Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA POLIZIA è AL SERVIZIO DEL CITTADINO?

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 22
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 12/1/07


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 22/3/10 22:06 - 3875 commenti

Notevole poliziesco che (ri)propone Enrico Maria Salerno nei panni del commissario, tale Nicola Sironi, disposto a surclassare burocrazie e intoppi legislativi per vendicare l'omicidio di un collega. Solido cast, brillante regia, riflessioni non banali sulla giustizia e sul giustizialismo e un finale "travolgente". Pur essendo ambientato a Genova, la struttura del film rimanda a La polizia incrimina, la legge assolve (1973, Enzo G. Castellari).
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 23/3/10 8:18 - 5737 commenti

Uscito lo stesso anno di La polizia incrimina, la legge assolve, ne condivide i luoghi genovesi e l’idea di una criminalità manovrata dalle alte sfere che può essere sconfitta – preludendo così all’amarezza di Milano odia – solo uscendo a propria volta dalla legalità. Action e violenza à la Castellari irrompono senza mezze misure (pestaggio iniziale sulle note di Bacalov, defenestrazione, acqua bollente, investimento con le auto) e il cast ha tre vertici in un Salerno tenace e irascibile, in un Pambieri amichevole e ambiguo e in uno Steiner istantaneo ma affilatissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La grandiosa, diabolica vendetta finale di Salerno presso il passaggio a livello.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 12/12/07 18:38 - 1495 commenti

Bel poliziesco "psicologico" di Guerrieri: poca azione ma molta sostanza. Il protagonista è un commissario integerrimo che vive solo per il suo lavoro (la sua vita personale nel film è solo accennata in un paio di passaggi), mentre altri vicino a lui si comportano diversamente. Ben girato, su una sceneggiatura efficace nella sua semplicità, offre un'ottima interpretazione di Enrico Maria Salerno ed un finale forse un po' sbrigativo ma di indubbia resa.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Herrkinski 18/4/11 23:41 - 3941 commenti

Buon poliziottesco che ripropone Enrico Maria Salerno (sempre notevole) nel ruolo di commissario onesto e indefesso, che si scontra con i "poteri alti" e con la corruzione della polizia. La sceneggiatura è sufficientemente elaborata e riserva riusciti momenti drammatici; non manca nemmeno una certa azione e qualche scena abbastanza violenta. A predominare comunque è la parte riflessiva, con una riuscita critica di fondo, tipica di altri film del periodo interpretati da Salerno (La polizia ringrazia, ad esempio). Buone le location genovesi.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 30/1/11 21:30 - 2449 commenti

Salerno, ottimo attore che ho sempre apprezzato, non lo trovo così adatto nei panni del commissario duro, ma tutto sommato rende bene. Guerrieri ci regala un discreto poliziesco ambientato a Genova, con buone scene d'azione e un finale davvero memorabile. Niente di eccezionale ma comunque un buon film.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 2/9/15 13:01 - 1362 commenti

Interpretazione magistrale del protagonista, appassionato per il suo lavoro e sofferente per la sua vita privata. Una grandissima performance (forse la migliore che ho visto) che esalta un prodotto comunque più che apprezzabile, anche se forse più affine al gangster/noir che al "poliziottesco" (poca azione, per esempio). La trama, pur non originalissima, è condotta attraverso una sceneggiatura impeccabile e una regia "netta e secca", che va al sodo senza troppi "fronzoli". Teso, a volte senza fiato, un film fatto apposta per essere guardato più di una volta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le "cinghiate"; "Non mi vergogno di te come poliziotto, ma come padre"; "Non puoi continuare a vivere così...".
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Giùan 21/9/13 11:56 - 2487 commenti

Guerrieri sforna, nel novero della nostrana onda poliziesca, tante volte smaliziata e approssimativa, un prodotto onesto, dignitoso, donandogli una patina “genovese” seria e senza fronzoli, che Salerno incarna con robusta tigna e sincero disincanto di sé e del mondo. Se il rapporto tra l’ombroso commissario e il lubrico vitalismo del corrotto Pambieri è il motore del film, la stessa trama di genere presenta spunti grezzi ma non ingenui su mafia alimentare e “livelli” criminali. Pur nell’assenza di un degno cast a latere, brillano i vecchi Liberti e Memmo.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 19/12/15 8:58 - 2132 commenti

