Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TOTò SEXY

All'interno del forum, per questo film:
Totò sexy
Dati:Anno: 1963Genere: comico (colore)
Regia:Mario Amendola
Cast:Totò, Erminio Macario, Mario Castellani, Gianni Agus, Mario Pisu, Mimmo Poli, Toni Ucci, Franco Giacobini, Gianni Baghino, Andrea Scandurra, Franca Polesello, Kitty Merrel, Bruno Scipioni
Note:Aka "Totòsexy". Seguito di "Totò di notte n. 1".
Visite:1645
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
La stessa troupe, gli stessi personaggi, gli stessi autori di TOTO’ DI NOTTE N° 1 ritornano per questo pseudo seguito che avrebbe potuto intitolarsi, più coerentemente, TOTO’ DI NOTTE N° 2. Evidentemente s'è preferito attirare qualche curioso in più lasciando immaginare un Totò inedito alle prese con chissà quali storie pruriginose. In realtà Totò e Macario, dopo le disavventure subite in giro per il mondo nel film precedente, sono finiti in prigione per contrabbando, fermati alla dogana svizzera con cioccolata e orologi nascosti nel contrabbasso (uno sketch eccezionale, con i due che improvvisano tortuosissimi giochi verbali). Chiusi in cella (il secondino è l'immancabile Mario Castellani, una presenza finalmente non secondaria) ricorderanno le notti trascorse per l'Europa a cercare una scrittura per esibirsi come contrabbassisti (quanto avvenne in TOTO’ DI NOTTE N° 1, in pratica). E’ palesemente un espediente utilizzato per riciclare qualche scarto del film precedente, con nuovi numeri musicali (c'è perfino Gianni Morandi giovanissimo, capelli a scodella, che canta da perfetto “urlatore”) e scenette ormai sempre più vagamente richiamanti le capitali visitate (Parigi, Madrid...). L'operazione è a dir poco raffazzonata, con evidenti salti nel montaggio, inserti talvolta nemmeno presentati, gag tirate inutilmente per le lunghe... Eppure Totò è ancora una volta esplosivo e Macario lo spalleggia bene. Basti pensare alla scena in aeroporto (Macario pretende che l'aereo faccia una breve sosta a Cuneo per permettergli di riabbracciare il cugino), o con Gianni Agus che deve capire come due belle signorine contrabbandino preziosi. Insomma, la coppia funziona (anche se il finale è da brividi) e le risate, in definitiva, non mancano.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/3/11 19:09 - 4482 commenti

Essendo fatto con "avanzi" di altro film e qualche nuovo materiale musicale, è un collage mal fatto e qua e là fastidioso. Qua e là, però, brilla pure il genio di Totò (Macario è in seconda fila). Per colpa della noia (di sexy non c'è proprio nulla, almeno oggi) non va oltre *½. Lando Buzzanca (come nel film precedente) è un passeggero dell'aereo e (forse) pure il primo carcerato a entrare nella mensa della prigione.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 11/3/08 22:07 - 3875 commenti

Gli effetti dei "Mondo" (alla Jacopetti, Cavara e Prosperi) ebbero la loro bella ripercussione in ogni genere, se pure Totò in questa (e in un'altra occasione) ebbe modo di essere spedito - in missione velatamente erotica - a zonzo per i locali notturni. Come sempre è il garbo dell'attore, qua affiancato dal malinconico e dolce Macario, a dare un senso all'operazione, che si dilunga fiaccamente dietro intermezzi-sedativi, garantiti dalla presenza d'un fanciullesco Morandi. Si vede più per rispetto delle presenze nel film, che per altro...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pigro 24/4/11 10:22 - 7359 commenti

Serie di sketch vari (e poco divertenti), tenuti insieme (si fa per dire) da una cornice carceraria e da noiosissimi e insulsi siparietti musicali o pruriginosi spogliarelli. A cosa si è ridotto Totò, che qui duetta con Macario mantenendo a malapena l'interesse (vagamente apprezzabile la scena della dogana e qualche momento qua e là) con il solito armamentario comico massacrato da una sceneggiatura e da una regia penose. La visione è tempo perso.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Rambo90 24/2/10 1:57 - 5925 commenti

