Cerca per genere
Attori/registi più presenti

REBECCA - LA PRIMA MOGLIE

All'interno del forum, per questo film:
Rebecca - La prima moglie
Titolo originale:Rebecca
Dati:Anno: 1940Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Alfred Hitchcock
Cast:Laurence Olivier, Joan Fontaine, George Sanders, Judith Anderson, Nigel Bruce, Aubrey Smith, Reginald Denny, Gladys Cooper, Philip Winter, Florence Bates, Leonard Carey, Melville Cooper
Visite:2380
Filmati:
Approfondimenti:1) LE "APPARIZIONI" DI HITCHCOCK
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 35
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 17/3/07 1:28 - 4249 commenti

Non è un giallo; chi cerca Hitch nelle comparse deve aspettare fino in fondo; Joan Fontaine è semplicemente bellissima; Olivier è aristocraticamente composto; la Anderson (fantastica) non cammina, ma fluttua; Bruce fa la solita parte del tonto; al posto di Sanders (se il film fosse stato rifatto in Italia negli Anni Sessanta) ci sarebbe stato sicuramente Franco Fabrizi. Gran film, ovviamente, che, se rifatto oggi, verrebbe fatto più corto di almeno mezzora.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 18/4/08 17:23 - 10604 commenti

Fantastiche atmosfere decadenti per un film che sta a metà tra il melò e il thriller con venature horror, Rebecca è una delle opere più intriganti di Alfred Hitchcock che migliora e rende più ricco di suspance il romanzo della Du Maurier che nella mani del maestro inglese diventa un canovaccio perfetto per una storia che presenta un mirabile intreccio di tensione. Protagonisti principali glamour e giustamente aristocratici a cui si contrappone la sottile malvagità della Anderson, vera mattatrice del film.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Undying 15/4/09 19:37 - 3875 commenti

Da un romanzo di Daphne du Maurier, Hitchcock realizza un gioiello in virtù d'una componente drammatica fortemente immersa nel mondo inquietante delle ombre, rese qua ancor più invadenti da un sapiente e delicato equilibrio cromatico, tutto giocato sul contrasto bianco/nero. Nella figura, nerovestita, della governante -tale Mrs Danvers (Judith Anderson)- è riposto un elemento macabro e quasi horror (il perturbante mazzo di chiavi che porta alla cintola, in stile carceriera) in questo supportato da una scenografia suggestiva (le grate del castello e le ombre, spalmate sul volto della Fontaine).
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pigro 28/3/09 9:51 - 7060 commenti

Lei sposa un vedovo, ma questi vive nel culto della prima moglie, così come fa la governante dell'avita dimora famigliare. Il film è diviso in due parti: una prima parte dove la presenza della defunta Rebecca è soffocante e tormenta la protagonista, e una seconda dove il melodramma vira sul giallo rivelando i tratti di una morte tutt'altro che accidentale, facendo immaginare un delitto. Un buon film, che prepara ben altri exploit di Hitchcock, qui troppo legato dalla lagnosità (e legnosità) della storia.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 13/5/10 21:41 - 6728 commenti

Capolavoro hitchcockiano che avvolge sempre più lo spettatore col passare dei minuti fino a trasmettergli poi un senso di angoscia profondo come non mai che si scioglie solo nel finale ricco di colpi di scena. Protagonista assoluta del film è una morta: quella Rebecca che non si vede mai ma che tiraneggia dall'aldilà tutti i personaggi. La Fontaine è la moglie che molti vorrebbero, Olivier è notevole ma la spettrale Anderson, che si materializza all'improvviso, ruba la scena a tutti e si staglia nella memoria per la sua perfidia inusitata.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 3/3/09 17:38 - 7341 commenti

Rivisto più e più volte. Facile immedesimarsi nella giovane donna oppressa dal ricordo della prima moglie Rebecca, di cui la governante ricrea la presenza, imbarazzata di fronte alla servitù e anche al marito, di cui ignora il vero motivo del tormento che lo angoscia. Così, quanto Oliver rivela "Amarla? Ma io l'odiavo..." è come se una luce illuminasse il bel volto della Fontaine. Cast perfetto in tutti i ruoli (compreso il cugino), anche se il personaggio più riuscito resta quello solo evocato: Rebecca, già morta, non può perire nel fuoco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nella camera da letto di Rebecca, la governante mostra i suoi oggetti, i suoi vestiti.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 16/4/08 14:39 - 4666 commenti