Il bello del film è che s'incentra sulle figure del commissario e il suo aiuto, un po' come padre-figlio, positivo-negativo, buono-cattivo, mescolando le carte secondo principi che solo l'animo umano può suffragare. Il resto non è poi tanto lontano dai polizieschi di quegli anni di piombo dove, come sempre, "il pesce puzza dalla testa". Ma poteva essere sviluppato ancora di più. Bravi tanto Enrico Maria Salerno che Giuseppe Pambieri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "collana" di conquiste femminili del vice-ispettore...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 4/5/16 0:25 - 2126 commenti

Un solido e convincente Salerno regge, di fatto, tutto il film. Certe crudeltà e alcune allettanti brutalità aggiungono piacevoli spezie di genere alla pellicola. La regia, però, raramente è all'altezza della materia; le caratterizzazioni sono superficiali (la psicologia del personaggio di Pambieri non convince) e, soprattutto, non v'è un comprimario degno del protagonista. Buone le musiche.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Didda23 10/12/14 9:42 - 1966 commenti

Azzerata completamente la componente action (eccezion fatta per un inseguimento girato sufficientemente), si punta tutto sull'introspezione psicologica dei personaggi, soprattutto quello di Salerno che conferma di essere attore di razza. La vicenda (racket alimentare) presenta pause di ritmo nella parte centrale, risollevandosi alla grande in un finale (riuscitissimo) di grande tensione. Lo score di Bacalov non colpisce più di tanto e la regia di Guerrieri è un po' troppo spersonalizzata. Un film qualitativamente altalenante, che raggiunge - comunque- la sufficienza.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Minitina80 23/9/16 20:00 - 1778 commenti

Nell’interrogativo posto nel titolo è racchiusa l’essenza di un poliziesco non banale che porta con sé l’inquietudine di quel periodo storico. Gli spunti di riflessione sono molteplici e ben bilanciati da scene d’azione non risultando, pertanto, mai pesante. Salerno è un commissario roccioso, convincente che in un modo o nell’altro conserva la sua umanità e scava un solco che lo separa dal resto degli interpreti, non sempre brillanti e incisivi, soprattutto i cattivi. Volendo lo si potrebbe accostare a un polar francese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Se tutte le persone oneste avessero un po’ di coraggio le cose cambierebbero.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Nicola81 29/8/11 15:35 - 1505 commenti

Il miglior film di Guerrieri, che riesce a coniugare gli stereotipi del poliziesco all'italiana (il commissario separato dalla moglie e alle prese con un figlio ribelle, l'impossibilità per la giustizia di colpire i potenti) con un'amarezza di fondo degna del miglior noir europeo. Poi la sceneggiatura ha i suoi limiti, ma è comunque un prodotto di qualità superiore. Nei panni di un poliziotto donnaiolo e doppiogiochista, Pambieri riesce a non sfigurare al cospetto di un grande Salerno. Uno dei vertici del poliziottesco, per quel che mi riguarda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La silenziosa sequenza del pestaggio iniziale; l'agguato in ospedale; il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 10/6/16 21:20 - 1348 commenti

Seconda volta, dopo il capostipite La polizia ringrazia, di Salerno nei panni del commissario frustrato e iroso. Pur condividendo temi e ambientazioni de La polizia incrimina, la legge assolve (con grande risalto alle location portuali genovesi), Guerrieri affronta il poliziottesco con livido approccio da polar mutuato dai noir Di Leo, sottolineando con la musica di Bacalov le scene panoramiche "rubate" tra la folla e dotando il protagonista di un collega traditore e del rapporto tormentato con un figlio che milita in Lotta continua. Cupo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'orribile "corrida" automobilistica di cui è vittima Pambieri nel piazzale del circolo nautico.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Tomastich 12/1/10 9:57 - 1187 commenti

Uno dei picchi massimi raggiunti dal nostro cinema poliziesco (escludendo il settore noir). Enrico Maria Salerno e il suo compare Pambieri fanno di tutto per sventare il racket dei mercati generali di Genova, ma ci sarà qualcosa (o qualcuno) che li ostacola. Una Genova grigia, lavoratrice, fa da cornice a questa storia, che si conclude con una scena che è rimasta nella storia del cinema di genere.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ultimo 15/3/17 14:31 - 1150 commenti

Classico poliziesco anni 70' con protagonista il solito Enrico Maria Salerno nei panni del commissario di polizia, il quale indaga in una Genova intasata di criminalità (racket alimentare, in questo caso...). Il film scorre senza particolari intoppi, nonostante qualche rallentamento di troppo e il tutto confluisce in un finale amaro e pessimista. Oltre a Salerno, segnalo la buona prova di Pambieri. Non male, nel complesso.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Bruce 28/4/09 16:10 - 892 commenti

