Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN ANIMALE CHIAMATO... UOMO!

All'interno del forum, per questo film:
Un animale chiamato... uomo!
Dati:Anno: 1972Genere: western (colore)
Regia:Roberto Mauri
Cast:Vassili Karis, Gillian Bray, Craig Hill, Gilberto Galimberti, Omero Capanna, Carla Mancini, Roberto Dell'Acqua, Paolo Magalotti, Sergio Serafini, Alba Maiolini (n.c.)
Note:Aka "Un animale chiamato uomo!".
Visite:134
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/2/19 DAL BENEMERITO ALEXPI94

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Alexpi94
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Ronax


ORDINA COMMENTI PER:

Ronax 24/4/19 2:09 - 801 commenti

Altra stiracchiata coppia di imitatori del duo Spencer-Hill reclutati da Roberto Mauri che cuce su di loro un esilissimo western picaresco dove a farla da padrona sono interminabili scazzottate che cercano invano di supplire alla nullitÓ della trama e alla povertÓ della messa in scena. La regia non tenta nemmeno di dare un minimo di credibilitÓ al tutto e il duo Karis e Capanna Ŕ privo di ogni carisma. Gli unici momenti di sollievo sono rappresentati dalle apparizioni della bella Gillian Bray negli improbabili panni di una dottoressa-ballerina.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La portantina-bicicletta su cui si muovono i due protagonisti.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Alexpi94 18/2/19 2:23 - 186 commenti

Un'insolita commediola western con protagonisti Vassili Karis e Omero Capanna nei panni di due (scalcinati) girovaghi alle prese con immancabili scazzottate, situazioni goliardiche e inevitabili corse a cavallo (ma anche e sopratutto in bicicletta!). Bella e attraente Gillian Bray (nel ruolo di una dottoressa costretta a lavorare in saloon per sbarcare il lunario), simpatiche le musiche di Carlo Savina e anche il livello estetico non Ŕ poi cosý disprezzabile. Non certo un capolavoro, ma risulta simpatico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inconsueta corsetta (iniziale) in bicicletta; Le cosce tornite della Bray.
I gusti di Alexpi94 (Comico - Commedia - Erotico)