Cerca per genere
Attori/registi più presenti

JOJO RABBIT

All'interno del forum, per questo film:
Jojo Rabbit
Titolo originale:Jojo Rabbit
Dati:Anno: 2019Genere: commedia (colore)
Regia:Taika Waititi
Cast:Roman Griffin Davis, Thomasin McKenzie, Taika Waititi, Rebel Wilson, Stephen Merchant, Alfie Allen, Sam Rockwell, Scarlett Johansson, Archie Yates
Note:Soggetto liberamente tratto dal romanzo del 2004 "Come semi d'autunno" (Caging Skies) della scrittrice neozelandese e belga Christine Leunens.
Visite:845
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/1/20 DAL BENEMERITO IL FERRINI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 1/2/20 10:59 - 7208 commenti

Notevole gioiellino comico-drammatico che sa dileggiare alla perfezione il nazismo, con particolare riferimento alla creazione del consenso. Nella prima parte ci si diverte parecchio ma si riflette anche; la seconda sposta il piano delle emozioni verso la commozione. Ma non ci sono mai colpi bassi né scene madri costruite a tavolino. Si respirano freschezza e spontaneità. Ottima la colonna sonora e soprattutto il modo di utilizzare i brani che la compongono. Cast di primo livello: istrionico Waititi-Hitler; dolce e splendente Scarlet; sardonico ed emozionante Rockwell; ideale il piccolo Davis.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scarpe materne. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 19/1/20 11:12 - 8592 commenti

Un piccolo nazista cresce, impara sulla sua pelle cosa significa essere "diversi", guarda in faccia il diavolo fasullo ed il male reale, scopre il vero carattere del suo amico immaginario Hitler ... Waititi dirige un film ad altezza di bambino, una fiaba di iniziazione che, come accade spesso nelle fiabe classiche, esige il superamento di prove ed il sacrificio di una parte di sé. Tenero, commovente, a tratti spiazzante per la brusca alternanza di toni dal grottesco al drammatico, un gioiello imperfetto da amare per l'originalità, la messa in scena deliziosa, le belle interpretazioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sorprendente colonna sonora; Le scarpe bianche e rosse della mamma; Le case costrette a vedere quel che accade nella piazza sottostante.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Herrkinski 7/2/20 3:13 - 4634 commenti

Discreta variazione su un tema ormai sviscerato ed esorcizzato allo sfinimento, più che nel messaggio (per forza di cose scontato) ha i suoi punti di forza nella messinscena (la Germania nazista sul punto del declino, molto ben ricreata) e in un cast ben scelto in cui spicca il giovane Davis; peccato per l'uscita di scena prematura della Johansson. L'umorismo, tra immaginazione e realtà del protagonista, funziona a corrente alternata; se l'inizio è brillante, si passa poi a una fase quasi soporifera per poi riprendersi parzialmente nel finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Hackett 2/2/20 10:29 - 1670 commenti

Il bravo Taika Waititi conferna il suo talento non solo visivo ma anche di narratore in grado di raccontare qualcosa di tragico (prima i vampiri ora il nazismo) guardandolo attraverso la lente della farsa, riuscendo a ottenere una critica graffiante sulla stupidità nazista ma servendola allo spettatore sotto forma di una tragi-commedia colorata, vissuta con gli occhi di un ragazzino nel suo momento più confuso di crescita. Operazione riuscita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inquadratura che porta gli occhi del protagonista, seguendo una farfalla, a scoprire i piedi di alcune persone impiccate.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 17/1/20 23:00 - 6079 commenti

Satira molto riuscita, che in qualche modo ricorda quella (più amarognola) di Chaplin, che sa essere sia molto divertente (con scene che fanno ridere di gusto) che cupa e tenebrosa, soprattutto nella seconda parte. La regia di Waititi non brilla per ritmo, ma sa come gestire l'ottimo cast e come rendere bene l'atmosfera di un'epoca, saturandola di battute ma lasciando ben sentire la paura per la follia di un uomo. Bei colori, musiche funzionali. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Ryo 12/2/20 12:24 - 1988 commenti