Joan Fontaine meravigliosa protagonista di un ottimo thriller psicologico. Superba anche la Anderson nel ruolo dell'ambigua cameriera della prima moglie (un sottointeso forse lesbico?), confezione eccellente. Bravo anche Olivier. Che dire... un altro capolavoro hitchcockiano, né più né meno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incendio finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 25/5/16 3:46 - 3024 commenti

Classicone - secondo chi scrive - non all'altezza della fama, blando sia nel ritmo che nei contenuti, incapace di andare a fondo nelle sue suggestioni (e pensare che il materiale era abbondante, dal castello alla stanza da non aprire), deludente nel disvelare le sue ambiguità e poco convincente quando, abbandonato il melodramma (vagamente) gotico cerca di inserirsi sui binari del noir. Rimangono il sicuro mestiere del regista, la bellezza di Joan Fontaine e alcuni momenti indubbiamente spassosi (il volto di quest'ultima al "Ma io l'odiavo!").
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 9/10/08 12:23 - 3436 commenti

Hitchcock lascia il segno, infatti veniamo tutti coinvolti prima dal ricordo e poi dal mistero di Rebecca, tanto che non vederla lascia una grande curiosità inappagata. Gli stati d'animo sono differenti nelle due ore di proiezione, la tensione cresce ma non sempre in modo efficace, a causa di una storia lunghetta e a tratti eccessivamente melodrammatica. Non tuti i personaggi sono convincenti, ma spiccano comunque la Fontaine, la tenera mogliettina e la figura della diabolica governante, impersonata dalla Anderson con rara efficacia.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 7/5/09 20:02 - 1334 commenti

Hitch sbarca in America accolto da Selznick e realizza uno splendido gotico giocato sulla sudditanza di Joan Fontaine nei confronti del fantasma di una moglie defunta che né Olivier né la Anderson (grandiosa) sanno allontanare dalle loro esistenze. E così riduce sullo schermo un non eccelso romanzo della De Maurier in un grande film, un horror senza orrore, un giallo senza delitto. Da manuale. Joan Fontaine era molto bella.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena in cui la governante mostra la camera da letto di Rebecca (un reliquiario) alla Fontaine.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Gugly 13/4/08 17:56 - 946 commenti

Bellissimo thriller psicologico che, sia pure datato, offre autentici gioielli: l'interpretazione secca di Laurence Olivier (un vero aristocratico di tormenta solo dentro), l'intensa partecipazione di Joan Fontaine e l'impassabilità dietro la quale si cela la pazzia della governante. Aggiugiamo la simpatica gaglioffaggine dell'amante di Rebecca che si condanna da solo, una splendida fotografia e delle musiche che arrivano al cuore e otteniamo il capolavoro. Il remake purtroppo è solo debole melange del film e del romanzo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La signora Danvers che si staglia in controluce nella stanza della prima moglie.
I gusti di Gugly (Commedia - Horror - Teatro)

Harrys 28/5/09 21:15 - 679 commenti

Melodramma divenuto oramai un classico. Hitchcock accantona il "giallo" (nonostante la trama richiami alcuni stilemi) a favore di una narrazione più centrata sulla drammaticità e sul sentimentale. Favolosa l'interpretazione della Anderson: flemmatica, scrutante ed ossessivamente attratta dalla famigerata Rebecca; le scene migliori del film a mio avviso sono quelle che la vedono protagonista. Ad oggi, a dir la verità, risulta un pochettino lento. ****½
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Lovejoy 21/7/08 13:41 - 1825 commenti

Più un melodramma che un giallo, nonostante il mistero della scomparsa della moglie di Olivier. A parte questo, si tratta di un buon film, ben diretto da Hitchcock e ben interpretato dall'ottimo cast. Olivier una buona spanna sopra gli altri. Il doppiaggio italiano, va detto, penalizza non poco il film. Meglio sarebbe seguirlo in lingua originale. Non tra i capolavori del regista, ma un buon prodotto.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Pol 14/5/08 12:35 - 589 commenti

Film penalizzato da un doppiaggio italiano che spara 10 parole al secondo (cosa a tratti fastidiosa) e da un'interpretazione non esattamente memorabile dei protagonisti. Hitchcock è un regista che riesce a creare tensione dal nulla, ed anche in questo caso non si smentisce, ma la prolissità di fondo mina la costruzione della suspence (vedasi lo spiegone di Olivier sul rapporto con Rebecca). Un buon film, certo, ma una maggiore sintesi lo avrebbe reso eccellente.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Saintgifts 18/8/16 10:10 - 4099 commenti

