Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE TRE SEPOLTURE

All'interno del forum, per questo film:
Le tre sepolture
Titolo originale:The Three Burials of Melquiades Estrada
Dati:Anno: 2005Genere: drammatico (colore)
Regia:Tommy Lee Jones
Cast:Tommy Lee Jones, Barry Pepper, Julio Cedillo, Dwight Yoakam, January Jones, Melissa Leo, Levon Helm, Mel Rodriguez, Cecilia Suárez, Ignacio Guadalupe, Josh Berry
Note:Aka "Le 3 sepolture"
Visite:1082
Il film ricorda:Frontiera (a Buiomega71, Rocchiola), Into the wild - Nelle terre selvagge (a Bruce), Voglio la testa di Garcia (a Cotola, Rocchiola)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 27
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/2/07 DAL BENEMERITO CAESARS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/5/11 5:36 - 10668 commenti

Piacevole sorpresa il debutto alla regia di Tommy Lee Jones che mostra di avere bene appreso la lezione di Sam Peckinpah ma anche quella di Clint Eastwood (con il quale ha anche lavorato in Space Cowboys). Le tre sepolture è un bel western moderno nel quale l'attore e regista inserisce temi importanti come l'onore, l'amicizia e la vendetta realizzando una piccola storia che è anche di grande respiro e restituendoci gli ampi spazi aperti della tradizione del genere.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 28/4/07 14:10 - 4143 commenti

Un lungo viaggio per la verità intrapreso da un Tommy Lee Jones (anche regista) molto ispirato, che si è cucito bene addosso la parte. Dà un po’ l’idea dell’ultima ballata di un dinosauro sopravvissuto in un tempo che non è più il suo (anche se darà una bella lezione). Ben girato, non necessita neanche di grande ritmo, perché la storia scivola via comunque, oliata da buoni dialoghi e vasti paesaggi. Bravo anche il giovane agente di frontiera, che in questi paesaggi invece si muove goffamente. Meglio la seconda parte. PS. Occhio all’antigelo.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 25/10/08 13:58 - 5737 commenti

Torrido e corrusco, l’esordio cinematografico di T.L. Jones regista è un omaggio ai miti del vecchio West (la frontiera, l’amicizia virile, il ritorno alle origini, il sogno, la palingenesi morale), all’afflato crepuscolare dell’ultimo Peckinpah e all’umanità malinconica dell’Eastwood più recente. Numerosi flashbacks spezzano la linearità temporale della vicenda, illustrandola da angolazioni differenti. Cowboy moderno, T. L. Jones è più misurato del solito, ma sempre inquieto e grintoso. Soddisfacente.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 26/3/11 9:10 - 6767 commenti

Sorprendente esordio da autore di Tommy Lee Jones che dirige con mano sicura e matura un film che, col dipanarsi della storia, si fa sempre più intenso e coinvolgente. Merito anche di una buona sceneggiatura che ci racconta la storia attraverso una struttura narrativa che prevede continui andirivieni temporali presente-passato. I temi della promessa da mantenere ad ogni costo e del viaggio (cui si possono ascrivere diverse valenze e significati) non sono originali ma vengono declinati in modo sobrio e riuscito. Bel colpo: da recuperare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 27/3/11 11:25 - 7419 commenti

Poliziotto ottuso e violento uccide per errore un lavorante messicano. Il padrone di questi, che era anche suo amico, lo costringe a disseppellire il corpo per dargli sepoltura nella terra natale. Tommy Lee Jones esordisce sul grande schermo con un film che gli somiglia, asciutto e roccioso, in cui confluiscono suggestioni diverse (Peckhinpah, Eastwood) rielaborate in una chiave personale in cui coesistono asprezza e malinconica ironia. Il risultato è un western moderno, classico nei tempi dilatati, suggestivo nell'ambientazione, toccante nel messaggio.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 12/2/07 10:46 - 2357 commenti

Quasi-esordio registico (aveva diretto nel 1995 un film televisivo) di Tommy Lee Jones. E' un western moderno ambientato in Texas al confine con il Messico. Qui viene ucciso Melquiades Estrada allevatore amico del protagonista; quest'ultimo cercherà di scoprire il colpevole e di tener fede alla promessa fatta al messicano di seppellirlo al suo paese. La prima parte è caratterizzata da continui cambi temporali che rendono un po' difficoltoso ricostruire l'accaduto, ma il film è sicuramente da vedere.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Brainiac 16/11/09 20:27 - 1081 commenti

