Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MAGDALENE

All'interno del forum, per questo film:
Magdalene
Titolo originale:The Magdalene Sisters
Dati:Anno: 2002Genere: drammatico (colore)
Regia:Peter Mullan
Cast:Nora-Jane Noone, Anne-Marie Duff, Dorothy Duffy, Eileen Walsh, Geraldine McEwan, Mary Murray, Britta Smith, Frances Healy, Eithne McGuinness, Phyllis McMahon, Rebecca Walsh, Eamonn Owens, Chris Simpson, Daniel Costello, Alison Goldie, Anita Hyslop, Leonna McGillian, Claire Murray, Mariann Taylor, Peter Mullan
Note:Leone d'oro al miglior film alla 59ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
Visite:1133
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/3/07 DAL BENEMERITO LEX

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/4/08 7:29 - 11098 commenti

L'attore e regista irlandese Peter Mullan affronta un tema doloroso come quello dei conventi Magdalene con grande durezza ma anche senso di spietata veridicità (le storie raccontate sono autentiche) senza alcuna concessione allo spettacolo ma avvalendosi di una metodologia di racconto molto rigorosa. Fotografia scarna ed efficace ed un ottimo e giovane cast. Da vedere come fonte di riflessione.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 14/11/08 9:30 - 7412 commenti

C'era una volta, neanche troppi anni fa, in Irlanda un'istituzione clericale di recupero di ragazze che in realtà gestiva luoghi di tortura psicologica e fisica e sopraffazione. Ecco un eccellente film che, con un impianto tradizionale nella storia e nella forma, riesce a squarciare il velo di una vergognosa realtà a lungo tenuta nascosta, quindi a informare, indignare, commuovere. Con un cast all'altezza per evitare la velleitarietà di tanti film di denuncia, approdando così al grande cinema civile.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Schramm 26/5/15 11:27 - 2407 commenti

Se siamo tutti figli di Dio, dobbiamo dedurne che madre ecclesia è Medea. La femmina che censura la femminilità, che spirictomizza la donna. Mulan contrappone allo squadrismo religioso la propria reazione uguale e contraria, altrettanto oltranzisticamente unidirezionale, ma anche comprovata dalla balorda realtà dei fatti a base di tarpante umiliazione e coercitivo diniego della persona non dissimile da quello dei lager (non sarà un caso se sovverranno prison-movies ed erossvastika): il ragguardevole parterre attoriale fa il resto mettendoci tutto il fervore di cui la via crucis abbisogna.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 10/7/08 13:53 - 7212 commenti

Ottimo film di denuncia di Peter Mullan che dopo lo stupefacente inizio prosegue dritto per la sua strada in maniera accusatoria, dura e sgradevole senza mai scendere a compromessi e senza scadere nell'ovvio e nel patetico. Notevole l'asciuttezza e la sobrietà con cui il regista racconta le disavventure delle protagoniste. Molte le scene forti che però non sono mai gratuite e non mirano certo alla "pancia" dello spettatore. Meritatissimo (per una volta!) e decisamente sorprendente Leone d'oro a Venezia.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 27/1/10 10:09 - 8607 commenti

Attore ruvido dal volto proletario, Mullan affronta come regista un tema "scandaloso" come i sopprusi perpetrati fino a pochi anni fa nei conventi irlandesi delle Magdalene Sisters, luoghi di prigionia e sfruttamento per chi spesso non aveva altra colpa che di essere donna. Interpretato da un cast molto in parte, il film - ispirato ad un documentario del 1998 - riesce ad indignare e commuovere, senza bisogno di forzature. Se adesso anche la Chiesa cattolica è stata costretta al "mea culpa", è merito anche di opere come questa. Film doloroso, necessario.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 19/1/10 14:37 - 3623 commenti

Un voto che intende premiare anche il coraggio di chi affronta certi argomenti e di chi distribuisce il film in un paese ipocrita come l'Italia. La vicenda narrata lascia l'amaro in bocca per la sua vericidità (si veda in proposito l'ancora più tosto documentario della BBC) e per l'epoca, il 1964, così vicina a noi. Mullan dirige con asciutto rigore (a volte anche troppo) e le attrici sono ben sintonizzate sulla sua lunghezza d'onda. Anticlericale? Non direi, a ben vedere Mullan non ha nemmeno calcato la mano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Durante le riprese amatoriali il prete chiede alle suore di essere spontanee: non ci riescono!
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 20/1/10 17:36 - 1368 commenti

