto. Inutile il doppiaggio di Lea Massari.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 31/7/17 21:10 - 2066 commenti

Nonostante la presenza di Montand il film scivola via stancamente sin al finale, assolutamente prevedibile. Il mondo selvaggio della Corsica, rurale e livido di vendette, rimane sullo sfondo, banalizzato in una serie di scorci oleografici. Di ordinario rilievo anche il rapporto del protagonista col personaggio della Massari che pure si fa notare col suo volto maturo e sofferto. Titolo italiano immaginifico.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Faggi 25/8/16 18:01 - 1239 commenti

Un polar quasi esistenzialista, dove tengono banco i presagi, le atmosfere malinconiche, i luoghi della memoria. Ben girato, con belle interpretazioni e cura dei dettagli; molto riuscita l'ambientazione isolana (siamo in Corsica), che gli conferisce le proprietÓ di una realtÓ distaccata dal consueto scorrere degli eventi e dove i personaggi sono simboli di condizioni umane e presenze misteriose. Sembra una sorta di messinscena organizzata da un oscuro fato.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Beffardo57 10/4/18 21:43 - 206 commenti

Gangster corso emigrato a New York torna al paese natio per l'addio alla vecchia madre malata, ma sprofonda lentamente nel suo passato e finisce col lasciarci le penne. Lento, intimista e oppresso da un senso di incombente fatalitÓ. Strano film, molto ben realizzato e recitato, quasi un dramma teatrale messo in scena in un ambiente immobile e arcaico, da cui non si pu˛ fuggire.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Berto88fi 5/7/18 8:59 - 62 commenti

Il punto forte Ŕ sicuramente la favolosa ambientazione corsa, che conferisce alla pellicola fascino e mistero. Per il resto la storia si trascina molto lentamente, quasi in maniera documentaristica, fino all'epilogo troppo scontato. Ottime le interpretazioni di Montand e la Massari. Score fuori luogo; titolo italiano insensato, molto pi¨ coerente l'originale "Il figlio".
I gusti di Berto88fi (Gangster - Poliziesco - Thriller)