Come Non è un paese per vecchi, Le tre sepolture mi sembra "studiato" per essere lineare come una novella americana. Cormac McCarthy, sì, ma anche Hemingway e le strade polverose solcate da Ford. Scorre via meglio del film dei Coen, oltretutto, pur con stessa attitudine al dialogo esplicativo un po' forzato, frutto di una poetica a stelle e strisce che non mi appassiona, anzi, mi suona reazionaria. Tanti quadri composti con accuratezza, che amplificano la pienezza delle vastità desertiche. Ma lo stomaco, alla fine, non subisce stretta alcuna.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Lovejoy 24/12/07 23:08 - 1825 commenti

Splendido esordio alla regia di Lee Jones. Su una sceneggiatura firmata da Guillermo Arriaga, che arricchisce la prima parte di numerosi flashback, è una sorta di remake de Voglio La Testa Di Garcia, il Capolavoro di Sam Peckinpah. Là Warren Oates si portava in giro la testa di Garcia, qui addirittura un corpo intero. Violento, ma sopratutto, un canto sincero all'amicizia virile. Un western trasposto ai giorni nostri. Tommy Lee Jones domina su un cast perfetto. Bella colonna sonora.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Lercio 14/8/07 15:48 - 232 commenti

Primo film diretto da T. Lee Jones, il quale si affida alla sceneggiatura di Guillermo Arriaga (Amores Perros, 21 Grammi), la qual cosa si nota anche troppo. Il film si divide in due parti: la prima ritrae la colpa con un discorso di denuncia al razzismo americano di frontiera, la seconda vede l'espiazione della colpa unita ad una sorta di ricerca interiore del protagonista (lo stesso regista). Ottime le location che con il viaggio a cavallo, fin troppo lungo, si avvicinano al Western.
I gusti di Lercio (Drammatico - Horror - Poliziesco)

Giapo 8/8/09 10:14 - 222 commenti

In un mondo aspro e senza credo esiste ancora qualcuno capace di perseguire la propria follia alla ricerca di sè stesso e dei valori in cui nessuno più crede. Un inno all'amicizia, un omaggio al western crudo e anarchico di Peckinpah diretto e interpretato magnificamente da un quanto mai intenso Tommy Lee Jones.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Rambo90 26/2/11 17:46 - 5359 commenti

Western moderno interpretato e diretto da Tommy Lee Jones in maniera impeccabile, con frequenti flashback che spezzano la linearità del racconto e i classici elementi del western più epico e antico. C'è una grande lentezza di fondo, ma a patto di avere pazienza e di accettarla ci si trova di fronte ad un film davvero notevole, dove la psicologia dei personaggi e il sentimento dell'amicizia hanno la meglio su tutto. C'è qualche passaggio oscuro (la ragazza trovata e o non è la moglie di Estrada?) ma è un gran bel film.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 21/8/09 22:17 - 4099 commenti

L'ottusa e violenta guardia di frontiera Mike Norton (Barry Pepper) dopo aver ucciso senza motivo un messicano, è costretto a capire, in un modo che gli cambierà la vita, cosa c'è dietro a quegli esseri che tentano di trovare una nuova vita varcando il confine Messico USA, esseri che lui tratta come feccia umana. Il film di Tommy Lee Jones è ben girato e ben interpretato da egli stesso nella parte del cowboy amico del messicano. Ottimi il montaggio, la fotografia e la sceneggiatura. La storia scorre bene e coinvolge lanciando numerosi messaggi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'episodio con il cieco solitario, che vede ben più in la di chi ha la vista.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 25/3/11 0:09 - 3188 commenti

Una promessa forgiata con il vincolo dell'amicizia porta un ranchero a decisioni estreme, tali da portarlo ad affrontare un viaggio con un cadavere ed un prigioniero. Un valido affresco con tendenze western che si avvale di accattivanti panorami e una narrazione lievemente ieratica ma efficace. Menzione per il regista attore.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 13/2/10 12:35 - 3113 commenti

I personaggi di questo film splendidamente diretto da Tommy Lee Jones sono tutti degli stranieri: sia l'ucciso (messicano) che l'uccisore (trasferitosi da Cincinnati) o Tommy Lee Jones (che non sembra stare bene in nessun luogo). Parabola di colpa e redenzione attraverso le simbologie bibliche (serpente/deserto). Nel complesso un buon film soprattutto per la sceneggiatura di Arriaga, che mescola le carte in tavola seguendo il punto di vista dei protagonisti.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 20/8/12 14:53 - 2559 commenti