Non ne conservo un buon ricordo; l'ottimo attore di My name is Joe raffredda una materia bollente per un film che, d'accordo o meno sul punto di vista (i fatti lo danno come indubitabile), si raffredda e irrita per la sua programmaticità un po' senza cuore. Tale correttezza inficia la messinscena, raggelata anch'essa e priva del pathos necessario per avvincere.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Gugly 5/2/08 18:25 - 997 commenti

Film durissimo che racconta la storia vera di ragazze rinchiuse in conventi-lager nei quali erano sfruttate come forza lavoro o peggio. Mullan non ci risparmia nulla, fino a mostrarci come la madre superiora sia entrata in un meccanismo sadico che neppure lei riesce più a controllare. Ovviamente, una volta terminata la visione del film, non si ha più una buona impressione di conventi, suore e preti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la straziante vicenda di Crispina.
I gusti di Gugly (Commedia - Horror - Teatro)

Fabbiu 24/8/07 7:18 - 1903 commenti

Bello quanto duro e choccante. L'istituto Magdalene è una sorta di Alcatraz in cui le suore, agendo per un Dio dittatore, hanno il compito di estirpare dall'anima e dalla mente delle peccatrici i loro affronti morali. Un film che ben rappresenta, in maniera piuttosto cruda, una sterminata dose di violenza psicologica. Notare l'interpretazione della povera Crispina distrutta. Denuncia al bigottismo e alla dittatura morale, un film che fa venir voglia di munirsi di fucile e far strage di quelle pinguine estremiste.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il taglio dei capelli (rinunica al peccato della vanità di Bernadette).
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Enzus79 25/11/10 17:12 - 1640 commenti

Gran bel film. Sono in sintonia con chi dice che questa storia ha molto di "dickensiano", per i suoi momenti struggenti. Attoria (a me) sconosciuti che danno un'ottima prova. Mullan, invece, si è dimostrato un bravo regista. Leone d'oro meritato. Da applausi.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Pinhead80 12/12/10 23:48 - 3629 commenti

Le case "Maddalena" rappresentavano una sorta di casa di punizione (di redenzione) per giovani donne diseredate dalla famiglia. La drammaticità delle vicende e la crudezza delle immagini mostrate da Mullan rendono il film affascinante e sconvolgente. Il fatto che si tratti di storie vere ci fa capire quanto dolore anche la Chiesa abbia procurato alle persone. Essenziale per capire un altro pezzo di storia.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lucius  14/10/11 1:20 - 2778 commenti

Il lato oscuro della chiesa condensato in una pellicola lungimirante focalizzata sull'"educazione cattolica" e le sue storture volte a convertire (con estremo vigore) le proprie pecorelle smarrite. Un film di forte impatto emotivo che consiglio vivamente a chi ha la testa e lo spirito liberi da retaggi cattolici. L'ambientazione isolata del convento, l'assenza di una qualsivoglia soundtrack, il Dio preso andando a dottrina, le sevizie, il rigore... Benvenuti nella casa di Dio.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Mickes2 19/1/13 13:57 - 1551 commenti

Era ieri quando nelle “case Maddalena” si riproduceva il Male di una società bigotta e ottusa, nefanda e misogina, che si aggrappava alle vie del Signore per ricercare affannosamente una redenzione che potesse alleviare un dolore da Lei stessa alimentato. Film che fa riflettere e indigna, nonostante il sospetto di un accanimento programmatico, sa denunciare con incisività le assurde e sadiche malefatte della chiesa cattolica e a documentare una realtà ancor più dolente e vergognosa, resa tale dal silenzio assordante delle istituzioni. Toccante.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 7/10/11 13:28 - 1521 commenti