Hitchcock riesce a prendere lo spettatore per almeno tre volte, in virtù di una buona sceneggiatura, coinvolgendolo negli stati d'animo della protagonista una Joan Fontaine che riassume tutte le future presenze femminili nei film del maestro. La prima parte, volutamente fuorviante, è dominata dal fantasma di Rebecca (si sa solo che era bellissima e "bruna" di capelli), materializzatosi nella figura della governante, la parte centrale continua il dramma, rivelando il vero Maxim; il finale è la parte più debole, nonostante il colpo di scena.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  17/7/10 17:16 - 2625 commenti

Probabilmente il capolavoro assoluto di Hitchcock. Una sceneggiatura brillante che evoca i fantasmi del passato in un nuovo amore presente. La protagonista dovrà fare i conti con chi è stata lì prima di lei, con colei che ha amato per prima il suo uomo. Tutto le parla di Rebecca, i suoi vestiti, le sue cose e la terribile governante che non ha mai accettato fino in fondo la sua morte. Geniale ed eccellente cinema.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Myvincent 24/7/17 9:04 - 2092 commenti

Un film unico e irripetibile che rivela il genio del regista in tutte le sue componenti. Curatissimo nei dettagli narrativi e scenografici, ha al centro della storia la facciata perbenista della ricca borghesia con la sua necessità di offrire sempre un'immagine di felicità, ma solo artificiale. La ricerca della verità e sincerità porterà un facoltoso vedovo ad affrontare i fantasmi dentro di sè, contro chi ha deciso tutto il contrario. Opera praticamente perfetta, nonostante gli anni, è uno straordinario connubio dramma-thriller.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'eterna espressione di insicurezza nel volto della co-protagonista Joan Fontaine.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Paulaster 11/9/18 11:15 - 1875 commenti

Neosposina dovrà fare i conti con il ricordo della defunta moglie mai dimenticata. Inizio che pare una commedia sentimentale dove la Fontaine impersona al meglio la semplicità dell’amore. Si vira poi verso lo svelamento del mistero anche se la parte giudiziaria dà poco apporto e quasi ci si aspetti una resurrezione che non avviene. Buone costruzioni dei dialoghi, nei quali la perfidia è di casa. Finale più di impatto visivo che ammicca alla pazzia. Olivier è quasi una maschera, la Anderson è di pietra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La disposizione della servitù; Il ricatto del cugino; L’incendio; Il filmino del matrimonio.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 23/10/16 10:38 - 1714 commenti

Un mastodontico dramma psicologico diretto magnificamente e con un meccanismo a orologeria semplicemente perfetto. La figura di Rebecca è come vischio che si attacca all’anima dello spettatore non lasciandolo mai un istante. L’ultima mezz’ora vira sul giallo puro con al centro la risoluzione dell’enigma a cui non mancano colpi di scena degni di nota. Le interpretazioni della Fontaine e della Anderson sono agli antipodi, ma entrambe strabilianti. La mano di Hitchcock si vede tutta e a distanza di decenni non perde il suo smalto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma io l’odiavo!".
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Stefania 24/1/09 13:48 - 1600 commenti

Rebecca, il fantasma più seducente della storia del cinema. Non appare mai ed è sempre in scena. Più viva dei vivi, anche da morta. Continua a scatenare passioni, ad accendere desideri, a suscitare giustificatissimi complessi di inferiorità in pallide seconde mogli. Il rogo purificatore libera Maxim e consorte di quel luminoso spettro e della sua impareggiabile "longa manus" mrs. Sanders e i due godranno finalmente della felicità che meritano: una vita noiosissima. Gotico e sessuofobico, bellissimo.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Mickes2 16/2/14 13:17 - 1550 commenti

La storia di Cenerentola declinata verso orizzonti gotici e favolistici in cui realtà e illusioni sono continuamente distorte, modificate, appaiono ma non sono, sono ma non esistono. Il detonatore di tutto ciò è Rebecca, fantasma onnipresente, divinità ossessiva braccata da un destino infame che tormenta i pensieri di De Winter e la sua seconda moglie, incolore, dolcemente anonima, esattamente speculare alla prima, donna possessiva e influente, capace di affabulare le menti (Danvers, orrorifica) e demonizzare i ricordi. Fobico e paranoico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’outing di Olivier; I primi giorni della Fontaine a Manderley.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Disorder 19/4/14 18:04 - 1374 commenti