Al suo esordio alla regia, Tommy Lee Jones realizza un western moderno incentrato sul tema della vendetta e della redenzione. Si avverte l'influenza del cinema americano più riflessivo e disilluso (come non pensare a Eastwood), i cui elementi stilistici e filosofici sono però rielaborati in modo personale ed interessante. L'asprezza del paesaggio si fonde così con i campi lunghi e i tempi dilatati, in un'atmosfera malinconica ma non nostalgica. La storia scorre lentamente, lasciando ai personaggi lo spazio per uno sviluppo indispensabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il fuoco per scacciare gli insetti dal cadavere.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Rufus68 31/5/17 23:28 - 2114 commenti

Telefonato come un tiraccio da centrocampo. I cattivi son già preparati a tavolino per la nostra disapprovazione: casomai non capissimo (e ci ponessimo qualche timida domanda) li si ritrae come sporchi razzisti reazionari; i buoni, invece, sono buoni (semmai non capissimo: donano cavalli e amano la famigliola lasciata al paesello). Jones regista presta l'ispida presenza al proprio western insipidamente corretto e salva la baracca. Oates e la testa di Garcia: altri tempi, altre verità.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Didda23 13/1/16 11:00 - 1965 commenti

Il marchio di fabbrica di Arriaga è evidente soprattutto nella prima parte, costruita su livelli temporali diversi, mentre la seconda è lineare è ricalca i canovacci tipici del road-movie. Un'opera intensa, quella dell'attore Tommy Lee Jones, che fa riflettere sui percorsi umani che portano alla maturazione e alla redenzione. L'importanza della parola data e dell'amicizia donano alla pellicola, di stampo prettamente drammatico, una riuscitissima sfumatura western (complice pure l'atmosfera polverosa e desertica). Notevole Barry Pepper.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La cura maniacale per il cadavere; Gli incontri sessuali segreti di Melissa Leo.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Buiomega71 27/9/13 0:47 - 1843 commenti

Più che Peckinpah, la prima parte (tra l'altro la migliore) sembra quasi un remake del Frontiera di Richardson (i clandestini, il giovane poliziotto appena arrivato, la moglie frivola, gli sceriffi ottusi), con inaspettate scene di sesso (impagabile Pepper che si trastulla leggendo Hustler o la mangiauomini di Melissa Leo). Poi, nella seconda, diventa un viaggio iniziatico quasi allucinato con punte nell'humor macabro (il cadavere di Estrada in decomposizione). T. L. Jones regala una regia eastwoodiana di gran respiro. Magnifica la fotografia di Chris Menges.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mike che sodomizza in cucina la moglie Lou Ann mentre lei impassibile guarda una fiction in tv; Mike costretto a dormire vicino all'olezzante cadavere.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Furetto60 1/2/14 11:49 - 1129 commenti

Ambientazione di frontiera per un film sull'amicizia, resa con struggente lirismo, ma anche sul significato della vita; vite vuote che anche una vendetta può riempire, ché di spazio ce n'è troppo. Lee Jones ha la sensibilità e il carisma per tratteggiare la differenza tra il povero Messico e l'opulenza degli Usa senza ripetere strade già percorse. La sua opera è fatta di scenari selvaggi, di squallidi locali, di odori terribili, di silenzi e occhiate che riempiono più di vani discorsi; il suo è personaggio che "parla poco" e tanto basta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Che cosa farai adesso?; Vi chiedo di uccidermi; I vari modi per conservare il cadavere; Non esiste! Esiste...
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Gestarsh99 14/10/11 19:16 - 1061 commenti

Tommy Lee Jones marca il suo esordio da autore cinematografico con un asciutto revival del western contemplativo, svecchiato da una struttura del racconto non lineare ma svolta e riavvolta temporalmente in un fluente susseguirsi di smarrimento e nostalgia, sepolture e dissepolture, morti che tornano vivi e vivi che tornano morti. Le tensioni razziali connaturate al genere si assopiscono, consentendo ad una amicizia virile interetnica di diventare motore credibile di tutto il lungo e assolato viaggio verso la meta finale. Una meta leggendaria, forse inesistente ma umanamente concreta e indispensabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tommy Lee Jones che cura, pettina e accudisce maniacalmente il cadavere del suo amico messicano quasi fosse un neonato...
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Bruce 28/1/09 9:14 - 891 commenti

