Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL DRITTO DI HOLLYWOOD

All'interno del forum, per questo film:
Il dritto di Hollywood
Titolo originale:The Right Approach
Dati:Anno: 1961Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:David Butler
Cast:Frankie Vaughan, Martha Hyer, Juliet Prowse, Gary Crosby, David McLean, Jesse White, Jane Withers, Rachel Stephens, Steve Harris, Paul von Schreiber, Robert Casper, The Kirby Stone Four
Visite:23
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/11/19 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Fauno, Digital


ORDINA COMMENTI PER:

Fauno 22/11/19 0:30 - 1837 commenti

Nell'ambiente hollywoodiano tutto di vecchio e inossidabile sotto il sole: bugie a non finire! Qui si erge un attore che vuol diventar famoso e che sa anche cantare (non per nulla è il celeberrimo Vaughan), ma nel frattempo va a far marcire la serenità e la vita stessa di suo fratello e di qualsiasi persona abbia la sventura di incontrarlo; Forse sarebbe stato meglio chiamarlo "viscido" anziché dritto. E la sua arroganza e pretenziosità faranno virare in negativo l'attenzione dello spettatore, al punto da farlo quasi sorvolare sulla bontà e genuinità degli altri personaggi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La combutta con la ragazza per combinare il matrimonio; Il concerto rovinato; La riunione finale.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Digital 22/11/19 11:43 - 1071 commenti

Leo è un cinico arrivista che per sfondare a Hollywood farebbe di tutto, anche a costo di danneggiare gli amici di vecchia data. Commedia agrodolce che risente inevitabilmente degli anni che porta sulle spalle, con una vicenda che solo sporadicamente funziona, perdendosi per la maggior parte del tempo tra fumosi dialoghi e un ritmo fin troppo compassato. Vaughan è protagonista scarsamente carismatico, il che impedisce fin dall'inizio di entrarci in empatia. Un film con ben poche frecce al proprio arco; perdibile senza troppi rimpianti.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)