Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CASTLE OF THE CREEPING FLESH

All'interno del forum, per questo film:
Castle of the creeping flesh
Titolo originale:Im Schlo▀ der blutigen Begierde
Dati:Anno: 1968Genere: horror (colore)
Regia:Adrian Hoven
Cast:Janine Reynaud, Howard Vernon, Elvira Berndorff, Claudia Butenuth, Jan Hendriks, Michel Lemoine, Vladimir Medar, Pier A. Caminnecci (n.c.), Ernst Steinlechner (n.c.)
Visite:51
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/10/18 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Ciavazzaro
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Trivex


ORDINA COMMENTI PER:

Ciavazzaro 2/10/18 0:11 - 4672 commenti

Il passato ritorna in questo horror dove alcuni amici entrati nel castello di un nobile decaduto si rendono conto di essere forse pedine di un macabro scherzo del destino quando un passato di morte sembrerÓ voler tornare nel presente. La trama (scritta da Jes˙s Franco, non accreditato) poteva essere sviluppata in maniera migliore. Il film invece cede un po' sul lato exploitation, perdendo troppo tempo in una infinita operazione cardiaca. Cast notevolissimo, con la stupenda Reynaud e un sempre efficace Vernon. Comunque una curiositÓ d'epoca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il flashback; La Reynaud nel letto; La sorpresa nel pre-finale; L'orso; L'arrivo al castello.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Trivex 10/10/18 9:20 - 1360 commenti

Film bizzarro dai risultati controversi. L'atmosfera Ŕ da culto, con i personaggi posseduti dal look fine Sessanta ma anche immersi nella "exploitation" davvero carismatica e affascinante di quel periodo. Le presenze notevoli di quegli anni (in quel tipo di cinema) e qualche scena davvero coraggiosa - nel 1968 - non possono per˛ far dimenticare l'effettiva inconsistenza della sceneggiatura, sempre pi¨ confusa e approssimativa nello svolgersi della vicenda. Ci sono inoltre cospicue parti noiose, quasi infilate per far metraggio, che potevano essere evitate.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena erotica sul letto, al castello; L'interminabile e noiosissima operazione chirurgica.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)