Non ci sono assassini né omicidi (o almeno così sembra) eppure riesce a essere uno dei film più "apprensivi" e riusciti (nonché giustamente celebrati) del maestro inglese. Tutto perfetto: la narrazione divisa in due metà speculari, la storia semplice e intrigante, la regia pulita e dinamica: non dimostra nemmeno la metà dei suoi oltre 70 anni. Ruolo della vita per Joan Fontaine, ma la palma di miglior attrice va forse in questo caso a Judith Anderson, di una classe semplicemente unica. Grande esempio di cinema.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Il ferrini 8/11/15 22:31 - 1230 commenti

Straordinario. La continua tensione che scorre in questa pellicola coinvolge lo spettatore per tutta la durata del film. I movimenti di Judith Anderson (la governante) sono spettrali, le sue parole cristalli di ghiaccio. Qui si va oltre il semplice giallo: le tinte sono quelle di un racconto gotico, i dialoghi quelli di un thriller psicologico, il tutto raccontato con la consueta eleganza di Hitchcock. Rebecca non si vede mai e questo la rende un gigantesco mostro imbattibile. La visione è necessaria.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quando la governante mostra alla Fontaine la stanza di Rebecca.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Faggi 27/2/16 20:16 - 1201 commenti

Della seconda signora de Winter non sapremo mai il nome; e non ha nessuna importanza; la protagonista vera è Rebecca (ovvero il suo onnipresente fantasma). Spiritismo psicologico con taratura gialla o giallo psicologico con sottile taratura spiritica? È lo stesso: le due letture coincidono e/o sono intercambiabili. Un rebus (e un classico) sempreverde che se non è perfetto lo deve alla musica extradiegetica, spesso invasiva e inappropriata.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Ultimo 13/9/17 19:29 - 1136 commenti

Ottimo film del maestro del brivido, a metà tra melodramma e thriller, con un cast esilarante, a partire dalla Fontaine passando per Olivier e arrivando alla bravissima Anderson (forse la migliore...). La vicenda viene ricostruita passo dopo passo ma, al di là della storia, risultano ottime sia la location principale che la regia, impeccabile in ogni inquadratura. Alcune scene non si dimenticano (la Fontaine nella stanza della defunta Rebecca; il finale...). Nel complesso un film davvero notevole, che ha nell'eccessiva durata l'unica pecca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli sguardi della Anderson alla Fontaine; "Io non l'amavo, la odiavo!".
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Furetto60 9/5/15 17:33 - 1129 commenti

Stupendo thriller che riesce a dare forma alla protagonista del titolo, Rebecca (che tanto gentile e tanto onesta pare) pur non mostrandola mai. Il pregio dello sceneggiatore è di aver creato una vicenda piacevolmente ambientata in un mondo tutto lustrini e merletti mostrando passioni, debolezze e meschinità dell'animo umano indelebilmente uguali nel tempo. Non c'è pace per Cenerentola, anche dopo la scarpetta...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La perdita dello sguardo spensierato della nuova signora Winter alla confessione del marito, splendida scena lunga una decina di minuti.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 1/3/16 20:28 - 871 commenti

Una ragazza impacciata sposa un aristocratico che la porta a vivere nel suo castello senza aver fatto i conti con la defunta prima moglie. Ottima la scelta di non mostrare mai Rebecca: nessuna immagine, anche se tutto nel maniero parla di lei e incombe sui protagonisti. Buone le scenografie e la fotografia che creano un'atmosfera gotica. Notevoli le interpretazioni degli attori e la figura della gelida governante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le iniziali di Rebecca ovunque; La governante nella stanza di Rebecca.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Almicione 15/8/14 2:24 - 765 commenti

Un capolavoro, il primo film della produzione americana: Hitchcock inscena un thriller mozzafiato, non basato tanto sulla suspense incessante de La finestra sul cortile quanto piuttosto su una profonda e intrigante analisi psicologica dei vari personaggi, nonché sulla capacità di infondere un mistero mai banale in dialoghi e situazioni non così inusuali. L'andamento diegetico è notevole, così come il cast (Olivier soprattutto) e non posso che lodare la regia già esperta e gli effetti speciali, ben fatti per l'epoca. Gran bel film!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I colpi di scena (due sensazionali)! "Vi sto chiedendo se volete sposarmi!".
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Ford 9/1/09 16:00 - 582 commenti