Un tema nuovo e sconvolgente riesce facilmente a far breccia nella sensibilità dello spettatore, ma stavolta a ragion veduta. Molto brave le attrici del cast, ma soprattutto è ottima la scrittura che riesce a concentrare l'attenzione sugli aspetti più dolorosi senza scadere in inutili morbosità. Alla fine ne esce un film efficace e dai tratti forti, lasciando trapelare un'altro pesante macigno sulla coscienza del cattolicesimo odierno. Crudo e diretto, ma a tratti anche femminile e delicato.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Giacomovie 22/8/09 7:50 - 1325 commenti

Una sorta di film "carcerario" al femminile, con un impatto emotivo degno de Il miglio verde o Le ali della libertà. Il soggetto è di grande interesse e il suo svolgimento, tralasciando qualche momento troppo descrittivo, è di alto livello. Costituisce un forte atto di documento-denuncia sui soprusi, mancanza di rispetto umano e annientamento di ogni speranza compiuti in nome della morale religiosa, usata come scudo per alimentare un circolo di repressioni, costrizioni e falsi moralismi. ***1/2
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Gestarsh99 25/8/11 0:35 - 1279 commenti

Mullan affronta di petto l'Irlanda delle Magdalene House, monasteri correttivi cui venivano inviate tutte le presunte "peccatrici". Ma il suo non è un film schierato dalla parte della donna, anzi è un'opera che sfrutta la figura femminile come ariete da abbattere con furia sui portoni dell'istituzione religiosa, senza preoccuparsi tanto del dualismo netto e categorico dei personaggi coinvolti, quasi orgoglioso del manicheismo strumentale che schiaccia la verosimiglianza dei fatti. Quel che resta è solo un risentimento iconoclastico rabbioso, epigrafico e irriflessivo. Est modus in rebus.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il parroco che si denuda davanti a tutti i partecipanti alla messa, in preda ad un devastante e pruriginosissimo attacco di orticaria allergica...
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Lythops 19/2/13 20:31 - 972 commenti

Il definitvo mea culpa della superiora generale delle Magdalene sisters ha chiuso la querelle sul film, che vedeva nella chiesa cattolica l'unico suo detrattore. Rigorosamente impostato sulla testimonianza di chi ha vissuto in quei "collegi", il film racconta un viaggio allucinante in una mentalità assolutamente prigioniera di se stessa, al di là del bene, immersa e grondante di un male così perfetto da apparire quasi inconsapevole da parte di chi lo esercitava. Grandi interpreti, regia ottima, musica e fotografia non da meno. Da vedere.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Almicione 3/3/17 1:42 - 765 commenti

I pregiudizi e le assurdità di una società e un tempo non così distanti da noi vengono sfogati all'interno di un convento che ha assunto le sembianze dell'inferno. Sofferenza e malvagità subentrano alla redenzione dichiarata e una fuga sarebbe un miracolo. Le unità di azione e di luogo sono ottimamente sfruttate insieme a una sceneggiatura che non possiede punti morti nonostante la situazione. Buono il cast, perlopiù inesperto e la caratterizzazione psicologica dei personaggi. Lodevole Mullan all'esordio, anche per ciò che ha mostrato.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Fedeerra 23/1/20 6:36 - 362 commenti

Tratto da un fatto realmente accaduto e da un documentario che è un vero pugno nello stomaco, Magdalene è un buon film che basa le sue fondamenta su un parterre di brave attrici, le cui interpretazioni erigono la pellicola a piccolo gioiello di cinema/denuncia. Geraldine McEwan (la severissima suor Bridget) avrebbe se non altro meritato una nomination agli Oscar; nella sua implacabile perfidia si nasconde un soffocamento psichico che mette davvero i brividi. Icastico.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)

LEX 29/3/07 18:36 - 49 commenti

Una vera mazzata: duro, crudele, vero. L'infame vita a cui erano sottoposte alcune ragazze all'interno di alcuni conventi, tra suore simili a violenti carcerieri, umiliazioni fisiche e morali, lavori sfiancanti. E questo per "espiare" ?! Storie vere (l'ultima "lavanderia" chiuse nel 1996) dirette benissimo da Mullan e recitate con partecipazione emotiva dal cast (la brutta Eileen Walsh su tutte). Il regista non si risparmia nemmeno un cameo davvero spietato. Da vedere, per pensare. Grazie
I gusti di LEX (Animazione - Drammatico - Horror)