Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IN THE CROSSWIND

All'interno del forum, per questo film:
In the crosswind
Titolo originale:Risttuules
Dati:Anno: 2014Genere: drammatico (colore)
Regia:Martti Helde
Cast:Laura Peterson, Tarmo Song, Mirt Preegel, Ingrid Isotamm, Einar Hillep
Note:Soggetto basato sulle memorie di una donna estone che venne deportata in Siberia nel 1941 per ordine di Stalin insieme a molte migliaia di famiglie provenienti da Estonia, Lettonia e Lituania.
Visite:55
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/4/19 DAL BENEMERITO DANIELA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Daniela
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Puppigallo


ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 17/4/19 16:13 - 4269 commenti

L'originalitÓ, ormai, Ŕ diventata merce rara. E quando ci si imbatte in una pellicola che, pur restando un po' fine a se stessa, ha comunque il coraggio di provare una strada diversa, Ŕ inevitabile restarne piacevolmente impressionati. E' il caso di questa cupa discesa nell'incubo della deportazione e dello smembramento delle famiglie, che si avvale di veri e propri fermi immagine viventi per cogliere l'attimo. E con l'aiuto del bianco e nero, che qui ha un perchŔ, ne enfatizza la drammaticitÓ e l'angoscia (d'altra parte, una simile situazione avrebbe fatto a pugni con qualsiasi colore vivo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La descrizione dell'interno del vagone, con strette finestre in alto; Il mucchio di scarpe; "Non capisco che Paese sia questo".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 16/4/19 9:07 - 7801 commenti

Deportata in Siberia insieme alla figlioletta, durante tutta la prigionia Erna continua a scrivere al marito da cui Ŕ stata separata. A parte prologo ed epilogo, la sua voce che legge queste lettere accompagna la visione di "tableaux vivants" di straordinaria potenza visiva, la cui perfezione e bellezza Ŕ tale da rischiare di far passare in secondo piano il terribile contenuto. Ci pensa l'ultima lettera, l'unica di Heldur, a far emergere commozione e lacrime, prima delle didascalie finali. Da vedere: una pagina di storia poetica e straziante.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)