Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PLAGIO

All'interno del forum, per questo film:
Plagio
Dati:Anno: 1969Genere: drammatico (colore)
Regia:Sergio Capogna
Cast:Ray Lovelock, Mita Medici, Alain Noury, Cosetta Greco, Dino Mele, Giuliano Esperanti
Visite:1183
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/2/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 8/2/07 0:12 - 4264 commenti

Sessantottino (ma non troppo), ingenuo. Molto più curioso che bello. La parte politica è uno spunto iniziale, che fa poi capolino con slogan e modi superati, quasi patetici nella loro (odierna) assurdità. Prevale la vicenda del "ménage à trois", con la Medici che in 10', a Bologna, si fa prima Noury e poi Lovelock e dopo se li fa insieme, a... Montecchio Maggiore (chissà se il gioco di parole fu volontario!). Balza agli occhi una certa improvvisazione, causata anche dall'inadeguatezza attoriale di reggere una trama già non di ferro. Bella la Medici. Si vede pure il cinema Odeon di Bologna...
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 4/2/13 17:03 - 5737 commenti

Ménage à trois consensuale delimita la carenza di affetti comunicata dalla voce flebile e sommessa di Lovelock e dalle sue crisi emotive. Pregevole la fotografia d’atmosfera – l’uggioso interludio riminese anticipa Zurlini - e uso sapiente della colonna sonora in cui si alternano indomito rock e malinconiche sinfonie classiche. I tre giovani attori se la cavano, ma si avverte il loro divario con la veterana Cosetta Greco, prostituta-operaia bella, saggia e rassicurante che appaga i sensi (a questi provvede anche la Medici) e l’animo. Solo sullo sfondo le contestazioni studentesche del ‘68.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Medici alle esequie di Lovelock: «L’hanno lasciato fuori come un parente povero di cui ci si vergogna».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Deepred89 3/12/14 18:53 - 3032 commenti

Ménage à trois alla bolognese (ma con qualche trasferta) con tocchi decadenti, un film piccolo piccolo che sta in piedi grazie all'elegante confezione. Brava la Medici, così così Noury, Lovelock davvero mediocre (come lui stesso ammetterà), intreccio banale ma nemmeno malvagio, anche se la conclusione non soddisfa. Curiosi gli accenni gay, anche se timidi quanto tutti il resto. Non imprescindibile, ma interessante per il suo mostrare un sessantotto vissuto nelle retrovie.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lucius  13/10/12 16:26 - 2625 commenti

Grande successo internazionale per questa pellicola basata su una storia vera. Avrei invertito i ruoli ai due attori per una propensione maggiore verso i rispettivi personaggi ma, detto questo, trattasi di una bella perla del cinema italiano. Il triangolo no, non lo avevo considerato, in un'ambientazione sessantottina, tra movimenti studenteschi e sentimenti difficili da gestire. Qualche remora sul finale, ma realistico al cento per cento. Ottima anche la scelta delle location.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 14/7/17 22:58 - 2060 commenti

Se Capogna avesse avuto i soldi avrebbe girato The dreamers ante litteram (e viceversa: un Bertolucci povero in canna sarebbe stato costretto a fare qualcosa di simile a Plagio): a riprova che il budget, a volte, conta. E così ci ritroviamo un ménage à trois ambiguo, in cui la donna fa da catalizzatore alle pulsioni omofile degli amanti, ma condotto in tono esitante e bofonchiato e, quindi, devitalizzato e privo della morbosità necessaria a reggere la baracca drammaturgica. Curioso e nulla più.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Fauno 28/12/10 10:01 - 1708 commenti

Un bellissimo film e per nulla melodrammatico, che descrive ed esprime in maniera intatta e integra molte delle sensazioni presenti nei giovani, senza vergogna di scandagliare nel loro animo più recondito. Attori abbelliti e scenari selezionati con criterio, il film non ha pecche, non sfocia mai nel patetico e non cala. Dovendomi però trovare davanti alla biforcazione finale, umanamente son più dalla parte di Noury che da quella della Medici.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Non male neanche il personaggio dell'operaia.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Dusso 25/9/12 16:05 - 1527 commenti

Il finale, considerato l'inizio, è prevedibile, ma forse si poteva fare comunque qualcosa di più. Le intenzioni del regista sono buone ed è soprendente la recitazione dei tre giovani attori, purtroppo storie così, viste dai giovani d'oggi, risultano inguardabili. Io l'ho trovato in alcune cose grazioso, ma non mi ha coinvolto molto e la sceneggiatura è troppo vuota. Niente male il comparto musicale. La Medici è sicuramente controfigurata (quantomeno nel seno)...
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Faggi 11/3/18 19:51 - 1239 commenti

A Bologna, poi a Rimini, infine in una splendida villa palladiana (luoghi visivamente ben restituiti), su musica pop e melodie mahleriane (le stesse che si sentiranno in Morte a Venezia). Angela, Massimo e Guido in un enigma erotico con i moti del '68 sullo sfondo. Dispiace che non tutto fili liscio perché il film non è brutto e anzi alcuni segmenti sono belli, girati con sensibilità e gusto per l'inquadratura; inoltre i cromatismi funzionano benissimo. Sensuale Medici, bene Lovelock, meno bene Noury. Interessante, peccato per i difetti.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Ronax 1/12/12 1:30 - 741 commenti

Melodramma sessantottino che lascia subito cadere le tematiche contestatarie per concentrarsi sull'impossibile menage a trois fra Lovelock, la Medici e Noury. Impossibile anche perchè solo così il film poteva, nel 1969, sperare di uscire indenne dalle forche caudine della censura. Capogna si destreggia con un budget all'osso, ma l'indubbia cura formale non riesce a mascherare la povertà della sceneggiatura, spesso disturbata da personaggi inattendibili, come la prostituta-operaia. Insopportabili i due maschietti, bellissima (e basta) la Medici.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La quantità industriale di sigarette fumate dai tre protagonisti.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)