Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• DELITTO A ROCHES NOIRES

All'interno del forum, per questo film:
• Delitto a Roches Noires
Titolo originale:Roches Noires
Dati:Anno: 2018Genere: giallo (colore)
Regia:Laurent Dussaux
Cast:Grégori Derangère, Flore Bonaventura, Jérôme Anger, Charlie Dupont, Carole Richert, Nicolas Grandhomme, Pascal Vannson, Jonathan Genet, Guillaume Arnault, Maxime Jullia, Oscar Pauleau, Pierre Gommé, Margaux Brunelle
Note:E non "Delitto a Roche Noir".
Visite:96
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/7/19 DAL DAVINOTTI
Roches Noires è un piccolo paese francese in montagna (in realtà siamo a Pralognan-la-Vanoise) che dopo vent'anni ritrova ibernato nei boschi uno dei suoi abitanti, Julien, un ragazzino scomparso allora. Per quel presunto omicidio era stato processato l'uomo che dall'amico di Julien era stato visto dargli per ultimo un passaggio, ma col ritrovamento del corpo il caso improvvisamente si riapre. A indagare giunge sul posto dalla non distante Lione il detective Simon Beauregard (Derangère), che subito fa amicizia con la figlia (Bonaventura) del poliziotto al tempo incaricato di ritrovare il ragazzino. La giovane aiuta Simon, mentre il sindaco (disabile) gli trova un ufficio e lo piazza ad alloggiare dalla madre del piccolo Julien. Naturalmente non sono i soli personaggi con cui entreremo in contatto, perché la storia è assai complessa e richiede non poca attenzione soprattutto per memorizzare i tanti nomi in ballo. Facendolo, però, si avrà la soddisfazione di entrare in un meccanismo giallo particolarmente ben studiato, che presenta diversi colpi di scena e una soluzione ingegnosa. Tutto girato nel suggestivo paesino innevato del titolo, dove abitano quattro gatti (compresi quelli delle nevi) ed escluso l'invecchiamento degli abitanti sembra non sia passato nemmeno un giorno da quello in cui vent'anni prima era scomparso Julien, il film si gioca giusto un paio di utili flashback ma per il resto sta sul pezzo e non si perde in alcuna divagazione superflua o smanceria sentimentale che oltrepassi il minimo sindacale. Per questo svolge bene il suo compito ed è solo per le inevitabili limitazioni di budget (evidenti nella messa in scena e nella fotografia) se non potrà guadagnarsi il posto al sole che meriterebbe. Ad ogni modo i paesaggi imbiancati, le Alpi sullo sfondo e un plausibile ritratto di vita quotidiana in un luogo ameno danno una cornice meno abusata del consueto alla vicenda. Al resto pensa un cast discretamente assortito, senza grandi nomi ma che contribuisce (anche grazie a una buona direzione) a staccarsi da certe interpretazioni sopra le righe cui ci hanno abituato molti analoghi prodotti d'oltreoceano. Insomma, le direttive sono le stesse utilizzate in questa sorta di ciclo di delitti francesi in tv, ma qui la storia, ben strutturata, sa intrigare al punto giusto rispettando pure una buona credibilità di base (che si perde nel confronto finale, a dire il vero, difetto comunque perdonabile).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Ultimo 16/7/19 21:14 - 1230 commenti

Un giallo nella media, senza nessuna trovata eccelsa, che si salva grazie alla bella ambientazione in mezzo alla neve che riesce a imprimere alla vicenda quel tocco in più di mistero. A non convincere del tutto ci pensa il cast, piuttosto scialbo (a parte, forse, il poliziotto protagonista, appena sufficiente). Era lecito aspettarsi qualcosa in più anche dal finale. Mediocre, nel complesso.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)