Eccellente poliziesco, tra i migliori del nostro cinema. L'ottima interpretazione di Enrico Maria Salerno e del collega-amico Pambieri conferiscono grande credibilità al film ed un tratto di malinconica umanità assolutamente non comune nel genere. Girato a Genova, tratta del racket alimentare, con scene d'azione ben girate e mai inutili e dialoghi asciutti e non banali. Buone le musiche di Bacalov. Sceneggiatura molto valida, ritmo appropriato ed un finale strepitoso.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Digital 26/5/11 9:36 - 844 commenti

Il mattatore indiscusso di questa pellicola è il grande Enrico Maria Salerno, che offre una mirabile performance nel ruolo del commissario intento ad indagare sulle situazioni illecite (racket) che si svolgono presso il porto di Genova. La regia di Romolo Guerrieri, specialista del cinema bis, risulta corretta, mentre la sceneggiatura cerca di evitare le facili spettacolarizzazioni puntando più sull'approfondimento psicologico dei personaggi.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Jdelarge 12/1/14 0:52 - 656 commenti

Mediocre poliziesco che ha la pretesa di volersi distaccare dai prodotti simili cercando di elaborare una trama più approfondita e psicologica: il film, però, è scontato (come accade alla maggior parte dei polizieschi) e ha la pecca di essere privo di qualsiasi tipo di azione. Salerno se la cava, ma obiettivamente non esistono sorprese e alcuni personaggi sono buttati in scena un po' a caso. Belli Genova e il finale, ma il film non è né carne né pesce.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Alex75 21/3/17 9:56 - 543 commenti

Poliziesco con alcuni elementi canonici del genere (l’impotenza della polizia a contrastare la malavita restando nella legalità, il coinvolgimento delle “alte sfere”), riscatta una certa convenzionalità e una certa prevedibilità di fondo grazie al buon approfondimento del personaggio di Salerno (e, in misura minore, di quello di Pambieri) e ad alcune considerazioni sui limiti della giustizia, nonché alla cruda essenzialità delle non banali scene d’azione. Efficaci location e attori di contorno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I pestaggi e le esecuzioni; “In Italia succede di tutto ma ogni volta si dice che è gente venuta da fuori”; Il finale.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Xabaras 16/1/11 15:59 - 185 commenti

Come già era successo in Un detective, Guerrieri recupera stilemi e caratterizzazioni tipiche del polar francese (il tema dell'amicizia perduta, la malinconica figura del commissario) calandoli però nella classica ambientazione Seventies italiota. Ben lontana dai beceri eccessi sensazionalistici di molto poliziottesco successivo, la regia si segnala per la sensibilità sopraffina nell'orchestrazione delle espolosioni di violenza (il pestaggio muto o quello a suon di musica classica) e per un uso delle location ingegnoso (vedi l'investimento nel porto).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Un poliziotto ha il dovere di essere civile con tutti, ma non servo"; "Non possiamo continuare a combattere con delle carte da bollo contro le armi".
I gusti di Xabaras (Gangster - Horror - Western)

Stuntman22 20/9/18 23:03 - 103 commenti

Il commissario Sironi è un poliziotto profondamente problematico, dalla difficile storia personale e familiare. Aveva trovato un amico nel suo giovane assistente col pallino delle gonnelle, salvo scoprire che... Micidiali intrecci tra industria, affarismo, racket e bassa prostituzione in questo desolato giallo di ambientazione genovese, che si giova di un Salerno che esplora da par suo le amarezze del protagonista e di un Pambieri di grande credibilità. Efficace.
I gusti di Stuntman22 (Avventura - Azione - Poliziesco)

Gmriccard 12/9/18 21:43 - 56 commenti

Mezzo pallino in più perché l’epoca (1973) è alta e quindi il soggetto è originale; ottimo il contributo salerniano. Infastidisce il subalterno personaggio di Pambieri. Si poteva sfaccettare meglio, è un po’ troppo rilassato per occupare il ruolo che occupa in una città tutt’altro che provinciale come Genova. Anche il criminale dal colletto bianco Gelin non presenta quelle caratteristiche inquietanti che si converrebbero. Ma con tutti i traffici di merce illegale rappresentabili si doveva puntare sul mercato ortofrutticolo?
I gusti di Gmriccard (Commedia - Drammatico - Poliziesco)