Un western moderno, epico, assetato di giustizia e verità. Tommy Lee Jones, ispiratissimo, esordisce alla regia ed interpreta un gran film, indicando ai posteri i pochi valori che ancor oggi contano nella vita. Il suo viaggio a cavallo per le terre selvagge per mantenere la promessa sepoltura all’amico messicano e redimere il giovane agente di frontiera, assassino e violento, è uno straordinario messaggio, visivo e esistenziale, che non può lasciare indifferenti. Pedagogico. Pur partendo da lontano, arriva dalle parti di Into the Wild di Sean Penn.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Alex1988 16/8/15 18:53 - 448 commenti

Bella prova per Tommy Lee Jones, che regala un western moderno che strizza gli occhi ai grandi autori del genere. In realtà di Peckinpah ha poco (il cadavere sballottato da un posto dall'altro che rimanda a Voglio la testa di Garcia). Si tratta di un film che, pur avendo connotazioni quasi grottesche, in realtà ha una forte carica poetica, sottolineata dagli stupendi paesaggi.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Rocchiola 7/11/18 9:17 - 349 commenti

L’esordio alla regia dell'attore Tommy Lee Jones avviene con questo western moderno diviso in due parti distinte. La prima è più frammentaria, con diversi salti temporali nella narrazione e introduce i vari personaggi, la seconda si distende in un classico road-movie paesaggistico in cui il trasporto del corpo dell’amico ucciso può a tratti ricordare l’Alfredo Garcia di Peckinpah anche se in un contesto meno cinico e disperato. Un racconto morale sull’America del nuovo millennio dove il razzismo e l’ingiustizia sono ancora dolorosamente presenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cadavere divorato dalle formiche; Pepper impegnato a masturbarsi durante il turno di guardia; L’anziano cieco che chiede di essere ucciso.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Delpiero89 20/9/14 16:03 - 263 commenti

Ottimo esordio alla regia per Tommy Lee Jones. "western contemporaneo" precede di qualche anno il celebre e pluripremiato Non è un paese per vecchi dei fratelli Coen e con lo stesso Lee Jones nel cast. Ambientazioni eccezionali e sapiente uso della colonna sonora arricchiscono questa pellicola, davvero di ottima fattura. Purtroppo poco conosciuto, meriterebbe invece molta più risonanza tenendo conto che si tratta di un ottimo film e di una pregevole opera prima.
I gusti di Delpiero89 (Giallo - Poliziesco - Western)

Tyus23 31/5/11 19:13 - 218 commenti

Buon esordio registico di Tommy Lee Jones che, complice la sceneggiatura del sempre bravo Guillermo Arriaga, è abile nel tratteggiare un western moderno, asciutto, dai ritmi cadenzati e senza inutili fronzoli. La storia è forse fin troppo semplice ma i toni della narrazione, le ambientazioni di frontiera e i personaggi riescono a coinvolgere ed a farsi apprezzare. Promettente.
I gusti di Tyus23 (Drammatico - Horror - Thriller)

Lattepiù 17/3/07 15:47 - 208 commenti

Crepuscolare ed elegiaco, ma anche crudo, ruvido, sporco. E' un western moderno, triste e pessimista, che ricorda Sam Peckinpah, soprattutto quello di Voglio la testa di Garcia. Con un modo di narrare semplice, classico (nonostante la struttura a flashback non linearissima), e un'ottima messa in scena, che riescono a dare verità ai personaggi, consistenza agli ambienti, e a restituire intatta la forza espressiva degli scenari naturali. Davvero notevole l'opera prima di Tommy Lee Jones.
I gusti di Lattepiù (Fantascienza - Poliziesco - Western)

Gianlux 16/7/07 9:10 - 20 commenti

Scommessa di Tommy Lee Jones vinta alla grande! Alla prima uscita come regista ci regala un film perfetto nell'ambientazione, nei dialoghi e nella realizzazione tecnica. Mostruosamente bravo anche come attore, Jones imterpreta un moderno cowboy che deve tenere fede ad una promessa fatta ad un amico. Il viaggio nelle desolate terre messicane per seppellire il cadavere assume quindi il sapore di un viaggio iniziatico e purificatore per l'arrogante e vuoto agente di frontiera. Indimenticabile.
I gusti di Gianlux (Azione - Commedia - Drammatico)