Un film drammatico in cui l'ironia fa da padrone. Grandioso il cast, ottime le location e le scenografie. Il regista crea una versione turbolenta e chiassosa di Hitler interpretata con estremo effetto comico ricordando un po' il Chaplin del Grande dittatore. La performance della Johansson è eccezionale (nonostante il tempo limitato per lo schermo) in quanto crea un legame credibilmente caloroso con suo figlio durante i tempi orribili. Il film è un'ingegnosa satira dai dialoghi brillanti, ma non è un film per i non amanti del black-humor.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Heil Hitler a ripetizione; Il costume del comandante alla fine; Le facce espressive di Hitler quando incoraggiava Jojo.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il ferrini 9/1/20 23:46 - 1569 commenti

Straordinaria opera satirica, a tratti irresistibilmente divertente, poi commovente e straziante. Siamo nella Germania del '45 ma la guardiamo con gli occhi di un bambino di dieci anni, convintamente nazista, che pian piano vedrà crollare tutte le sue certezze. Micidiale il suo Hitler immaginario e geniali i dialoghi con la ragazzina ebrea. Bravo Rockwell, la sua uscita di scena è memorabile, ma soprattutto la Johansson, madre perfetta. Musiche non filologiche ma bellissime. Gran film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le case che "guardano" le impiccagioni.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Taxius 26/1/20 21:27 - 1507 commenti

JoJo è un giovane "fan" di Hitler, al punto che questo gli appare come amico immaginario dispensatore di nazisti consigli; ben presto però il piccolo protagonista scoprirà a sue spese la vera faccia del suo baffuto idolo. Jojo Rabbit è un film sul nazismo visto con gli occhi di un bambino che nella sua innocenza si fa coinvolgere in qualcosa di più grande di lui. Non stiamo parlando di una vera e propria commedia, più che altro di una satira politica capace di far ridere, pensare e straziare il cuore allo stesso tempo. Cinema con la C maiuscola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La colonna sonora; Gli ultimi 30 secondi; Sam Rockwell e la sua divisa; Le case che guardano...
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Gabigol 31/1/20 21:47 - 401 commenti

Gli occhi del bambino come filtro per il mondo circostante; e dall'altra parte la forza della propaganda a corroborare manie di grandezza e pregiudizi. In questo semplice sunto Waititi dirige una storia di formazione nella Germania del '45. Senza stucchevolezza né esondazioni di buoni sentimenti, la vicenda vola sulle ali del dubbio e del non-detto; sul valore della libertà e la presa di coscienza del sé in relazione agli altri. Magnifico il registro da commedia grottesca, capace di aprirsi a sviluppi drammatici di forte impatto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La granata da lanciare; Le prove in piscina; L'amico Adolfo; Le scarpe della madre; Le lettere di Nathan; La carta d'identità; Le case che guardano.
I gusti di Gabigol (Animali assassini - Fantastico - Horror)

Medicinema 3/2/20 1:13 - 83 commenti

Di innegabile bellezza grafica, JoJo Rabbit è forse un tassello che ancora mancava alla filmografia sull'Olocausto: i deliri del fanatismo del Reich vengono filtrati dagli occhi di un bambino (il bravissimo Davis) che gradualmente capirà, da iniziale cieco sostenitore contrapposto alla madre (ruolo incompiuto per Johansson) quale inganno in realtà esso cela. Ed è proprio attraverso i bambini che il film dà i suoi maggiori messaggi, così chiari da non lasciare spazio a dubbi. Ottimi Waititi e Rockwell. Unica pecca: qualche momento di stanca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il tenerissimo Yorki; "Fanculo, Hitler!".
I gusti di Medicinema (Documentario - Erotico - Musicale)

Urraghe 13/2/20 0:56 - 23 commenti

Le disavventure grottesche del piccolo Johannes da nazista a oppositore sfregiato e cosciente. Ottima fotografia e regia ma Waititi non è Chaplin e si vede. Quello che spiazza è la stravaganza della trama. Si è pronti a parlare di nazismo in un film/fiaba in una pellicola che somiglia più a un fumetto che a un film? Se si crede si possa scherzare sul nazismo è un film godibile, soprattutto nella seconda parte, al contrario è un film insopportabile. Ottime prove di Rockwell, della splendida Johansson e dei due giovani attori McKenzie e Davis.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sucuramente la scena finale.
I gusti di Urraghe (Documentario - Drammatico - Fantascienza)