Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BORDER - CREATURE DI CONFINE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/3/19 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 5/4/19 23:04 - 8319 commenti

Sulla scorta di un romanzo di Lindqvist, fine esploratore dell'essenza della "mostruosità", l'iraniano trapiantato in Svezia Abbasi racconta una storia di rimescolamento dei confini tra donna ed uomo, umano e animale, essere reale e creatura di fantasia ma anche disgusto e attrazione, bello e brutto, giusto e sbagliato. Al termine di un percorso sorprendente, la protagonista si troverà di fronte alla scelta fra integrazione marginalizzata o rivendicazione della propria alterità. L'epilogo non fornisce risposte ma apre uno spiraglio di speranza. Film strano, affascinante, misterioso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scene di sesso boschivo, molto intense; La creaturina in frigorifero.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Paulaster 11/11/19 10:18 - 2399 commenti

Doganiera sente l'odore delle sensazioni. Centrato sul tema della natura, con una prima parte più intima (e migliore) a dimostrare che gli umani sono parassiti rispetto alla fauna, che invece segue i propri ritmi. Quando ci si cala nella malvagità e i temi diventano la pedofilia o la vendita di neonati, importante diventa solo come giudicare il co-protagonista, mentre la figura del diverso perde peso. Conclusione che torna al tema iniziale come se fosse un'approvazione della propria condizione. Pecca ogni tanto di compassatezza e neo nella perquisizione senza mandato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le renne che attraversano la strada; Le urla nell'acqua; Il pedofilo prelevato dalla camionetta.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Didda23 18/11/19 10:08 - 2145 commenti

Un'opera di un lirismo fuori dal comune, capace al tempo stesso di attrarre e respingere con un amplesso che rimarrà nella storia del cinema. Un'importante e sentita lezione sulla diversità, sull'accettazione di sé e sul ruolo che l'individuo ha nel mondo. La sovrastruttura fantastica permette al regista di sfruttare registri narrativi diversi, raccontando la quotidianità di una giovane "donna" alle prese con consapevolezze sempre nuove e mai esplorate. Un lavoro magnifico di regia, ricerca delle location e prove attoriali. Spiazza e fa riflettere. Imperdibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il saper fiutare le emozioni; L'esplorazione della sessualità; Il cimitero.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Il ferrini 2/9/19 22:56 - 1525 commenti

Omologazione, discriminazione ponderale, transfobia, alienazione e la lista potrebbe proseguire. Gli spunti di riflessione sono davvero moltissimi e finita la visione non si può fare a meno di rifletterci. Fantastico il trucco, così come le interpretazioni dei due troll e paesaggi che si sposano perfettamente con la poetica del film. Disturbante, a volte perfino disgustoso, ma al contempo ipnotico e in qualche misura perfino romantico. Un'opera di grande fascino che merita assoluta attenzione.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Kinodrop 25/9/19 20:36 - 1163 commenti

Dalla Scandinavia un racconto così disturbante e inquietante da suscitare attrazione e curiosità. Due creature sospese tra pulsioni viscerali opposte, sulle quali si esercita lo stesso tipo di ambiguità e di pregiudizi da parte dei "normali". Tina, costretta tra istinto "genetico" e accettazione sociale non potrà sciogliere il nodo e il regista "la segue" in questa indecidibilità con un finale e una morale sospesa. Ammirevoli le ambientazioni urbane e boschive e impressiona la prova del duo Melander/Milonoff, resi "selvaggi" da un trucco strabiliante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tina "fiuta" i malfattori; L'impensabile parto; L'impetuoso eros tra i boschi; La creaturina recapitata a domicilio.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Digital 29/3/19 22:37 - 1071 commenti

Un’addetta alla dogana dal fiuto particolarmente sviluppato intreccia una relazione con un uomo con più di una "dòte" in comune. Singolare film scandinavo che ha il pregio di incuriosire sin dalle prime battute, con un considerevole crescendo di tensione e situazioni altamente disturbanti. Talvolta scade nel ridicolo e le quasi due ore si fanno sentire, ma riesce complessivamente a farsi ben volere, anche per merito di una Melander in stato di grazia (notevole il make-up per renderla mostruosa) e di un altrettanto bravo Milonoff. Raccomandabile.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Xamini   2/4/19 10:21 - 923 commenti

Dall'autore di Lasciami entrare un altro fantastico sulla diversità dai toni nordici, colori freddi (ossia naturali e stagionali) e probabilmente un filo più lungo del necessario. A farla da padrone, qui, è il ripugnante, portato a livelli di bestialità sino a indurre fastidio nello spettatore; pregevole l'astensione dal giudizio di Abbasi, che riesce a inquadrare bene luci e ombre di due vite ai margini e risolve nel migliore dei modi. In ogni caso astenetevi se in un film cercate la bellezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'accoppiamento.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Bubobubo 15/4/19 11:23 - 892 commenti

L'evidente cifra politica di questo fantasy orrorifico riflette da vicino la storia personale del regista Abbasi, iraniano trapiantato in Svezia e, come tale, "estraneo" tra i normali, freak tollerato in seno a una società, quella svedese, che cova e culla le peggiori bestialità sotto la coltre del nucleo familiare formato Ikea. A ragionare di marginalità e alterità, tuttavia, i colpi più propriamente thriller (l'affaire dei pedofili) e la cifra identitaria dei protagonisti (...l'orgoglio troll?) vanno a vuoto. Assai discontinuo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo Hiisit.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Corinne 29/8/19 20:33 - 390 commenti

Il folklore nordico per raccontare la diversità, l'autoaccettazione e la consapevolezza di sé. Tina, come Vore, è una "creatura al confine", esteticamente, biologicamente, sessualmente, ma a differenza di lui si pone il problema di scegliere da che parte stare, si chiede se sia giusto abbracciare in toto la propria diversità e se diverso significhi davvero migliore. Film strano, inclassificabile, una metafora insieme fin troppo semplice, scontata e potente.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Hiphop 23/4/19 10:15 - 30 commenti

Poliziotta di dogana svedese "sente" attraverso l'olfatto o qualcosa di simile se qualcuno ha commesso o sta per commettere un crimine. Alla dogana incrocia un suo apparentemente "simile": se son rose fioriranno. Fin qui la parte del film descrivibile in maniera logica, ma da qui in avanti si entra in un mondo in cui tutto viene confuso appositamente creando un crescendo morboso, ripugnante e finanche attraente in modo viscido e pruriginoso. Il film lascia il segno (eccome se lo lascia!), ma la durata è eccessiva.
I gusti di Hiphop (Animali assassini - Documentario - Drammatico)

Fromell 5/4/19 19:49 - 30 commenti

Ci sono film che diventano capolavori col tempo dopo essere stati rivisti e rivalutati e film che ti accorgi che sono dei capolavori mentre li stai guardando. Come Border. Film dal soggetto talmente eccentrico che nessuna sinossi potrebbe narrarlo a dovere. Tanto eccentrico quanto geniale. Una storia assai più profonda di come appare in superficie. Un atto di coraggio e d’amore verso il diverso e di sfida verso i film fatti con lo stampino. Un’opera sorprendentemente al di là di ogni immaginazione da non lasciarsi assolutamente sfuggire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’accoppiamento.
I gusti di Fromell (Drammatico - Horror - Thriller)