Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SENZA LASCIARE TRACCIA

All'interno del forum, per questo film:
Senza lasciare traccia
Titolo originale:Leave No Trace
Dati:Anno: 2018Genere: drammatico (colore)
Regia:Debra Granik
Cast:Thomasin McKenzie, Ben Foster, Jeffery Rifflard, Dale Dickey, Peter Simpson, Erik McGlothlin, Dana Millican, Jeff Kober, Ayanna Berkshire, Isaiah Stone
Visite:343
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/10/18 DAL BENEMERITO CAPANNELLE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 11/2/19 6:34 - 10781 commenti

Dopo un folgorante esordio, la regista Debra Granik racconta di una coppia (padre e figlia) di soggetti auto emarginati dalla comunità sociale per una grave depressione post bellica dell'uomo e nello stesso tempo parla del viscerale e aspro legame tra individuo e natura. La storia non è particolarmente intrigante e il finale è prevedibile, ma le modalità del racconto sono affascinanti nella loro veridicità, così come appare molto ben illustrato il legame tra i due protagonisti. Notevole la prova della protagonista femminile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Capannelle 9/10/18 9:11 - 3519 commenti

Racconto dalle alte potenzialità non del tutto sfruttate dalla Granik, forse prigioniera dello stile alternativo e intimista che vuole imprimere. Un film caratterizzato da diverse domande latenti, dove per fortuna non ci sono prese di posizione o cattivi codificati e dove le relazioni umane e la conoscenza dell'altro assumono una veste del tutto particolare. Sicuramente nel ruolo i due protagonisti, anche se lo script talvolta li blocca. Interessanti le altre facce del film.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Kinodrop 11/3/19 20:05 - 974 commenti

Condizionato da un trauma non detto, Will si autoesclude dalla società insieme alla giovane figlia "Tom", vivendo illegalmente in un parco nazionale vicino Portland; scoperti dalla forestale vengono messi di fronte al dilemma di rientrare o meno nella civiltà. Il tema è affrontato da un angolo visuale dei sentimenti reciproci tra intransigenza e necessità, mentre latita l'indagine delle cause e dei presupposti ideologici. Anche se la sceneggiatura è piuttosto esile con qualche ingenuità buonista, il film si apprezza per la prova della McKenzie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La poco credibile disponibilità della gente in ogni luogo; Le fughe per il bosco; L'ostinatezza di Will e i dubbi di Tom.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Xamini   22/11/18 11:29 - 872 commenti

Non è Into the wild. Il distacco inizia dalla colonna sonora: se là c'è un Eddie Vedder in forma, qui i suoni sono delicati e si lascia per lo più spazio alla natura. Ma i protagonisti sono ancora più selvaggi (e decisamente in parte: viene da pensare che vivano così) e lo script, obiettivamente, un po' vuoto: racconta di un antico dolore che impedisce la stasi ma non viene affatto spiegato. È anche un racconto di formazione, ma molto blando e contiene qualche velata critica alla società occidentale (non certo ai livelli di Captain Fantastic).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il verso e la scena con le api.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)