Cerca per genere
Attori/registi più presenti

Ľ TED BUNDY - IL SERIAL KILLER

All'interno del forum, per questo film:
Ľ Ted Bundy - Il serial killer
Titolo originale:The Stranger Beside Me
Dati:Anno: 2003Genere: drammatico (colore)
Regia:Paul Shapiro
Cast:Bill Campbell, Barbara Hershey, Kevin Dunn, Suki Kaiser, Benjamin Ratner, Claudette Mink
Visite:429
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 12/1/07


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Redeyes 17/4/08 13:59 - 2050 commenti

Della serie "Se non hai voglia o ispirazione lascia stare!". Tv movie rende abbastanza bene l'idea circa questa sorta di biografia che nÚ approfondisce l'aspetto psicologico del Killer nÚ si dona ad una rappresentazione maggiore e pi¨ cruenta della violenza, quasi volesse compiacere entrambe le parti, finendo ovviamente per deludere. Tout court lasciate perdere!
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Belfagor 18/3/12 22:44 - 2601 commenti

Ricostruzione della storia di Ted Bundy, serial killer della porta accanto che, dietro la facciata di avvenente e brillante studente di legge, uccise almeno venti ragazze prima di essere arrestato. Nonostante la discreta interpretazione del protagonista Campbell, il film non soddisfa affatto sul piano psicologico, nÚ su quello tecnico: le origini di Bundy sono trattate in modo superficiale, la regia e la sceneggiatura sono decisamente deludenti. Sembra un telefilm della serie "Nel segno del giallo", e pure uno dei peggiori.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Anthonyvm 6/11/19 23:03 - 1106 commenti

Il biopic del 2002 puntava sullo shock ed era a suo modo un godibile filmetto exploitativo. Questo Ŕ l'esatto opposto: freddo, oggettivo e didascalico. La regia di Shapiro sprizza televisivitÓ da tutti i pori. La vicenda, narrata dal punto di vista dell'ex amica di Bundy e scrittrice di thriller Ann Rule, Ŕ di per sÚ interessante e il cast se la cava bene (convincente per quanto sobria la prova di Campbell come Ted), ma la piattezza dell'insieme massacra il pathos. Filmetto sintetico e innocuo. A questo punto meglio il libro o un documentario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ted al lavoro come telefono amico salva una ragazza suicida; Gli omicidi nel dormitorio; Ted avvocato di se stesso; Le fan-girl di Ted in tribunale.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)