Joan Fontaine interpreta uno dei personaggi più fastidiosi e pedanti della storia del cinema; Hitchcock, alla sua prima prova americana, dirige alla grande, ma la sceneggiatura è davvero troppo pesante e verbosa. Nonostante i movimenti di camera del maestro, qualche momento d'ironia e un intricato sottotesto psicologico, le due ore di film si trascinano tra gli sbadigli... Nota di merito per la Anderson.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Samdalmas 22/6/18 17:49 - 254 commenti

Il primo film americano di Hitchcock resta ancora oggi un capolavoro sospeso tra giallo, favola gotica e melò. Assolutamente perfetta la coppia di protagonisti Olivier-Fontaine. La vera sorpresa è la Anderson nel ruolo di Miss Danvers. Lei è la custode della tenebrosa tenuta di Manderlay. Il giovane regista mostra la sua maestria nel riuscire a tenere alta la tensione in due ore. Il tempo passa ma certe pellicole non invecchiano mai.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “La scorsa notte ho sognato di essere tornata a Manderlay".
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Xabaras 18/8/18 6:09 - 185 commenti

Cosa non nuova per Hitchcock, il film è da ricordare per la genialità che viene adoperata nel ribaltare le prospettive di giudizio sui protagonisti. La Fontaine inizialmente insicura e pavida sostituta di Rebecca (una novecentesca Ligeia) non è inferiore al personaggio di Olivier su cui Hitchcock gioca con astuzia per tutta la prima parte concedendogli poi nella seconda un colpo di scena da maestro. Gli interni gotici e tetri della casa forniranno un modello per molte delle haunted house a venire. Ottimo il personaggio della crudele governante.
I gusti di Xabaras (Gangster - Horror - Western)

Sadako 10/4/07 22:02 - 177 commenti

Atmosfere a cavallo tra thriller e horror per questo film (il primo americano) di Hitchcock. Basato su un romanzo di Daphne du Maurier, è in realtà un thriller psicologico incentrato quasi completamente sul personaggio della seconda moglie del nobile Maxim (ovviamente diventato Massimo nella traduzione dei nomi in italiano) de Winter. Inquietante la figura della governante, fedele e succube del ricordo della prima moglie (la Rebecca del titolo) che si rivela essere tutto tranne che la moglie perfetta che credeva. Da vedere almeno una volta.
I gusti di Sadako (Fantastico - Horror - Musicale)

Luras 9/4/17 14:31 - 125 commenti

Sontuosa fiaba gotica, avvolta nella piovosa brughiera inglese e ammantata di mistero; quello dell'eterea Rebecca, invisibile ma sempre presente nelle ossessioni degli abitanti della grande casa in cui si sviluppa la storia. Una magione tanto calda e accogliente - a cui fa da freddo contraltare la nebbia che la circonda - quanto arcana e inquietante, essendo l'antica dimora di Rebecca, attorno al cui ricordo tutto ruota. Nel finale l'atmosfera onirica, quasi angosciante, si stempera in un giallo per svelare il mistero, con un "quasi" lieto fine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le improvvise apparizioni della cupa domestica, tutta di nero vestita.
I gusti di Luras (Animali assassini - Horror - Thriller)

Soga 6/5/09 0:19 - 125 commenti

Lo sguardo ingenuo ed eternamente stupito di Joan Fontaine ce la rende da subito vicina e ci permette di percepire palesemente la sua inferiorità rispetto alla eppur mai vista prima moglie del marito, Rebecca, la cui figura eccezionale permea ogni istante del film. Seguiamo la giovane sposa quindi, ci immedesimiamo nella sua angoscia di fronte ai personaggi ambigui e agli angoli misteriosi della sua nuova dimora e ci appassioniamo alla complessa vicenda che Hitchcock ha saputo costruire intorno a lei. Ottimo, forse un po' troppo "allungato".
I gusti di Soga (Avventura - Commedia - Drammatico)

Festo! 22/8/18 9:49 - 43 commenti

Come film è meraviglioso, una pellicola che almeno una volta tutti dovrebbero vedere. I protagonisti e in particolare Joan Fontaine, con la sua dolcezza, conquistano; la governante Judith Anderson è semplicemente perfetta… Rebecca si vede solo una volta, in ritratto, ma la sua presenza pervade l'intero film (anche il titolo!). Detto questo, c'è una premessa sbagliata: se vedi che una governante è in un certo modo tu la licenzi subito (al massimo, in una certa scena, le dai una spintarella…); per il resto, tanto di cappello...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le scene dove c'è la governante; Il processo legato al panfilo; Lo straordinario finale, dove avviene la definitiva "purificazione" da Rebecca.
I gusti di Festo! (Animazione - Commedia - Giallo)