Seguito di Totò di Notte N° 1, inferiore al già non eccezionale primo capitolo. Il problema sta proprio nei noiosi intermezzi musicali che fanno da sfondo all'intera operazione, perché Totò e Macario sono fantastici e i loro duetti potevano essere sfruttati molto meglio. Da antologia la scena alla dogana, quella del cocktail e quella delle chiavi della prigione. Da vedere mandando avanti i numerosi spogliarelli e le varie canzonette.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Minitina80 14/11/15 18:33 - 2020 commenti

Un'indegna operazione commerciale che sfrutta alcuni spunti comici di Totò tenuti assieme da insulsi e noiosi siparietti con lontanissime venature erotiche. Nella scena della dogana Totò si diletta in giochi di parole che anticipano, per impostazione, la supercazzola di Tognazzi, ma il resto è poca cosa. La regia è cialtronesca, i colori scelti sono invece interessanti e lontanamente baviani. Sono presenti tante pubblicità nient’affatto nascoste (Alitalia, Pepsi e Motta, per citarne alcune).
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Faggi 12/5/18 19:26 - 1412 commenti

Curiosità (ormai quasi solo un documento) d'epoca; inferiore a Totò di Notte n° 1. Una serie di sketch (non tutti riusciti, purtroppo) innestestati su uno schema da mondo-movie. Ovviamente è un piacere vedere Totò e Macario insieme, che duettano sfiorando il simpatico delirio, ma il film in sé non incide e si dimentica. C'è da dire che - sempre nell'ottica del documento - i siparietti sexy, avvolti da gustosa aura d'antan e cromatismi sensuali, riescono (archeologicamente) a incuriosire.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Gabrius79 2/4/16 19:58 - 1124 commenti

Un film decisamente scialbo ma fortunatamente nobilitato e salvato dagli sketch della coppia Totò/Macario, coadiuvata da caratteristi come Castellani e Agus. Per il resto assistiamo a noiosissimi siparietti "sexy" (per l'epoca forse, perché al giorno d'oggi non sono nulla di che) che fungono da riempitivo. Il film si avvale nel montaggio di scarti presi dal precedente film della coppia.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Graf 7/9/13 23:32 - 628 commenti

Siccome al peggio non c’è mai fine, dopo Totò di notte n. 1 ecco che i produttori attenti solo al facile incasso ci ammanniscono questo indegno Totò sexy. Soliti striptease inizi anni ’60 intervallati con alcune comicissime e collaudate scene d'avanspettacolo che Totò recita a ruota libera quasi con il pilota automatico. Macario e Castellani si confermano ottime spalle. Il film, che è narrativamente inserito in una cornice carceraria, ricorda Accadde al commissariato di Giorgio Bianchi, ma siamo alla rifrittura delle frattaglie nell'olio vecchio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scatenate scene del banco dell'Alitalia, della dogana e dello smarrimento delle chiavi in carcere.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Hearty76 14/10/19 4:02 - 215 commenti

Raffazzonato e noioso filmetto, continuazione un po' kitsch e scadente di Totò di notte n°1. Sarà che in pellicole a colori fa un effetto diverso, sarà che non tutte le ciambelle riescono col buco, ma la verve tipica dell'iconico attore partenopeo è sostenuta a fatica (non esclusi i comprimari). Molte gag risultano troppo lunghe, sconnesse e sforzate. I vari siparietti onirici di canzoncine e spogliarelli non intrigano granché, anzi rallentano inutilmente una già scarna sceneggiatura. Se tutto questo è "sexy", una camomilla sarebbe più eccitante!
I gusti di Hearty76 (Comico - Horror - Sentimentale)

Pstarvaggi 11/4/08 14:03 - 80 commenti

Film realizzato con gli scarti di Totò di notte n. 1, con l’aggiunta di qualche esibizione di (casto) strip-tease. Considerando il carattere smaccatamente commerciale dell’operazione non rimane che applaudire alla professionalità della ben assortita coppia di protagonisti, del tris di spalle storiche Castellani-Marchetti-Agus e del navigato regista Amendola. Se il valore medio della cinematografia di un paese lo si valuta dalla qualità dei sottoprodotti, in Italia negli anni ’60 non ce la passavamo affatto male.
I gusti di Pstarvaggi (Comico - Commedia)